Ulivo d’oro al regista Michael Winterbottom. Domani anteprima nazionale di Broken

Lecce ha accolto oggi il regista Michael Winterbottom protagonista del cinema europeo al quale il festival rende omaggio. Regista, sceneggiatore, produttore, tra i più eclettici, Winterbottom è il protagonista della seconda giornata del Festival del Cinema Europeo e questa sera, martedì 10 aprile alle 20.30 (sala 2),  incontrerà il pubblico, presentato da Luca Bandirali e ritirerà l’Ulivo d’Oro alla Carriera. Al termine dell’incontro seguirà la proiezione del film Cose di questo mondo (2002), pellicola vincitrice dell’Orso d’oro al Festival di Berlino nel 2003.

Dopo gli inizi come regista per il piccolo schermo, Michael Winterbottom è un autore che più di tutti si è cimentato con grande forza inventiva in differenti generi cinematografici. Talento prolifico, ma mai superficiale, il regista ha spesso scelto uno stile narrativo a metà strada tra realtà documentaria e finzione. Nel corso degli anni, grazie al suo stile sperimentale e sempre originale, è diventato molto noto anche nel circuito del cinema indipendente.

Attualmente il regista è impegnato con Greed, una satira sul mondo dei super ricchi e sulla loro apparentemente insaziabile avidità, interpretata da Sacha Baron Cohen, il cui personaggio emula il miliardario Green Philip, a capo della catena dei grandi magazzini BHS.

L’anteprima nazionale di Broken, di Edmond Budina, sarà invece l’evento speciale della terza giornata del Festival del Cinema Europeo, diretto da Alberto La Monica.

Il film, che sarà presentato mercoledì 11 aprile alle 20.30 (sala2), racconta come tanti anni d’ingiusta sofferenza in un carcere straniero sono nulla di fronte all’ingratitudine delle persone più care, che si trasformano quando si tratta di salvaguardare il profitto e i propri interessi, dimenticando che la distruzione dell’anima e dell’ambiente sono in primo luogo una perdita e una devastazione di se stessi.

La proiezione sarà preceduta da un incontro su cinema e cultura albanese con interventi di Anila Bitri (Ambasciatore della Repubblica d’Albania), Loredana Capone (Assessore Industria Turistica e Culturale Regione Puglia), Maurizio Sciarra (Presidente Apulia Film Commission), Iris Elezi (Direttore dell’Archivio Centrale del Film Albanese), del regista Edmond Budina e dei produttori Adele Budina e Paolo Spina.

Per la sezione Cinema e Realtà alle 22.15 (sala 1) è in programma un’altra anteprima, quella del documentario Il quartiere di Filippo Cariglia che mette in evidenza la vita nel quartiere San Pio di Lecce, cambiato nel corso degli anni. Un quartiere spartiacque tra la vecchia città e quella che da qualche anno sembra essere popolata solo da studenti universitari e persone anziane. Quello che un tempo sembrava essere la periferia della città, è diventato in breve il centro della vita notturna cittadina. Al termine della proiezione il regista incontrerà il pubblico.

 

Continuano gli omaggi ai protagonisti del cinema europeo; per la regista ungherese Ildikó Enyedi, alle 18.00 (sala 1) Il mio XX secolo in edizione restaurata, mentre per l’inglese Michael Winterbottom sono in programma alle 11.00 (sala 3) Le bianche tracce della vita e alle 22.00 (sala 4) The killer inside me.

 

L’Apollonide – souvenirs de la maison close di Bertrànd Bonello e La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana sono i due film di domani per la sezione dedicata a Jasmine Trinca.

Mentre per Kim Rossi Stuart alle 11.00 (sala 2) sarà proiettato Le chiavi di casa di Gianni Amelio e alle 18.00 (sala 3) Anche libero va bene di Kim Rossi Stuart.

Per il secondo appuntamento per Omaggio al Sessantotto alle 20.00 (sala 3) il film di Jean-Luc Godard One plus one.

Per la nona edizione del Premio Mario Verdone è in programma il film Moglie e marito (Italia, 2017) di Simone Godano (sala 3, ore 22.00).

Continuano le proiezioni dedicate alla Commedia Europea; in sala 4 alle 18.00 è in programma Streakers (Svizzera, 2017) di Peter Luisi.

Western (Germania-Bulgaria-Austria) di Valeska Grisebach è il film in programma per la sezione Premio Lux, il concorso cinematografico del Parlamento Europeo che favorisce il dibattito sulle questioni sociali e i valori che più rappresentano la società europea.

 

In sala 5 continua il concorso per l’assegnazione dell’Ulivo d’Oro “Premio Cristina Soldano al Miglior Film”:

alle 18.00 The party’s over di Marie Garel-Weiss (Francia, 2017), la storia di un’amicizia tra Céleste e Sihem, nata in un centro di recupero. Amicizia che sarà la loro forza, ma anche un ostacolo fuori da un rifugio sicuro. Al termine della proiezione ci sarà un incontro con la regista

Alle 20.00 3/4 Three Quarters di Ilian Metev (Bulgaria-Germania, 2017). Un ritratto di una famiglia, composta dal padre e dai suoi due figli, che a seguito della scomparsa della madre, cercano un nuovo equilibrio nell’ultima estate trascorsa insieme.

Alle 21.45 Pororoka di Constantin Popescu (Romania-Francia, 2017) narra il dramma di Cristina e Tudor, una coppia di trentenni con figli piccoli, che si trova ad affrontare la scomparsa della loro piccola Maria nel parco.

In sala 4 a partire dalle 20.00 inizia la rassegna FESTIVAL IN CORTO, che comprende la proiezione dei corti della sezione PUGLIA SHOW (in concorso e fuori concorso), PREMIO EMIDIO GRECO e lavori realizzati dagli allievi della Scuola Nazionale di Cinema.

(fonte: comunicato stampa)

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)