Le dolomiti di Napoli

Sabato 15 febbraio 2014 incontra i lettori al Convitto Palmieri di Lecce in piazzetta Carducci

Bassolino. La crisi della politica, il Sud dimenticato, la sfida delle riforme

Dopo l’incontro di ieri a Cavallino, nell’ambito di  «Libri d’autore a Palazzo», Antonio Bassolino presenterà il suo libro «Le Dolomiti di Napoli» (Gli Specchi Marsilio) oggi nella sala del Teatrino presso la Biblioteca Provinciale “Nicola Bernardini” di Lecce. L’incontro organizzato dalla Provincia di Lecce, Assessorato alla cultura, insieme con l’Associazione Nazionale Donne Elettrici è fissato per questo pomeriggio con inizio alle ore 18. Converseranno con l’autore l’On. Raffaele Fitto e il Dott. Claudio Scamardella, Direttore del Nuovo Quotidiano di Puglia.
L’incontro sarà anche l’occasione per una conversazione per riflettere e discutere sulla crisi della politica, il Sud dimenticato, la sfida delle riforme. Modera Denise Pardo.

Antonio Bassolino è stato per sei anni e mezzo sindaco di Napoli e per dieci anni presidente della Regione Campania.

Prima ancora, dirigente nazionale del Pci e tra i fondatori dei partiti che da quel ceppo sono nati: Pds, Ds, Pd. Ma è da ragazzo che ha cominciato a far politica. A sedici anni diventa segretario di una sezione di operai e di lavoratori ritrovandosi molto presto a essere un adulto. Da allora ha fatto coincidere la politica con la vita.

Cambiare, invertire quel rapporto è ora una sfida quotidiana. Una dura battaglia contro antiche abitudini, riflessi condizionati, modi d’essere del corpo e della mente. Dopo un lungo e faticoso travaglio nelle istituzioni, dopo l’assedio ininterrotto del pubblico, scoprire la solitudine e il silenzio del proprio io privato. E accorgersi che fuori dalla politica tutto un mondo ha bisogno delle nostre passioni. Questo appare ancora più chiaro, più naturale se lo si guarda con gli occhi dei bambini che preparano il futuro. Il viaggio dentro se stesso di un uomo controverso, a tutt’oggi molto criticato ma anche molto amato.

red. Arte e Luoghi

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)