…E CADDE ADDORMENTATA

 

Al Teatro san Ferdinando di Napoli sabato 21 gennaio

…E CADDE ADDORMENTATA

uno spettacolo di Giovanna Facciolo
tratto dalla fiaba La bella addormentata nel bosco

drammaturgia e regia Giovanna Facciolo

 

Debutta al Teatro San Ferdinando, sabato 21 gennaio 2012 (ore 18, replica domenica 22 alle ore 11),  lo spettacolo … E cadde addormentata di Giovanna Facciolo, con Adele Amato de Serpis, Valeria Luchetti, Raffaella Testa. Liberamente tratto da La bella addormentata nel bosco, propone una chiave di lettura dell’antichissima fiaba che sposta l’attenzione verso una più ampia indagine sui  rapporti tra adulti e bambini. Prodotto da I Teatrini, lo spettacolo si realizza nell’ambito del progetto del Teatro Stabile di Napoli “Le grandi favole della responsabilità”, programmazione dedicata a grandi e piccini per un nuovo ciclo di spettacoli da vedere “in famiglia”. La rassegna proporrà, fino ad  aprile 2012, una serie di adattamenti teatrali di fiabe famose, da Perrault ai Grimm, in cartellone al Teatro San Ferdinando che diventa così un luogo dove ragazzi e adulti, insieme, possono ritrovare in scena capolavori della letteratura universale. Nel prossimo allestimento, intitolato … E cadde addormentata (scene di Massimiliano Pinto, costumi di Giovanna Napolitano, luci di Paco Summonte e suono di Alessandro Messina), la regista Giovanna Facciolo rilegge la fiaba della Bella principessina che, per sfuggire ad un sortilegio, viene indotta ad un sonno profondo, protetto da tre fate, fino a quando le trame incantate saranno disfatte dal passaggio di un cavaliere, naturalmente Azzurro.

“Affrontando la drammaturgia e la regia de La Bella Addormentata – sottolinea Giovanna Facciolo – ho individuato, in quella che forse è la più lineare e semplice delle storie, la possibilità di affrontare il tema dei rapporti, nel percorso formativo di un individuo, tra bambini e adulti.  Così la storia della Bella addormentata, avvolta dalle fate in un sonno protettore che allontana morte e dolore, rivela altri approdi che intendono offrire al pubblico nuovi spunti di  riflessione”.

Tralasciando l’originario, e proverbiale, “lieto fine”, con il Principe Azzurro che libera la principessa dal funesto incantesimo, nella rilettura di Giovanna Facciolo, il punto nodale dell’allestimento si sposta sul rapporto tra le fate e la piccola, ponendo attenzione all’atteggiamento, iperprotettivo, riservato alla bambina dalle fate che scelgono per lei la sicurezza di un sonno protetto dai rischi della vita, che in questo caso la fiaba traduce con il ferimento accidentale, la celeberrima puntura di un fuso, che le procurerebbe morte certa.

“La Bella Addormentata – aggiunge l’autrice e regista – diventa la storia di una sospensione dalla vita, simboleggiato dal sonno procurato  per incantesimo, che mi consente di affrontare un tema che pone attenzione ai rapporti tra genitori e figli, evidenziando i rischi che si corrono, quando si scelgono atteggiamenti iperprotettivi, ormai consueti,  che sostituiscono un sicuro riparo virtuale al necessario, sebbene talvolta crudo e non sempre piacevole, contrasto vitale”.

La programmazione al Teatro San Ferdinando prosegue con altri due titoli:  Fiammiferi, minimusical di Lisa Ferrari liberamente ispirato a La piccola Fiammiferaia di H. C. Andersen (sabato 10 marzo, ore 18 e domenica 11 marzo, ore 11); Mignolina e lo spirito del fiore, liberamente ispirato al racconto omonimo di H. C. Andersen, regia di Pietro Fenati (sabato 14 aprile, ore 18 e domenica 15 aprile, ore 11).

 

…E CADDE ADDORMENTATA

uno spettacolo di Giovanna Facciolo
tratto dalla fiaba La bella addormentata nel bosco

drammaturgia e regia Giovanna Facciolo

scene Massimiliano Pinto

costumi Giovanna Napolitano

luci Paco Summonte

audio Alessandro Messina

con Adele Amato de Serpis, Valeria Luchetti, Raffaella Testa

produzione I Teatrini

per tutti, dai 7 anni

Costo dell’ingresso  € 7,00

Info e prenotazioni: tel. 081 0330619 / 081 5513396

on line  www.teatrostabilenapoli.itwww.iteatrini.it

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)