Arte contemporanea al Castello Carlo V di Lecce

 

Dal 17 giugno al 17 luglio nel Castello Carlo V di Lecce la rassegna organizzata dal Gruppo Tracce

Biennale del Salento

di Antonietta Fulvio

 

 

 

 

 

“Opere in movimento, arte totale, installazioni che si immergono nel buio delle sale, per dare vita a mondi di luce/ombre dove le regole dello spazio, del tempo e delle dimensioni vengono favolosamente stravolte”. Sarà questo il leit motiv della Biennale del Salento – rassegna internazionale di arte contemporanea –  che si inaugura stasera nelle sale del Castello Carlo V.

Sorpresa, originalità, novità, dialogo culturale e artistico saranno queste le direttrici della seconda edizione della manifestazione ideata e organizzata dal Gruppo Tracce.

Per un mese, dal 17 giugno al 17 luglio,  gli spazi monumentali del Castello Carlo V diverranno il luogo dell’arte contemporanea interpretata, vissuta, concepita da una trentina di artisti che hanno aderito al progetto espositivo.

Nato nel 2008 da un’idea di Fernando Perrone e Vittorio Tapparini, a cui si sono aggiunti nel corso degli anni Ornella Durini e Fulvia Perrone, il Gruppo Tracce firma, tra gli altri, due grandi eventi: la prima rassegna d’arte contemporanea “MateriaMente” nell’open space degli ex Magazzini Upim (2008) e la rassegna  “Gridlock’d”  allestita nel Complesso monumentale di san Francesco della Scarpa (2010).

In collaborazione con il Comune di Lecce e l’Assessorato alle Attività Produttive ha dato vita Il il 5 marzo 2011  alla prima “Casa degli Artisti” presso l’ex Règia Stazione Ippica” (in via Lequile 117 a Lecce), uno spazio dedicato all’arte e luogo di incontro di artisti nazionali e internazionali con l’intento di rinnovare idee e  generare indotto attraverso la crescita culturale ed economica del territori.

 

Con questo spirito, si rinnova l’appuntamento con la Biennale del Salento che vedrà la partecipazione di Mauro Arnesano, Daphne Cazalet, Giovanni Carpignano, Giò Cofano, Mario Cristofalo, Roberto Dell’Anna, John De Feu, Claudio Di Lorenzo, Elisabetta De Giorgi, Ornella Durini, Giuseppe Gramegna, Giovanni Gravante, Onelia Greco, Gianfranco Margiotta, Pietro Palmisano, Angelo Patera, Pablo Peron, Fernando Perrone, Fulvia Perrone, Afriano Radeglia, Salvatore Rizzello, Salvatore Rosato, Maurizio Sacquegno, Massimo Schito, Vittorio Tapparini, Tarhito, Vanda Valente, Mihaela Vasilescu, Giuseppe Zilli e Ugo Tapparini. Non resta che aspettare questa sera il fatidico taglio del nastro e addentrarsi nei meandri del medioevale  maniero leccese  che tra arte e performance sarà proiettato nella contemporaneità.

La rassegna è patrocinata da Comune e  Provincia di Lecce, Mibac e Diirezione Regionale Puglia del Ministero dei Beni Culturali.

La Biennale sarà visitabile nelle sale del Castello Carlo V dal 16 giugno al 17 luglio, tutti i giorni (domenica inclusa) dalle 9 alle 13 e dalle 16.30 alle 20.30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)