Dalla Puglia…alla rete con il contest “Notte in Masseria

MASSERIE SOTTO LE STELLE 2013

Bilancio positivo per la III edizione della festa delle Masserie Didattiche di Puglia

Evento anche social con il contest fotografico “Notte in Masseria

 

13.000 presenze registrate nelle 65 strutture che hanno aderito all’iniziativa, tra pugliesi, turisti nazionali, ma anche tedeschi, francesi, olandesi e americani. Bilancio positivo per la terza edizione di “Masserie sotto le Stelle”, la manifestazione organizzata dall’Area Politiche per lo Sviluppo Rurale della Regione Puglia, in collaborazione con l’Area Politiche per la Promozione del Territorio, dei Saperi e dei Talenti. Cifre importanti che testimoniano i positivi risultati di quell’azione di promozione e valorizzazione della cultura rurale messa in campo dalla Regione Puglia.

 

Un’attenzione che parte dall’istituzione della rete delle Masserie Didattiche di Puglia, avvenuta con  L.R. 2/2008. Il ruolo pedagogico assunto dalle aziende agroalimentari ed agrituristiche scese in campo per partecipare attivamente al processo di ritorno alle radici di una regione vocata all’agricoltura, ha permesso alla Puglia rurale di assumere un ruolo di reale sostegno all’intero comparto agricolo. “Mettere le mani in pasta” in una calda notte d’estate, permette di comprendere e apprezzare quanto importante sia preservare l’agri-cultura. Riscoprire i sapori autentici della terra significa stimolare il consumo di prodotti a km zero, garanzia di qualità per il consumatore, ma anche sostenere il mercato agroalimentare e zootecnico con la promozione su larga scala dei prodotti a marchio Puglia. Una serata in cui  la vera essenza della natura si svela, restituendo quell’armonia sinonimo di benessere.

“Le Masserie Didattiche pugliesi hanno saputo in questi anni mettere a sistema un’idea di Puglia vincente che abbina al percorso rurale, alla fruizione del paesaggio, al consumo di prodotti tipici di eccellenza e di qualità certificata, l’idea di una esperienza turistico-ricettiva originale ed unica – dice l’assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Fabrizio Nardoniecco perché i numeri di Masserie sotto le Stelle non fanno altro che confermare l’intuizione del 2008 e rafforzare lo spirito di una iniziativa che intendiamo replicare anche in altri settori come il mare e i boschi di Puglia.

I turisti e i visitatori degli eventi in masseria hanno colto il frutto di un lavoro corale e appassionato svolto da tutte le realtà riconosciute dalla Regione – continua Fabrizio Nardoni – e insieme si sono nutriti alla tavola del sapere e del sapore di cui le Masserie Didattiche restano importanti e indiscusse custodi”.

Dalla gioia dei più piccoli, che dal contatto diretto con gli animali alla trasformazione delle materie prime hanno potuto scoprire i segreti della natura, allo stupore dei grandi, che hanno ritrovato sapori dimenticati, ancora una volta la manifestazione ha contribuito concretamente ad accorciare le distanze tra la campagna e la città. Un orgoglio autentico di cui tutti,  pugliesi e non, possono godere in una notte magica. Una contaminazione positiva da promuovere in tutte le stagioni.

Dal Gargano al Salento le Masserie Didattiche di Puglia sono state vissute a 360° anche dalla stampa nazionale ed internazionale. I giornalisti invitati a prendere parte al press tour hanno potuto assaporare tutti gli aspetti della Puglia rurale: dalle  prelibatezze enogastronomiche prodotte dalle aziende agricole all’ospitalità pugliese, resa ancora più speciale dagli incantevoli edifici fortificati immersi nel verde della macchia mediterranea. Un’azione di promozione che mira a far conoscere i vantaggi di quel turismo lento scandito dal ritmo della tradizione contadina.

Un evento sempre più social, grazie al contest fotografico “Notte in Masseria”. In palio un weekend in una Masseria Didattica di Puglia tra coloro che pubblicheranno una foto della manifestazione con l’ashtag #notteinmasseria  tramite il proprio account di Instagram.

(fonte: comunicato stampa)

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)