Poliedro. Danza. Ora, lo spettacolo diretto dall’artista Francesco Zavattari al Teatro Verdi di Pisa

PISA. Dopo masterclass, mostre ed eventi di vario genere di cui è stato protagonista a inizio 2019 in giro per l’Europa e il grande successo della live performance esclusiva di aprile su un grattacielo di Manhattan a New York, Francesco Zavattari torna a lavorare in Italia con una seconda regia al Teatro Verdi di Pisa: se l’esordio dello scorso anno in questo ambito aveva visto la trasposizione scenica di Universo Instabile, una delle sue serie pittoriche più famose, questa è la volta di Poliedro, tra i concetti principe della sua arte già affrontato in vari contesti espositivi.

Titolo dello spettacolo, infatti, è Poliedro. Danza. Ora, che va a recuperare in particolare le suggestioni dell’installazione ambientale Poliedro. Resta. Ora, realizzata in esclusiva lo scorso ottobre per il Kunstschau_Contemporary Place di Lecce. Dotato di facce piane poligonali di cui l’artista evidenzia i soli contorni e sospeso a mezz’aria tra i tiranti in tensione, il Poliedro si manifesta allo spettatore come fermo immagine di un’esplosione, una detonazione in pieno svolgimento e tuttavia bloccata nell’istante stesso in cui va consumandosi. Il pubblico è dunque invitato a soffermarsi con attenzione e passione, a vivere l’istante di trasformazione e deflagrazione come se fosse unico e sospeso nel tempo: un percorso alla scoperta del dissolvimento formale dell’opera, trattenendo con lo sguardo l’unità formale e sublimando l’attimo. Grande protagonista dell’installazione è la voce narrante di Sandro Lombardi che, con un intervento inedito appositamente realizzato, si fa espressione sonora del manifesto concettuale redatto dall’artista e del Poliedro stesso.

A pochi giorni dall’uscita nelle sale cinematografiche di tutta Italia del docu-film Dentro Caravaggio, prodotto da Nexo Digital e dedicato a Michelangelo Merisi, in cui il grande Lombardi è assoluto protagonista, la sua voce andrà dunque a permeare anche lo spettacolo Poliedro. Danza. Ora, in esordio al Teatro Verdi di Pisa sabato 15 giugno alle ore 21: continua la sinergia con Annalisa Ciuti, che curerà la Direzione Artistica e le coreografie del Corpo di Ballo di Studio Danza e con la quale più volte a oggi Zavattari ha condiviso importanti progetti artistici legati al mondo della danza. Ad arricchire quest’anno il format, la partecipazione di KinesioSport sotto la guida da Giulia Grigatti.

 

In coerenza con il concetto espresso da questa particolare declinazione di Poliedro, lo spettacolo darà forma all’invito dell’artista a cogliere l’hic et nunc del movimento, dell’istante performativo, della connessione fisica e concettuale che si andrà a creare sia sul palco sia in platea mediante differenti espressioni stilistiche. La silhouette dell’icosaedro andrà a intrecciarsi con i movimenti e le coreografie, a interagire con retroproiezioni visionarie originali, che avranno come protagonisti gli stessi ballerini, andando così a richiamare uno sdoppiamento, uno spettacolo nello spettacolo dall’intensa commistione di mezzi espressivi eterogenei. La straordinaria voce di Sandro Lombardi guiderà gli spettatori in questo viaggio verso l’introspezione e la coscienza dell’istante, nell’attraversamento di sentimenti, azioni e passioni che, sebbene apparentemente transitori e legati alla contingenza, assumono carattere eterno e atemporale grazie all’espressione e  formalizzazione artistica.

 

(fonte: comunicato stampa)

immagini: courtesy press office e management ‘Francesco Zavattari Artworks & Design

 

 

 

 

POLIEDRO. DANZA. ORA

Sabato 15 giugno ore 21

Teatro Verdi – Via Palestro 40 Pisa

 

Regia: Francesco Zavattari

Direzione Artistica: Annalisa Ciuti

Corpo di Ballo: Studio Danza Pisa

 

Con la partecipazione di KinesioSport

Direzione artistica: Giulia Grigatti

Assistenti: Fabiana Scanniffio, Erica Vanni

 

Con il contributo sonoro originale di SANDRO LOMBARDI

 

Aiuto Regista: Silvia Cosentino

Direttore di Scena: Siro Tolomei

Assistente di Scena: Jacopo Tolomei

Assistente alla Produzione: Carlo Controzzi

 

Fonico: Franco Puccini

Luci: Michele Della Mea

 

Fotografia per Francesco Zavattari: Aurora Giampaoli

 

Per Studio Danza

Propedeutica, Classica, Moderno, Sbarra a terra: Annalisa Ciuti

Hip-hop: Silvia Baglini

Flamenco: Claudio Iavarone

 

Biglietti:

Biglietto unico: € 20,00

Acquisto diretto presso il teatro la sera stessa dello spettacolo.

Prevendite da sabato 8 giugno alle ore 15 presso ‘Studio Danza’ – Via G.Volpe 80, Ospedaletto, Pisa

(Dal lunedì al venerdì – ore 16/20).

 

Info:

328.2183274 – info@studiodanzapisa.it

www.zavattari.com – facebook.com/zavattari

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)