Convegno Internazionale di Studi a Lecce

Testimonianze, tavole rotonde, proiezioni e performances. Il 28 e 29 giugno all’Ex Conservatorio S. Anna

Il Mediterraneo: alle origini della letteratura di Viaggio

 

Lecce diventa capitale internazionale della critica letteraria. Il Mediterraneo: alle origini della letteratura di Viaggio sarà il tema del convegno internazionale di studi che si svolgerà dal 28 al 29 giugno, a partire dalle ore 9.00,  presso la sede dell’ Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo , in Via Libertini, 1 – Ex Conservatorio S. Anna.

Interverranno Adriana Poli Bortone (Presidente Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo), Antonio Gabellone (Presidente Provincia di Lecce), Carmen Tessitore (ViceSindaco Comune di Lecce), Marcella Gorgoni (Prorettore Università del Salento) Mauro Sbocchi (Presidente Istituto di Culture Mediterranee della Provincia di Lecce), Alfredo Prete (Presidente Camera di Commercio di Lecce).

 

Sarà Neria De Giovanni (Presidente AICL) ad introdurre  i lavori del convegno che vedrà la partecipazione di 24 delegati A.I.C.L provenienti dal tutto il mondo e tre docenti dell’Università del Salento che si confronteranno anche con il pubblico in un dibattito aperto e finalizzato a tracciare quella mappa ideale del Mediterraneo che si è composta attraverso i secoli con i tasselli di un’eredità letteraria multiculturale, che ha visto il “Mare Nostrum “come protagonista e ispiratore, luogo reale e immaginario di tanti viaggi alla ricerca del sé e dell’altro, ma tutti legati dal desiderio di conoscenza e confronto e, quasi sempre, metafora di un viaggio interiore alla ricerca del senso della vita.

Il convegno è promosso dall’Associazione Italiana dei Critici Letterari, dall’Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo di Lecce, e dall’Istituto di Culture  Mediterranee della Provincia di Lecce, con il patrocinio del Comitato Nazionale Minoranze Etnico Linguistiche in Italia, dell’Assessorato al Mediterraneo, Pace e Attività Culturali della Regione Puglia, della Provincia di Lecce, della Città di Lecce, dell’Università del Salento,dell’Università degli Studi di Foggia, della Camera di Commercio di Lecce e di Puglia Promozione e in collaborazione con Grila Communication

red. Arte e Luoghi


“IL MEDITERRANEO: ALLE ORIGINI DELLA LETTERATURA DI VIAGGIO” CONVEGNO INTERNAZIONALE

PROGRAMMA

Venerdì 28 – ore 9.00 ex Conservatorio S. Anna
Saluti Istituzionali
Adriana Poli Bortone (Presidente Agenzia per il
Patrimonio Culturale Euromediterraneo)
Antonio Gabellone (Presidente Provincia di Lecce)
Carmen Tessitore (ViceSindaco Comune di Lecce)
Domenico Laforgia (Rettore Università del Salento)
Mauro Sbocchi (Presidente Istituto di Culture Mediterranee
della Provincia di Lecce)
Alfredo Prete (Presidente Camera di Commercio)

INTRODUZIONE AL CONVEGNO
Neria De Giovanni (Presidente AICL)
9.30 – 13.00 DIBATTITO
Ichiro Saito (VicePresidente AICL, Giappone) – “La
Méditerranée et les Japonais”
Pierfranco Bruni (AICL Puglia, Responsabile del Ministero dei Beni Culturali per il Progetto Etnìe e Letteratura) “Il
Novecento letterario tra i Mediterranei condivisi e le frontiere del Mediterraneo”
J. Pierre Castellani (AICL FRANCIA, Università di Tours) “Alger entre Occident et Orient, représentations littéraires”
William Leparulo (AICL USA, Florida State University)“La théorie de la Méditerranée ed i viaggi di Albert Camus”
Maria Milvia Morciano (AICL Toscana) – “Puglia come un sogno d’oriente. Puglia like an Orient dream”
Max Civili (AICL, Australia) – “L’Istituto internazionale di studi australiani di Lecce: una storia”
13.00 – 14.00 LUNCH
15.00 – 17.30 DIBATTITO
Presiede: Stefan Damian ( AICL Romania, Università di Cluj) – Segretario Generale AICL
Radu Tudorel (Poeta Romania) – “Panait Istrati e il Mediterraneo”
Bruno Rombi (AICL Liguria) – “Il mare nella poesia del grande poeta maltese Oliver Friggieri”
Fabio D’Astore (Università del Salento, Istituto di Culture Mediterranee) “Le donne di Odisseo e l’isola felice”
Antonio Lucio Giannone (Università del Salento) “Tra Italia e Spagna: Bodini e il Corriere Spagnolo”
Marco Leone (Università del Salento) “Femminismo odeporico tra Sei e Settecento”
19.30 VIDEOPROIEZIONE
Franco Idone (AICL Roma, drammaturgo) “Criptoportico: Un cavallo per Penelope”, atti unici
20.30 DINNER

