Le notti dell’Archeologia

Dal 1 al 31 luglio oltre 250 eventi nei musei della Toscana

Notti dell’Archeologia

Luglio nel segno dell’archeologia in Toscana con il ritorno del consolidato appuntamento  “Le Notti dell’Archeologia”, una manifestazione che riesce a coniugare la storia con lo spettacolo, con la natura e l’enogastronomia.
I musei toscani aprono ancora una volta le loro porte per svelare la storia e le testimonianze di una terra ricca e affascinante.

Ben oltre 250 sono gli eventi proposti dai musei di tutta la  Toscana e dopo il successo della prima edizione, torna il Festival del Cinema  di Archeologia, che grazie a Parchi Val di Cornia ed al Comune di  Siena è ospitato in questa occasione in due luoghi bellissimi: il castello di Piombino, con l’isola d’Elba come sfondo, dove avrà luogo  la serata inaugurale dedicata all’uomo ed il mare insieme ad un  ospite d’eccezione, Folco Quilici, e Piazza del Duomo a Siena, dove  si svolgeranno tre serate con il meglio delle più recenti narrazioni
documentarie e la possibilità da parte del pubblico di votare la pellicola migliore.
Tra le attività aperte alla partecipazione del pubblico di ogni età anche  quest’anno non mancano le rievocazioni.

La Maremma sarà protagonista dell’iniziativa proposta dall’Associazione Musei Archeologici Toscani (AMAT) con un progetto che rievoca il viaggio di un carro etrusco lungo le antiche vie di commercio. Un percorso che si snoderà tra  il Parco Naturale della Maremma e le aree archeologiche di Vetulonia  e Roselle, con visite guidate, degustazioni, laboratori e spettacoli serali. A Massarosa (Lu) l’area archeologica si animerà con Massaciuccoli Romana – Festival dell’Antica Roma, dove si potranno rivivere per  un giorno le atmosfere ed il fascino di un accampamento romano e
scoprire gli aspetti della vita civile e militare.

Ma le proposte sono davvero tantissime: dai percorsi di archeotrekking  per gli amanti della natura ai laboratori didattici e di archeologia sperimentale ; dalle visite  guidate ad aree archeologiche e musei; conferenze ed incontri per  conoscere gli ultimi risultati delle ricerche insieme agli archeologi  delle Università e delle Soprintendenze. E, naturalmente, “l’apertura notturna dei Musei – spiega Cristina Scaletti assessore alla Cultura, Turismo e Commercio della Regione Toscana – che sono all’origine  del nome delle “Notti dell’archeologia”, che saranno animate da  spettacoli e degustazioni grazie anche alla rete di Vetrina Toscana. Un ricco programma di eventi che offre un motivo in più per visitare la Toscana nel mese di luglio.”

red. Arte e Luoghi

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)