Dai graffiti alla tavoletta grafica: “Segno”

Dai graffiti alla tavoletta grafica: “Segno”

 

 

Promotori & Organizzatori
Associazione Hansel & Greta|L’APERITIVO ILLVSTRATO MM
Partner istituzionale
Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro
Con il Patrocinio di
Comune di Pesaro|Provincia di Pesaro e Urbino|Assemblea Legislativa delle Marche
In collaborazione con
Accademia di Belle Arti di Brera|Istituto Europeo di Design|Associazione Illustratori
A cura di
Christina Magnanelli Weitensfelder|Marco Nardini
Presidente della giuria Ludovico Pratesi

La prima rivista italiana illustrata di informazione artistica e culturale annuncia l’uscita del bando di partecipazione al Terzo Premio d’Arte Internazionale Aperitivo Illustrato, aperto ad artisti di qualsiasi nazione ed età.
Per il Premio di quest’anno, L’Aperitivo Illustrato MM (Magazine Mensile) ha scelto il tema dell’Illustrazione, in tutte le sue possibili declinazioni, e un titolo emblematico: “Segno”.

Dopo il grande successo delle scorse edizioni, con eccezionale riscontro di partecipanti, il Premio d’Arte Internazionale Aperitivo Illustrato 2011, prosegue riconfermando la felice partecipazione istituzionale della città di Pesaro, dove a dicembre si svolgeranno le premiazioni, l’esposizione dei finalisti e coinvolgenti mostre ed eventi collaterali sul tema.

Promosso e organizzato da Associazione Hansel & Greta e L’Aperitivo Illustrato MM, Il Premio 2011 è realizzato grazie alla consolidata partnership con il Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro e con il patrocinio del Comune di Pesaro, della Provincia di Pesaro e Urbino e dell’Assemblea Legislativa delle Marche. L’edizione 2011 vanta altresì le prestigiose collaborazioni dell’Accademia di Belle Arti di Brera, dell’Istituto Europeo di Design e dell’Associazione Illustratori di Milano; istituzioni che hanno scelto di essere sodali in questo Premio internazionale finalizzato a coinvolgere i giovani artisti e a valorizzarne il talento.

Paolo d’Altan ha accettato inoltre di essere Testimonial del Premio 2011 con una delle sue emblematiche immagini (foto a lato) dedicate al racconto Mr. Vertigo di Paul Auster.  Un’immagine evocativa che, esemplificando al meglio il felice approdo alla professione dell’Illustrazione, è di ispirazione per tutti i partecipanti.

Prendendo spunto dalla scelta editoriale del magazine L’Aperitivo Illustrato MM, i curatori Christina Magnanelli Weitensfelder e Marco Nardini hanno voluto dedicare il Premio 2011 all’Illustrazione in quanto disciplina universalmente diffusa e meritevole di attenzione tra le espressioni sempre più ricche e variegate dell’arte contemporanea.
Rappresentazione visiva di origini antichissime, da quando l’uomo primitivo ha sentito la necessità di raccontare il proprio mondo attraverso segni iconici e simbolici, l’illustrazione è ancora più affascinante e facilmente fruibile in un’epoca ricca di immagini come la nostra; impiegata dall’editoria alla pubblicità, dagli storyboard di film, alle animazioni, al graphic design, ha una funzione descrittiva o funzionale ad un testo per accezione, ma può essere altresì significativa e autonoma.
Da qui il titolo “Segno” inteso come espressione di un contenuto, come rappresentazione visibile dell’invisibile, che si inserisce nel circuito della comunicazione, stimolando l’interpretazione e l’immaginazione.

Così scrivono nell’introduzione al bando i curatori:
«Scomporre e comporre, disegnare o sognare, sono atti e momenti in cui l’operare artistico tende a violare i vincoli rigidi del perenne processo di trasformazione, una metamorfosi nella quale l’artista riesce a segnare un passaggio, lasciando su di sé e per gli altri, la sua impressione, il suo “ségno”.
Il tema del bando 2011, terza edizione del Premio d’Arte Internazionale Aperitivo Illustrato, si orienta proprio attraverso il contatto primo tra creazione e materia; tra artista e mezzo espressivo.
L’idea della ricerca, fondante per ogni attività tesa al raggiungimento di una riconoscibilità delle cose d’arte, ci permette di fare due considerazioni.
La prima: il lavoro non deve mostrare solo di aver cercato e ricercato il modo  con cui realizzare una necessità espressiva, quindi tendente alla sperimentazione.
La seconda che il raggiungimento di quella necessità, debba passare per la conoscenza delle tecniche. Il processo di trasformazione continua trova così, il proprio compimento nella capacità di rifondare le ragioni di un operare artistico entro nuovi perimetri, talora circoscritti ma anche dilatati, se per convenzione di scelta.
L’arte non evolve da sola, le idee dei popoli cambiano e con queste i modi di espressione. Variazione non significa evoluzione
In realtà a ben guardare, solo se le tecniche sono espressione di un progetto, possiamo affermare che l’idea della ricerca acquisisce un valore di indagine e di significato, oltre una genericità e verso anche una specificità. Essa ci mostrerà sempre l’esito della ricerca e non la direzione della stessa, un risultato qualitativamente accettabile e ammirevole.
In tal senso, il concorso si rivolge con particolare interesse ad alcune aree di specificità, quali: l’illustrazione e la grafica, con tutte le sue declinazioni, derivazioni, distorsioni e distrazioni.»

Trenta opere finaliste saranno selezionate da una giuria presieduta dal direttore del Centro Arti Visive Pescheria, Ludovico Pratesi, e composta da docenti del settore e da Illustratori professionisti affermati, quali Cinzia Battistel e Franco Tempesta, che proclameranno il primo, il secondo e il terzo classificato.  Tutte le illustrazioni parteciperanno alla collettiva che si terrà dal 17 dicembre 2011 al 1 gennaio 2012 presso l’Ex Chiesa della Maddalena di Pesaro e saranno pubblicate in un catalogo d’arte. Durante la Cerimonia di Premiazione prevista per il 17 dicembre 2011, sempre all’Ex Chiesa della Maddalena, l’opera vincitrice verrà donata al Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro, dove si terrà una mostra personale dell’artista premiato nel corso del 2012.

L’edizione del Premio 2011 sarà inoltre l’occasione per proporre al pubblico ulteriori momenti di incontro e approfondimento come workshop didattici, mostre, spettacoli e presentazione di libri.

Il bando del concorso è già disponibile e gli artisti partecipanti potranno presentare opere realizzate in piena libertà stilistica con qualsiasi tecnica grafica e pittorica su carta suo mano nel formato unificato 35x25cm, (incisione, litografia, matita, carboncino, acquerello, tempera, olio, collage, opere digitali elaborate a mano, tecnica mista).
Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro e non oltre il 30 ottobre 2011.
La giuria, oltre ad essere presieduta da Ludovico Pratesi, è composta da:  Adriano Bacillieri, Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Bologna; Stefano Pizzi, Docente di pittura e pro rettore Accademia di Brera; Daniela Brambilla, Docente di illustrazione IED Milano; Enrico Manelli, già Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Ravenna, e dagli Illustratori Cinzia Battistel e Franco Tempesta.

Tutti i dettagli nel bando, scaricabile dal sito del premio www.premiodarteaperitivoillustrato.com

(fonte: comunicato stampa)

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)