Festival del Cinema Europeo. Gran finale

Al Multisala Massimo di  Lecce, domani 21 aprile, la cerimonia di premiazione

Premio Verdone e Ulivo d’oro 2012

Una pioggia di proiezioni e incontro con Margaret Mazzantini

 

Una pioggia di proiezioni per la XIII edizione del Festival del Cinema Europeo che si avvia alla conclusione. La cerimonia di premiazione, domani nella sala 1 del Multisala Massimo a partire dalle 20,30, vedrà l’attribuzione dei premi alla presenza del Primo Cittadino. Ma sarà solo l’epilogo di una giornata intensissima con tante proiezioni in programma a partire, dalle 9 del mattino, con il film Le nevi del Kilimangiaro, di Robert Guédiguian (Francia, 2011, 107’) vincitore della quinta edizione del Premio LUX del Parlamento Europeo (in sala 4) e a seguire i lungometraggi in concorso: Bedouin del regista russo Igor Voloshin (2011, 90’), alle ore 11.00 per la Svezia Happy End di Björn Runge (2011 97’), Daddy di Dalibor Matanic (2011, 70’) alle ore 16.30 per la Croazia mentre alle ore 18.00 per la Germania sarà il turno di Above us only sky di Jan Schomburg (2011 88’). Solo alle 22.30 però, a cerimonia conclusa, sarà proiettato il film vincitore dell’Ulivo d’Oro 2012.

Io sono lì di Andrea Segre (Italia – Francia, 2001, 100’) concluderà invece le proiezioni dei film in gara per il Premio Verdone, (in sala 2, alle ore 18.00), l’attribuzione del trofeo alla presenza dei fratelli Carlo, Luca e Silvia Verdone sarà certamente uno dei momenti più attesi della premiazione che sarà suggellata dalla proiezione de  La bellezza del somaro di Sergio Castellitto (Italia, 2010, 107’).

 

Ma davvero tantissimi sono i film proposti nell’ultimo giorno del Festival.

Per la settimana dedicata al Cinema Sloveno in Sala 5,  alle ore 20.00 si potrà assistere alla proiezione In folle di Janez Burger (1999, 90’).

Per la retrospettiva dedicata a Sergio Castellitto in Sala 2 alle ore 10.00 lIl grande Fausto di Alberto Sironi (Italia, 1995, 180’), alle ore 16.00 Concorrenza sleale di Ettore Scola (Italia – Francia, 2011, 110’), alle ore 20.30 in Sala 3 La stella che non c’è di Gianni Amelio (Italia – Francia – Svizzera, 2006, 103’). Invece per la retrospettiva dedicata al regista Emir Kusturica, ancora due film in visione: in Sala 3 alle ore 18.00 Promettilo! (Serbia – Francia, 2007, 127’), e alle ore 22.30 Maradona di Kusturica (Spagna – Francia, 2008, 90’). Con Whore (UK/USA, 1991, 85’) si conclude infine l’omaggio a Ken Russel (in Sala 4 alle ore 22.00).

Sempre in mattinata, si terrà la tavola rotonda realizzata in collaborazione con il Parlamento Europeo sul tema “Il pluralismo del cinema europeo. L’urgenza della crossmedialità quale driver nella governance internazionale” con la partecipazione di Bruno Torri (Presidente del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani);

Elisabetta Brunella (Segretario Generale di MEDIA Salles); Alessia Sonaglioni (Project Manager a EURIMAGES); Gianni Celata (direttore del Multimedia Lab-Cattid di Sapienza Università di Roma, docente di Economia dei Media e dell’ICT); Stefano Cristante (Presidente del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università del Salento).

Modera Valeria Fiore (Direzione Generale Comunicazione, Ufficio d’Informazione in Italia del Parlamento Europeo).

Per la sezione Vetrina CSC, Centro Sperimentale di Cinematografia è la proiezione in anteprima sarà proiettato in anteprima il teaser Diciannove e Settantadue di Sergio Basso (alle ore 16.00 in Sala 4), docufilm su Pietro Mennea  con  la presentazione a seguire di altri tre cortometraggi. Completa la sezione il dibattito Formarsi e produrre con il cinema moderato da Silvio Maselli (Direttore Apulia Film Commission), con Marcello Foti, (Direttore Generale del Centro Sperimentale di Cinematografia) e alcuni allievi della Scuola Nazionale di Cinema; Pino Guario (Direttore dell’Accademia del Cinema dei Ragazzi di Enziteto) accompagnato da alcuni studenti; i registi dei cortometraggi fuori concorso di Puglia Show; i produttori Rita Surdo (SharonCinema Production), Manuela Bordoni (CSC Production); registi e produttori pugliesi.

 

Ultima carrellata di cortometraggi del concorso Puglia Show: a partire dalle ore 18.00 in Sala 4, Oro verde di Pierluigi Ferrandini (realizzato con il contributo all’ospitalità di Apulia Film Commision), Madonnella di Francesco Brollo, Il processo del lunedì di Giuseppe Blasi, Dachaulied di Rina La Gioia–Christian Palmisano, Signor Gi Bi Boccasile di Nico Cirasola, Il rosso e il blu di Luca Cirasola, Grazie e furore di Heidi Rizzo.

Da segnalare, infine, per Parole di cinema l’incontro con Margaret Mazzantini sul sagrato della Chiesa di Sant’Irene per la presentazione del suo ultimo romanzo Mare al mattino (ed. Einaudi).

(red. Arte e Luoghi)

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)