Marzodonnaduemiladodici. Napoli e le donne

Napoli e le donne. Un otto marzo ricco di eventi

Marzodonnaduemiladodici

Un mese di marzo davvero speciale, “Marzodonnaduemiladodici”, giacché incrocia una straordinaria attività fra iniziative organizzate dalle Istituzioni e autogestite dalle Associazioni e dalle donne espressione della società civile. Un circuito virtuoso che unisce le forze e si rivolge a tutte le donne di Napoli. Può, infatti, contare su un programma fitto, declinato su due settimane, dove trovano voce e rappresentazione tantissime realtà femminili cittadine.
Il suo contenuto è stato illustrato oggi, nella Sala Giunta di Palazzo San Giacomo, dall’Assessore alle Pari Opportunità, Giuseppina Tommasielli, alla presenza del Sindaco, Luigi De Magistris e delle altre Assessore della sua Giunta, Antonella Di Nocera, Anna Donati e Annamaria Palmieri, e con la partecipazione dell’universo femminile istituzionale e delle Associazioni.
Il programma presentato intreccia le proposte istituzionali ideate dal Comune di Napoli con le oltre 50 iniziative, provenienti “dal basso”, che sono state selezionate con un apposito bando. Esse spaziano nei campi della solidarietà, del lavoro – da quello subordinato alle libere professioni, all’artigianato ed agli antichi mestieri -, della tutela dalla violenza di genere e dalla distorta comunicazione dell’immagine femminile, del dialogo interculturale ed interetnico, della salvaguardia della salute, dei saperi delle donne: arte ed arti espressive, fotografia, storia, letteratura & poesia, scienze, sport, percorsi turistici al femminile, musica. Ovvero l’intero affresco delle donne.
In anteprima, il 7 marzo si partirà con un incontro sull’autodifesa femminile, destinato alle giovani alunne delle scuole superiori delle dieci Municipalità, “Donne al sicuro”.

E, “Per non dimenticare”, le innumerevoli donne maltrattate, stuprate, persino uccise, di cui si è persa memoria nel fiume eterno della storia, l’Assessore Tommasielli, alle 9:30 dell’8 marzo, nei giardini di Piazza Municipio, prospicienti Palazzo San Giacomo, inaugurerà un’aiuola di Rose “Donne d’Italia 150 anni”, varietà floreale creata dall’ibridatore Antonio Marchese, creata su iniziativa dell’Associazione Maddalena, col sostegno di UNICREDIT, in omaggio alla tragica sorte di queste donne. Un monumento vivo per ricordare una grande ferita dell’umanità.
Sul versante del lavoro, sempre l’8 marzo, le proposte per “una rinascita di Napoli” hanno quale fulcro i Fondi sociali europei, che saranno il tema del convegno in programma all’Antisala dei Baroni al Maschio Angioino, a cui parteciperanno anche la Regione Campania ed esponenti delle Università partenopee. Inoltre, un’altra occasione per analizzare le prospettive occupazionali riguarderà le libere professioni, tema, questo, che animerà la convention in programma il pomeriggio del 9 marzo, sempre all’Antisala dei Baroni.
Sul tema dell’immagine femminile, la parola alla fotografia: il concorso fotografico “Loro di Napoli”, in collaborazione con l’Associazione Giu Box, rivolto a giovani fotografi che propongano un’immagine veritiera ed emblematica della donna; la mostra in San Severo al Pendino culminerà la sera dell’8 marzo con la premiazione delle foto più significative.
Domenica 11 marzo, alla Galleria Principe di Napoli si realizzerà un importante ed inedito momento di dialogo interculturale, creato in collaborazione con i Sindacati CGIL – CISL ed UIL, che vedrà la partecipazione delle donne delle numerose comunità etniche stanziali a Napoli: in programma una mostra di artigianato etnico, un significativo convegno sui nodi del diritto al lavoro e la cittadinanza agli immigrati, nonché danze popolari e degustazioni di piatti multietnici.
Una visione ad ampio spettro sulla situazione nazionale ed internazionale in tema di Pari Opportunità troverà spazio con la presentazione del Documento del Governo Ombra “Lavori in corsa”, a cura del CEDAW, rivolta alle Associazioni femminili napoletane, alle parti sociali, alle Istituzioni, alle Consigliere ed esperte sulle pari opportunità a livello locale e nazionale, che avrà luogo nell’Antisala dei Baroni il pomeriggio del 15 marzo.
Un’occasione attesa da anni avrà luogo il 20 marzo: la presentazione del progetto della Casa delle Donne che si verificherà presso l’ex Asilo Filangieri, con la partecipazione anche del sindaco De Magistris e dell’Assessore Tuccillo. Uno spazio desiderato ed auspicato, dove si ritroveranno le attività e le Associazioni che da sempre si battono per un mondo declinato anche al femminile.
Naturalmente, sono questi solo alcuni degli eventi che il ricco programma, mai così ampio e partecipato, fiorito quest’anno grazie all’impegno del Comune e delle Associazioni, di cui si dà conto nella sua interezza nella corposa brochure che raccoglie tutte le iniziative afferenti a Marzodonnaduemiladodici. Uno sforzo congiunto che si declinerà oltre i confini temporali del programma stesso, in una prospettiva di sempre più pervasiva presenza delle donne nella società, nel tessuto economico, nel mondo della cultura a Napoli.

 

(Foto: L’Assessore Pina Tommasielli dedica un roseto in piazza del Municipio
alle tante donne maltrattate e vittime ogni giorno di violenza, fonte ufficio stampa Comune di Napoli)

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)