Sabato 29 giugno ex Conservatorio S. Anna
9.30 – 13.00 DIBATTITO
Presiede: Ichiro Saito (Vicepresidente AICL)
Rosa Elisa Giangoia (AICL Liguria) -“Mare nostrum”
Antonio Mendoza (AICL Venezuela, Giornalista Associazione Stampa Estera) – “Il mare che è il morire: José Antonio Ramos Sucre”
Andrè Ughetto (AICL Francia, Capo redattore rivista Phoenix) – “Sull’”Africa”, epopea incompiuta di Petrarca”
Antonio Maria Masia (AICL Sardegna) “L’ultimo viaggio di Antoine de Saint Exupéry”
Teric Boucebci (Scrittore Algeria)
13.00 – 14.00 LUNCH
16.30 – 19.30 ABBAZIA DI SANTA MARIA A CERRATE (LECCE)
Presiede: Pierfranco Bruni (AICL Puglia, Ministero Beni Culturali)
Horia Alupului (Presidente Associazione nazionale del Folklore, Romania) “Da Sulmona a Tomi”
Sabino Caronia (AICL Roma) “D’Annunzio e i miti del Mediterraneo”
Arjan Kallco (AICL Albania, Università di Korce) “La poesia albanese dal 1944 ad oggi e il suo rapporto con il mare”
Josefa Contjioch (AICL Catalogna-Spagna) – “La letteratura catalana e il mare”
Emanuela Forgetta (AICL Campania, Università di Sassari) – “Il viaggio come pretesto nella trilogia d’Italia di Iban L. Llop, scrittore catalano”
Stefan Damian (Segretario generale AICL, Università di Cluj, ROMANIA) – “Lo scrittore Liviu Rebreanu e gli amici italiani”
Andrea Guiati (AICL USA, Buffalo University) – “Mari e fiumi in Giorgio Bassani”
Aldo Jatosti (AICL Abruzzo) – “Ungaretti si illumina d’immenso”
Angelo Sagnelli (AICL Roma, Responsabile culturale Libera Università Caffè Greco) – “Il viaggio della grande poesia del mediterraneo”
CONCLUSIONI
Neria De Giovanni (Presidente AICL)
20.00 COCKTAIL – INTRATTENIMENTO MUSICALE
21.00 – READING LETTERARIO:
Ichiro Saito (Giappone), Pierfranco Bruni (Italia),
J.Pierre Castellani (Francia),Stefan Damian (Romania),
Radu Tudorel (Romania), Bruno Rombi (Italia), Rosa
Elisa Giangoia (Italia), Antonio Mendoza (Venezuela),
Andrè Ughetto (Francia), Antonio Maria Masia (Italia),
Teric Boucebci (Algeria), Horia Alupului (Romania),
Sabino Caronia (Italia), Arjan Kallco (Albania),Josefa
Contijoch (Catalogna-Spagna), Angelo Sagnelli (Italia)

 

 

Info: Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo, Via Libertini n.1 – Ex Conservatorio S. Anna,
Phone. +39_0832_682552   +39_0832_682554 – Fax  +39_0832_682553 – info@agenziaeuromed.it –  www.agenziaeuromed.it

AGENZIA PER IL PATRIMONIO CULTURALE EUROMEDITERRANEO è un ente no profit, nato nel 2003. Le sue azioni sono finalizzate alla tutela, al restauro e alla conservazione, alla valorizzazione e promozione del patrimonio culturale euromediterraneo, anche attraverso il sostegno e la divulgazione delle politiche degli stati nazionali e degli organismi internazionali. L’Agenzia coopera e collabora con Enti, Istituzioni, soggetti pubblici e privati per sollecitare azioni per- manenti a sostegno delle politiche finalizzate ad in- terventi che consentano di conoscere, riconoscere e apprezzare i beni culturali come veicolo d’identità e di integrazione tra le diverse aeree dell’Unione Europea e del Mediterraneo.

L’AICL, Organizzazione non Governativa affiliata all’UNESCO, nasce negli anni sessanta del secolo scorso con la finalità di rafforzare i legami tra le culture, in particolare nel campo della critica letteraria e di promuovere lo sviluppo culturale nel mondo contemporaneo, moltiplicando gli scambi tra letterati di diversi Paesi europei ed extraeuropei.. L’AICL è infatti convinta che il libro sia uno dei maggiori strumenti di diffusione della cultura e della comprensione tra i popoli. A questo scopo l’AICL organizza annualmente dei convegni e dei colloques che si tengono in differenti Paesi su tematiche di largo respiro. L’Associazione è diretta da un Bureau Internazionale che ha come Presidente l’italiana Neria De Giovanni Vicepresidente il giapponese Ichiro Saito e Segretario generale il romeno Stefan Damian.

 

ICM, Istituto di Culture Mediterranee della Provincia di Lecce, è un ente con autonoma personalità giuridica e con autonomia gestionale. E’ una delle strutture di più alto profilo dell’Assessorato alla Cultura, anche se sua funzione precipua è quella di supportare l’attività culturale di ogni assessorato, operando trasversalmente.
La finalità fondamentale dell’Istituto, in armonia con gli indirizzi programmatici dell’Amministrazione Provinciale di Lecce, è quella di aprire il Salento al confronto ed allo scambio con gli altri paesi del bacino del Mediterraneo in modo da favorirne il suo processo di integrazione o di “reintegrazione” all’interno di un tessuto storico e socio-culturale, quello della civiltà mediterranea, che spesso, come in questo caso, trasborda geografie consuete.

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)