Note contro la Tap

Domenica 11 agosto, dalle  18.30 sul lungomare  di San Foca

DANIELE DURANTE E MINO DE SANTIS 

alla festa NO TAP 

 

Un Live acustico per esprimere in musica il dissenso alla costruzione del gasdotto che connetterà Italia e Grecia via Albania “approdando” sulla spiaggia salentina.

Daniele Durante e Mino De Santis, insieme a San Foca dalla parte dei NO TAP. L’etnomusicologo, fondatore del Canzoniere Grecanico e l’anarchico poeta rurale, hanno accolto l’appello del COMITATO NO TAP.  

 

“Ci incontreremo sul Lungomare di San Foca per ribadire a TAP e al governo italiano che qui c’è gente che vive e pensa e non sudditi o cittadini clienti, spiega Marco Santoro Verri del Comitato No Tap. Ribadiremo il nostro “no” ad un’opera inutile per lo sviluppo del Salento.”

Dopo l’intervento pubblico dello scrittore ERRI DE LUCA, domenica 11 agosto, sul lungomare di San Foca, sarà il linguaggio della musica a chiedere all’opinione pubblica di non delegare il diritto al futuro.

Si parte alle ore 17, con il flash mob di tamburelli a cura di BORGO IN FESTA e la sfilata in mare di RETI CONTRO TAP a cura della Cooperativa IL DELFINO. Alle 17.30 saranno i bambini, attraverso laboratori e giochi, con LA SITA, LA CASA DI TOPOLINO e CICLOFFICINA, a dire NO al Gasdotto. Insieme a loro i “Piccoli ambasciatori di Pace” Saharawi accompagnati dall’associazione MELQUIADES APS.

Alle 18.30 seguiranno i live acustici di DANIELE DURANTE, MINO DE SANTIS,  e TOBIA LAMARE e TREBLE.

Alle 19.30, ospiti del COMITATO NO TAP, arrivano da TARANTO i CITTADINI LAVORATORI LIBERI E PENSANTI, da BRINDISI il COMITATO NO CARBONE, e il parroco di FRIGOLE DON RAFFAELE BRUNO. Coordinerà il dibattito, l’interlocutore d’innesco, Gabriella della Monaca dell’Associazione UP – Uniti per il paeSaggio.

“Ascolteremo chi, come noi ogni giorno, difende l’ambiente e la sua bellezza ma soprattutto il futuro dei nostri figli, ribadisce Marco Santoro Verri del Comitato No Tap, e ascolteremo la musica  di chi come Daniele Durante da 30 anni difende e diffonde il patrimonio musicale della nostra terra e di chi come Mino De Santis oggi fotografa attraverso una poetica nuova il volto autentico della penisola salentina. Una sensibilità artistica, quella di entrambi, che non è rimasta in silenzio davanti alla nostra richiesta di prendere la parola e non restituirla, come ci ha invitato a fare Erri De Luca”.

Una vera festa NO TAP, quella in programma domenica 11 agosto che coinvolgerà cittadini e turisti, tra le reti dei pescatori dell’Adriatico e i tamburelli a scandire il ritmo di una terra che non vuole rinunciare alla sua bellezza. 

(fonte: comunicato stampa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)