Luca Borrello a Tricase

TRICASE (LE). “Diavolo di una capra” è il titolo del romanzo d’esordio di Luca Borrello che sarà presentato domenica 17 novembre Tricase, dalle ore 18,30 con ingresso libero, nelle scuderie di Palazzo Gallone. L’evento organizzato dal Rotary Club Tricase Capo Leuca, dopo i saluti del presidente, la pediatra Luigia Morciano, vedrà dialogare con l’autore Carlo Errico Magistrato – Consigliere della Corte d’Appello di Lecce. Le letture saranno a cura dell’attore e regista Pasquale Santoro, mentre modererà l’incontro la giornalista Antonietta Fulvio.

IL LIBRO | Diavolo di una capraSiamo in un piccolo paese del Sud Italia nel settembre 1939. Il regime continua a “formare” il perfetto fascista e lo fa con la paura, il terrore e le continue esercitazioni settimanali a cui tutti i ragazzi sono costretti.Ed è proprio durante una di queste esercitazioni che Oreste, un ragazzo di 18 anni, manifesta la sua rabbia ed il suo senso di libertà contro le imposizioni del fascismo. Il suo impeto però lo porterà a vivere un’esperienza assurda, inimmaginabile, che segnerà la sua vita. Da una parte l’accusa, il segretario politico del partito fascista, dall’altra colui che è accorso in sua difesa, il parroco del paese. Ed è così che la situazione degenera e quello che era “solo” un atto di sfida diventa un confronto, una lotta, un continuo perdere e vincere, tra la Chiesa ed il regime.Sarà dunque per Oreste importante il consiglio di un pastore: «Tu devi essere come una capra, Oreste: abbi il coraggio di osare ma non metterti mai nelle condizioni di cadere!»L’AutoreLuca Borrello è nato a Tricase (Le) il 15 marzo 1974 e vive a Ruggiano (Le).È commercialista e responsabile amministrativo presso l’Azienda Ospedaliera Card. G. Panico di Tricase (Le). Di formazione umanistica, è cultore di filosofia e docente esperto della formazione professionale. Scrive dal 2002 per numerose testate giornalistiche e “Diavolo di una capra” è il suo romanzo d’esordio.

Fb I libri di Luca Borrello

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)