Leonid Tsvetkov in mostra alla Galleria Ex Elettrofonica

Dal 21 marzo  al 30 maggio 2014 nelle sale della Galleria Ex Elettrofonica di Roma
 

Disturbances

Venerdì 21 marzo 2014 la Galleria Ex Elettrofonica inaugura Disturbances, un progetto inedito di Leonid Tsvetkov, a cura di Manuela Pacella.

Disturbances è la naturale evoluzione dell’opera Everyday Downfall che l’artista ha realizzato durante la residenza presso l’American Academy di Roma, presentata al pubblico nel febbraio del 2013.

Everyday Downfall è frutto dell’interesse che Tsvetkov nutre verso il reperto archeologico come espressione di usi e costumi del passato e, soprattutto, come chiave di lettura di ciò che oggi può potenzialmente divenire un reperto per gli archeologi del futuro. L’ispirazione di base è Monte Testaccio, luogo dallo stesso artista definito come “un paesaggio di rifiuti”.

 

L’aspetto fascinoso di Monte Testaccio non risiede solamente nel fatto che il sito è costituito da cocci di anfore del II e III secolo dopo Cristo provenienti dalla Spagna, ma che oggi questa discarica del passato sia ritenuta di alto valore estetico – oltre che conoscitivo. Partendo da questo presupposto l’artista ha cominciato a collezionare materiali di scarto del mondo odierno, prevalentemente imballaggi di prodotti di consumo. I calchi in cemento di questi contenitori (di varie forme e dimensioni) sono stati poi esposti sul pavimento dell’atrio dell’American Academy, in stretto colloquio con i reperti archeologici lì presenti, formando un ideale paesaggio urbano. A mostra terminata Tsvetkov ha “abbandonato” i calchi nelle zone archeologiche di Roma e dintorni.

Per Ex Elettrofonica l’artista ha ideato un’installazione che taglia lo spazio verticalmente attraverso l’inserimento di gruppi di colonne di varie dimensioni e altezze, realizzate sovrapponendo calchi in cemento dei più diversi scarti industriali. Questi tagli verticali costringono il visitatore a percorrere l’ambiente in maniera consapevole e ad osservare le colonne come prodotti artistici realizzati con tutto ciò che normalmente non guardiamo e buttiamo via.

Oltre all’installazione l’artista espone alcune delle carte realizzate a Roma tra il 2012 e il 2013. Si tratta di stampe con testi o immagini raffiguranti piantine e rilievi architettonici di luoghi come il Vaticano, in seguito sottoposte a processi di elettrolisi. Attraverso questo processo l’artista rende illeggibile la carta originaria dando luoghi a nuovi paesaggi. Questa serie di lavori conferma la modalità operativa di Tsvetkov che ama intervenire sui materiali quel tanto che basta affinché essi rivelino processi chimici o naturali già esistenti.

La mostra è realizzata in collaborazione con AlbumArte | Progetti per l’arte contemporanea, che ha accolto l’artista all’interno del suo programma di studio residency 2014.

(fonte: comunicato stampa)


 

Leonid Tsvetkov (1980, Novgood, Russia). Principali esposizioni: 2014, WAEN, Assumburg, Hemskerk, NL;Hasselt-Genk Z-33,  Hasselt, BE; Sammlung Ludwig, Bamberg, DE; 2013, Cinque Mostre, American Academy in Rome, IT; 2012, Moment of Now, 361Roma Associazione Culturale, Rome, IT;Back to the Future, CBKU, Utrecht, NL; 2011, What’s Next, Museum Tot Zover, Amsterdam, NL; MärklinWorld, Kunsthal KAdE, Amersfoort, NL; Muro Tenente Archeological Park, Apulia, IT; Control Symposium presentation, KNAW, Amsterdam, NL;2008, Metro Poles: Art in Action, Bronx River Art Center, New York, NY; Thursday The 12th, Kate Werble Gallery, New York, NY; Blank, Beijing, China; 2007, Habitant, HGallery, Bangkok, Tailand; Sculpture Dimensions and Field Variable, San Vito al Tagliamento, IT; Carte Blanche, Elizabeth Dee Gallery, New York, NY; Blank, Ke Contemporary Center for the Arts, Shanghai, China; Horizon, EFA Gallery, New York, NY; Short Stories, Photographs 1890-2006, Macy Art Gallery, New York, NY; 2006,The Armory Show, Represented by Jack Tilton Gallery New York, NY; School Days, Jack Tilton Gallery New York, NY; 2005, Blackboards, Yale University School of Management, New Haven, CT.Borse di studio e premi: 2013, Internationales Künstlerhaus Villa Concordia Stipendium; Mondriaanfonds Basis Stipendium; 2012,Royal Dutch Fellow. American Academy in Rome.  AFAAR 2012-13; 2010, Van Bijleveltstichting Award; 2009, Prins Bernhard Cultuurfonds, Amsterdam, Netherlands;2006, Ely Harwood Schless Memorial Fund Prize, Yale University;2005, Robert Scheolkopf Traveling Scholar, Yale University;2003, Best of SUNY (Art), Chancellor Scholarship; 2001, Lancelotte and Richard Laster Scholarship; 2000, Rochester Art Supply Sponsors Award; 1999, North American Collegiate Chess Championship. Top Board.

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)