Sulla sabbia il profumo d’inverno di Anna Leo. Dialoghi e riflessioni sul nostro tempo

La poesia per il sociale. Le pagine del libro “Sulla sabbia il profumo d’inverno” di Anna Leo (edizioni Il Raggio Verde) diventano occasione d’incontro per riflettere sul valore salvifico della parola, sul considerare l’errore come momento di crescita perché riconoscere di avere sbagliato è il primo passo per poter ricominciare a guardare la vita da una prospettiva diversa. Sulla sabbia il profumo d’inverno – dialoghi e riflessioni sul nostro tempo è il tema della manifestazione promossa dalla Comunità Emmanuel  e Rete Tiapp in collaborazione con l’associazione Le Cento Pagine e la casa editrice Il Raggio Verde che si terrà giovedì 10 maggio ore 18 nella Sala Mosaico della Comunità Emmanuel (strada provinciale Lecce Novoli, 23).

Sarà un incontro a più voci per ripercorrere il nostro tempo, attraverso la lettura di alcuni versi nel tentativo di cercare di riappropriarsi di valori persi o smarriti. Dopo i saluti di padre Mario Marafioti, interverranno Silvia Miglietta Assessore alle Pari Opportunità, il dott. Vincenzo Leone psicoterapeuta. Dialogherà con l’autrice Anna Leo lo psicologo Dino Pizzoleo. Introduce la serata la giornalista Antonietta Fulvio direttrice della collana ConTestiDiVersi.

 

Il libro

“C’è il sapore del mare in questa raccolta di poesie di Anna Leo, dense come la sabbia d’inverno che lascia solchi profondi, ma anche leggere come quella calda d’estate che si lascia velocemente scivolare tra le dita. Tutto passa, il tempo ineluttabile ce lo dimostra, giorno dopo giorno, eppure il verso, come il tronco che si lascia modellare dal mare, restituisce alla parola nuova vita. Come l’onda non rinuncia al suo movimento eterno così la poesia si fa racconto di un vissuto che appartiene al mondo.” – scrive Antonietta Fulvio a proposito della nuova raccolta della poetessa Anna Leo che ama definirsi «un incontro tra spirito e materia, alla ricerca di me stessa nella bellezza dell’infinito.»

Dopo il libro d’esordio, “Ai margini dell’anima” (2016), l’autrice leccese scandaglia in questa nuova raccolta la società e le sue convenzioni, il disagio, il mal de vivre, il dolore, la violenza incomprensibile e inaccettabile contro cui ci si deve ribellare incominciando ad uscire dal silenzio ma c’è anche tanto spazio per ripensare alla bellezza della vita, al valore della famiglia e a sentimenti universali come l’amore e l’amicizia.

Laureata in Sociologia presso l’Università del Salento, Anna Leo è presidente dell’Associazione culturale “Le Cento Pagine” e insieme alla Rete TIAPP e Comunità Emmanuel si occupa della prevenzione sulle dipendenze patologiche, tra le quali il gioco d’azzardo, oggetto della sua tesi di Laurea. Autrice di diversi racconti, tra i quali “Una stella sul casale”.

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)