Bertrand Tavernier a Lecce

Il 14 aprile il regista sarà a Lecce per presentare la retrospettiva che gli dedicherà la rassegna diretta da Cristina Soldano e Alberto La Monica

Bertrand Tavernier al Festival del Cinema Europeo

 

Da Lione a Lecce per il Festival del Cinema Europeo. Sarà Bertrand Tavernier l’eclettico regista, sceneggiatore, critico e produttore francese il “Protagonista del Cinema Europeo”cui la nota kermesse diretta da Cristina Soldano e Alberto La Monica renderà omaggio dedicandogli la retrospettiva dei film da lui scelti.

Il Festival del Cinema Europeo  in programma a Lecce, dal 13 – 18 aprile, ogni anno propone due omaggi a grandi interpreti del cinema europeo con una retrospettiva dei loro film scelti insieme al regista. La sera del 14 aprile, introdotto dal critico Bruno Torri, Bertrand Tavernier presenterà al pubblico del Festival Quai d’Orsay, il suo film più recente, realizzato nel 2013, una sottile commedia satirica tratta dall’omonima graphic novel di culto di Christophe Blain e Abel Lanzac.
 

Sono in tutto 10 i titoli in rassegna a cominciare dalla sua opera d’esordio, il drammatico L’orologiaio di Saint Paul del 1974 (Premio Speciale della Giuria al Festival di Berlino), tratto da Simenon, che segna l’incontro con Philippe Noiret, destinato a diventare il suo attore feticcio. E’ infatti sempre lui il protagonista anche di altri due film in rassegna a Lecce, Che la festa cominci del 1975 con Marina Vlady, ambientato nel primo Settecento; e Il giudice e l’assassino del 1976, ambientato alla fine dell’Ottocento, con una giovanissima Isabelle Huppert accanto a Jean-Claude Brialy.
Del 1980 è La morte in diretta, con Harvey Keitel e Romy Schneider, una preveggente analisi delle derive della televisione e dei media. Del 1981 è Colpo di spugna, adattato da un romanzo di Jim Thompson, che mette in scena il Senegal degli anni Trenta e la sua passione per il noir. Da un romanzo di Pierre Bost, con numerose citazioni da Monet e Renoir, è Una domenica in campagna dell’84, premiato al Festival di Cannes. Vincitore di numerosi premi, tra cui il César della musica nel 1987, è Round Midnight – A mezzanotte circa,  pellicola sul jazz e in particolare sul “be-bop”, con François Cluzet, Dexter Gordon, Sandra Reaves-Phillips, Philippe Noiret, opera che testimonia la sua profonda conoscenza della cultura e della tradizione americana. Con L’esca, allarmante ritratto di giovani disorientati, vince l’Orso d’Oro al Festival di Berlino. In una Louisiana devastata dall’uragano Katrina, Tavernier gira poi L’occhio del ciclone (2009), adattamento di un thriller di James Lee Burke con un grande Tommy Lee Jones.
Il Festival del Cinema Europeo, riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come “manifestazione d’interesse nazionale”, membro dell’Associazione Festival Italiani di Cinema, è ideato e organizzato dall’Associazione Culturale “Art Promotion”. È un’iniziativa finanziata dalla Fondazione Apulia Film Commission nell’ambito del Programma Strategico di Cooperazione territoriale Grecia-Italia 2007-2013 – Progetto Strategico “I.C.E.” (Innovation, Culture and Creativity for a new Economy), insieme ad atri grandi eventi culturali rilevanti in Puglia per la cooperazione tra i partner per consentire uno sviluppo coordinato del sistema delle Industrie Culturali e Creative, facilitare i processi di innovazione, promuovere i talenti e le esperienze virtuose. Il Festival si identifica in qualità di grande evento culturale della Regione Puglia, Festa della cultura europea e mediterranea.
Si svolge inoltre con il sostegno di: Comune di Lecce, MIBACT – Direzione Generale Cinema, Regione Puglia-Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo, Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia, Ambasciata di Spagna, Forum Austriaco di Cultura, Goethe Institute, Acit Bari – Associazione Italo-Tedesca, Istituto Polacco, Institut Français Italia / Ambasciata di Francia; e con il patrocinio ed in collaborazione con: Parlamento Europeo, Premio Lux, S.N.C.C.I., S.N.G.C.I., FIPRESCI, Centro Nazionale del Cortometraggio, Augustus Color, Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, Festival Rendez-Vous, Università del Salento, Liberrima, ARCI Lecce, Apollonio Vini, Aziende Agricole Stasi, Caseificio Magnifica, Vita, Futuro Remoto Gioielli, Gruppo Emmeauto BMW-Mini; media partner: Cineuropa, Cinecittà News, I Move Puglia Tv.

red. Arte e Luoghi

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)