Il cibo della Taranta

Per il secondo anno consecutivo  a Melpignano il progetto speciale targato Fondazione, Eataly e Camera di Commercio di Lecce

Tamburrata, Mpiziccata e Jannedda. Quando il gusto incontra la musica

Non solo musica. La Notte della taranta con il progetto speciale “Il cibo della Taranta”, legato alla fondazione, significa promozione delle eccellenze di casa nostra. Grazie ad un accordo siglato nei giorni scorsi tra Fondazione, Camera di Commercio di Lecce e Eataly di Oscar Farinetti, trenta tra le migliori aziende del settore agroalimentare targato Salento approderanno oltreoceano, alla conquista dei mercati americani, nel centro Eataly di New York. E non è tutto. Musica e cibo un binomio perfetto. Sulla falsariga del Concertone, anche il progetto speciale il cibo della Taranta si avvale di uno Chef concertatore. Quest’anno è stato designato  Gia ieri sera – da Alogne, la cucina di casa di Cursi con la degustazione per la stampa estera e stasera, a Melpignano, per gli ospiti vip del del backstage che potranno degustare il menù realizzato dallo Chef concertatore Enrico Panero. Il giovane chef piemontese, che arriva dal ristorante Eataly DaVinci di Firenze, ha interpretato il nuovo piatto della Taranta “Mpizzicata”  rivisitando  un classico della cucina tradizionale salentina, la salsiccia in umido.

La base del piatto è composta da un cremoso di batata dell’agro di Otranto, dalle caratteristiche note dolciastre, che si unisce  alla sapidita’ della salsiccia profumata al limone scottata su di una superficie rovente, creando un equilibrio di aromi fra i due elementi principali. Il tutto è condito con una salsa a base di pomodori seccati al sole e conserva di peperoni piccanti, polvere di cipolla e capperi. E’ un piatto passionale e fortemente riconoscibile, ispirato ai ritmi coinvolgenti e all’ardente spirito della pizzica.Una portata dal gusto deciso, ma allo stesso tempo elegante nel suo equilibrio, dai sapori inconfondibili del luogo come il ritmo del tamburello. Lo stesso piatto sarà l’ambasciatore del gusto di Puglia, nella settimana  che i centri EATALY  dedicheranno alla Taranta.

Al primo ci ha pensato il personal Chef Alessio Gubello, attualmente executive Chef dell’Arthotel di Lecce e tra gli autori del libro “Dio, come ti Olio! (ed. Il Raggio Verde), che ha elaborato la Tamburrata,  che  si ispira ad un’antica filastrocca salentina. Una sfoglia con semola rimacinata e uova, e tesa come la pelle di un tamburello, e riempita con un ripieno cremoso a base di ricotta e burrata, pomodorino secco, rucola selvatica e basilico. Completa questo gustoso piatto una cascata di ricotta stagionata: la tamburrata è un invito ad ascoltare il suono della cucina salentina con i suoi armonici sapori. 

Infine, la Janedda (in grico piccola puccia) è  il cibo da strada de “La Notte della Taranta” in collaborazione con Eataly e il Gruppo Casillo,  con selezione di prodotti provenienti dai presidi Slow Food di Puglia. La janedda, impastata con semola di grano duro, è servita calda in tre versioni: vegetariana, con tonno o capocollo.

red. Arte e Luoghi

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)