A Tarquinia

 

Giovedì 26 dalle 17 alle 19 e 30 l’apertura per la prima rappresentazione

A Santo Stefano le prime emozioni con il Presepe Vivente di Tarquinia

Tutto è pronto, ormai, nel centro storico tarquiniese: lungo le suggestioni di via dell’Archetto, già trasformatasi in un antico mercato; tre le ombre di via degli Archi, popolata dai lebbrosi; nel brulicare di vicolo del Poggio, animato da osti e avventori. Tutto è pronto, infine, in via San Martino, dove una stalla ospiterà la rappresentazione del miracolo della Natività.

Mercoledì 26 dicembre, giorno di Santo Stefano, apre i battenti l’edizione 2012 del Presepe Vivente Città di Tarquinia, e lo fa regalando ai visitatori un’esperienza rinnovata sotto numerosi punti di vista, a partire – appunto – dal percorso. Quasi quattrocento figuranti, un percorso di oltre mille metri che i volontari – all’opera da inizio dicembre – hanno trasformato con scenografie e strutture appositamente realizzate per l’evento.

Alle 17 del giorno di Santo Stefano, insomma, il via al viaggio nel tempo: partendo – ed è una novità assoluta – dall’abside della chiesa di San Pancrazio: dove un enorme porta sorvegliata dai legionari segnerà il passaggio dalla realtà al sogno, in un’esperienza che mescola sacralità, folclore, divertimento e che, soprattutto, genera emozione. In chi la visita ed in chi la realizza ed interpreta. E sarà una passeggiata ricca di sorprese e suggestioni: i contrasti tra il lusso della corte di Erode e le difficoltà di un popolo che vive d’espedienti e lotta contro la lebbra; i suoni ed i sapori di una vita che solo all’apparenza è del passato, vissuti anche tramite la degustazione di prodotti tipici; le scene di rappresentazione che toccano tutti i registri, dal divertito al toccante. Sino al momento della natività, con la stella cometa che – in un ultimo tratto che richiama l’atmosfera delle campagne – guiderà i visitatori alla mangiatoia come, secondo la Bibbia, fece con i Re Magi.

L’ingresso al pubblico – previsto dalle 17 alle 19 e 30 – è in piazza Matteotti, sotto l’arco del Palazzo Comunale di Tarquinia: il biglietto d’ingresso, acquistabile in appositi punti di distribuzione presenti nella piazza, ha il costo di 3 euro. Oltre all’appuntamento di mercoledì, sono in programma altre due rappresentazioni, il 30 dicembre 2012 ed il 6 gennaio 2013: quest’ultimo appuntamento, peraltro, sarà impreziosito da una sfilata che – in apertura ed in chiusura della rappresentazione – vedrà protagonisti i Re Magi con i loro cammelli, in una giornata dalle suggestioni davvero uniche.

L’organizzazione del Presepe Vivente Città di Tarquinia è, quest’anno, affidata alla Pro Loco Tarquinia, con la collaborazione dei volontari del Gruppo Presepe Vivente ed il sostegno di Comune di Tarquinia, Università Agraria ed Enel.

(fonte: comunicato stampa)

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)