To Kalò Fai. Il buon mangiare a Muro Leccese

 


Sabato 9
e domenica 10 dicembre prosegue a Muro Leccese, in provincia di Lecce, “To kalò fai – Il buon mangiare”, progetto firmato da Astragali Teatro, in collaborazione con Arva – Archeologia Ricerca e Valorizzazione, finanziato nell’ambito del bando “InPuglia365 – Sapori e colori d’autunno”.

Sabato dalle 18 il Frantoio Ipogeo di via Isonzo ospiterà un evento performativo, tra musica, parola e cucina con Fabio Tolledi (voce), Mauro Tre (piano) e la signora Assuntina De Iaco e Mimì Carluccio in “Be Bop e pittule” (info3209168440). Domenica 10 dicembre alle 11 visita guidata del centro storico partendo da Piazza del Popolo. Ingresso libero. Info e prenotazioni 3495907685.
Il percorso, dopo San Cesario, Corigliano d’Otranto, San Donato, Vernole (Pisignano e Acaya), Castro e Muro Leccese si concluderà a Tuglie(sabato 23 dicembre). Il progetto ha proposto sette eventi performativi e installazioni multimediali legati all’arte della cucina (ogni sabato pomeriggio) con una inedita formula che mette in scena al contempo attori, musicisti, contributi visivi e sonori ed una “massaia” che cucina in scena per il pubblico. E poi sette visite guidate (ogni domenica mattina) per mettere in evidenza gli attrattori culturali e le bellezze paesaggistiche e architettoniche. Il tutto in sette borghi diversi per un viaggio alla scoperta del Salento.
To kalò fai valorizza la tradizione enogastronomica locale come espressione della tradizione, dell’identità dei luoghi e delle comunità. L’evento, attraverso i sapori e gli odori che si mischiano, le immagini visive legate all’arte della cucina, i recital degli attori che interpretano brani della tradizione letteraria legata al gusto ed alla preparazione dei cibi accompagnati dal vivo da un musicista, coinvolgeranno il pubblico in un viaggio che tocca i 5 sensi, un percorso alchemico sulla cucina salentina, sul condimento, del piacere, del tempo condiviso, del campo comune, delle stagionalità, della semina e del raccolto. Una cucina, quella della tradizione locale,  che trasporta affetto, che prende cura che trasforma e tramuta. Non vi è  rituale senza riferimento al cibo, la cottura delle pietanza e il condimento costruiscono il piacere, la cucina è costruzione di una comunità, è lo spazio che si apre ad una pratica di reinterpretazione del mondo. “Noi siamo quello che mangiamo” come diceva il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach.
il progetto To kalò fai è finanziato nell’ambito del bando InPuglia365 – Sapori e colori d’autunno – Programma operativo Regionale FESR-FSE 2014 – 2020 “Attrattori culturali, naturali e turismo” Asse VI – Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali – Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche.

 

 

 


Astràgali nasce nel 1981 a Lecce per fare teatro, per formare attori, per dare vita ad uno spazio di circolazione dei discorsi e delle pratiche, per elaborare progettualità, per tessere trame e relazion

 

i. Dal 1985 è riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come compagnia teatrale d’innovazione. Dal 2012 è sede del Centro Italiano dell’International Theatre Institute dell’Unesco. È membro della Anna Lindh Euro-Mediterranean Foundation for the Dialogue between Cultures. Ha realizzato progetti artistici, spettacoli, attività in circa 30 paesi in tutto il mondo.

Astragali Teatro
Via Giuseppe Candido 23
73100, Lecce
Tel 0832306194
Cell 3209168440
Info www.astragali.org

(fonte: comunicato stampa)

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)