Charles Aznavour in jazz

Giovedì 13 novembre 2014, “Institut Francais – Centre Saint Louis” di Roma

L’omaggio del “Paolo Bernardi Quartet” al poetico chansonnier di origini armene

di Stefano Dentice

Giovedì 13 novembre, ore 21, presso il prestigioso “Institut Francais – Centre Saint Louis” di Roma, sito in Largo Toniolo – 22, il “Paolo Bernardi Quartet” darà vita a un suggestivo omaggio dedicato al raffinato cantautore francese di origine armena Charles Aznavour. La line-up formata da Piercarlo Salvia (sax e clarinetto), Paolo Bernardi (pianoforte), Giuseppe Talone (contrabbasso) e Pietro Fumagalli (batteria) eseguirà un repertorio di brani tratti da “Paolo Bernardi Quartet… Plays Aznavour”, disco licenziato dall’etichetta Sifare Edizioni Musicali Publishing, incentrato proprio sui successi più significativi di Aznavour.

Il cd contiene 12 tracce, di cui solo due (Mon ami e Autoritratto) frutto della fervida creatività compositiva di Bernardi, pianista jazz romano, leader della formazione e autore dell’album. Piercarlo Salvia è un sassofonista che si esprime attraverso un fraseggio lirico e rilassato ma allo stesso tempo incalzante e serrato, di matrice boppistica. Grazie al suo puro talento ha l’opportunità di collaborare con molti musicisti di notevole levatura artistica, tra i quali: Tony Scott, Garrison Fewell, Joe Magnarelli, Benny Golson, Giovanni Ceccarelli, Ada Montellanico, Carlo Battisti. Paolo Bernardi è un pianista dal tocco leggiadro e sopraffino. Il suo eloquio solistico è romantico, nobile e onirico. Nell’arco della sua brillante carriera condivide palco e studio di registrazione con svariati e autorevoli musicisti, come: Irio De Paula, Michael Supnick, Massimo Nunzi, Juan Carlos Zamora, Mike Applebaum, Clive Richie, Lino Patruno, Marco Loddo, Sandro Deidda, solo per citarne alcuni. Giuseppe Talone è un contrabbassista dal walking bass incalzante unitamente a un timing solido e puntuale. Le sue indubbie qualità artistiche gli consentono di collaborare con numerosi e prestigiosi musicisti, quali: Gregory Hutchinson, Karim Blal, Shawnn Monteiro, Andrea Rea, Carlo Atti, Pietro Lussu, Lorenzo Tucci, Marco Valeri e tantissimi altri ancora. Pietro Fumagalli è un batterista dotato di un focoso swing. Il drumming di Fumagalli è policromo ed efficace, puntualmente al servizio del solista di turno. Grazie alle sue preziose doti artistiche ha modo di collaborare con diversi e rinomati musicisti, come: Massimo Faraò, Maurizio Urbani, Flavio Boltro, Massimo D’Avola, Giorgio Rosciglione, Michel Rosciglione, Archie Shepp, Diego Jascalevich, Lino Patruno, Marcello Rosa e molti altri ancora. Dunque, l’”Institut Francais – Centre Saint Louis” di Roma offrirà un’esclusiva serata all’insegna della musica per palati fini, interpretata dall’elegante quartetto guidato da Paolo Bernardi.

 


 

Institut Francais – Centre Saint Louis (Largo Toniolo, 22 – Roma)

Ingresso gratuito

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)