Omaggio a Brahms. Buona la prima per il Festival Classiche Forme a Spongano

SPONGANO (LECCE). Un’applauditissima serata a tema BRAHMS, sold out. Nel Teatro Ipogeo “Bacile” di Spongano (Le)  si è aperta ieri la seconda edizione di “ClassicheFORME”Festival Internazionale di Musica da Camera diretto dalla pianista Beatrice Rana, venticinquenne salentina, indiscusso genio del pianoforte riconosciuto nel mondo. Il programma prevedeva la monumentale Sonata per pianoforte e violoncello Op. 99 – dalla densa scrittura che rende l’impasto delle sonorità affine ad una tessitura orchestrale – che è stata interpretata dalle sorelle, Beatrice e Ludovica Rana. A loro si sono poi uniti la violinista francese Solenne Païdassi, il violinista russo Aylen Pritchin e il violista norvegese Eivind Holtsmark Ringstad: insieme hanno fatto ascoltare lo straordinario Quintetto Op. 34 in fa minore per pianoforte ed archi, espressione massima delle tormentate passioni che albergavano, inquiete, nell’animo del compositore tedesco.

Sabato 7 luglio, sempre nell’Ipogeo Bacile di Castiglione, la seconda serata di “ClassicheFORME” 2018 si caratterizzerà per un omaggio all’America. Alle ore 21 il concerto per celebrare il grande Leonard Bernstein, nel centenario dalla nascita, con l’esecuzione di “I hate music!” e “La bonne cuisine” e altri brani di autori americani come Cage, Copland e Ives. Interpreti saranno il mezzosoprano Gabriella Sborgi e Beatrice Rana al pianoforte. La seconda parte, dedicata sempre all’America, proporrà invece il Quartetto No. 12 Op. 96 per archi “Americano” di A. Dvorak, straordinario capolavoro russo straripante di temi articolati in una struttura densa di timbri e di ritmi di grande suggestione. Interpreti il quartetto formato da Solenne PaïdassiAylen PritchinEivind Holtsmark Ringstad e Ludovica Rana. Il concerto sarà preceduto, alle or 19, dalla proiezione del film Virtuosity, di Christopher Wilkinson, sulla 14edizione del Concorso Internazionale Pianistico Van Cliburn, in collaborazione con The Cliburn Foundation e Università del Salento. Seguirà una conversazione di Beatrice Rana con Luca Bandirali.

Domenica, 8 luglio, la serata conclusiva con tre appuntamenti tra teatro e musica, non solo nell’Ipogeo ma anche nell’atrio del Palazzo. Il tema sarà l’ACQUA

Si parte alle ore 19, con “Le ombre dell’acqua”, una lettura teatralizzata a cura degli attori Marco Fragnelli e Caterina Filograno dell’Accademia dei Filodrammatici di Milano con la partecipazione solistica di Beatrice RanaLudovica RanaSolenne PaïdassiEivind Holtsmark Ringstad. Questo appuntamento si terrà nell’Ipogeo Bacile.

Alle ore 21nell’Atrio del Palazzo, all’aperto, sarà eseguito il Forellen Trio di Marcello Panni, Commissione di ClassicheFORME 2018, e di Franz Schubert il Quintetto per pianoforte e archi “Forellen” D 667 in la maggiore, uno dei lavori cameristici più esaltati e popolari del musicista austriaco.

Interpreti Aylen PritchinEivind Holtsmark RingstadLudovica Rana, il contrabbassista Enrico Fagone e Beatrice Rana.

Alle ore 22,30, sempre nell’Atrio, la Festa conclusiva del Festival con i Giovani del Locomotive Jazz Festival di Raffaele Casarano.

Gli eventi delle ore 19 e la Festa sono a ingresso gratuito sino ad esaurimento posti disponibili (informazioni al numero 393.1948557).

Gli artisti protagonisti dell’edizione 2018, che si esibiscono accanto a Beatrice Rana, sono tutti interpreti di consolidata fama e giovani virtuosi da tutto il mondo, che nel Salento si ritrovano in una sorta di residenza artistica, ospitata negli ambienti adiacenti all’Ipogeo: Enrico Fagone contrabbassista (Svizzera), Solenne Païdassi violinista (Francia)Aylen Pritchin violinista (Russia), Eivind Holtsmark Ringstad violista (Norvegia) e Ludovica Rana violoncellista (Italia), ventiduenne vincitrice di numerosi concorsi e selezionata nel prestigioso Festival Kronberg Academy, nonché sorella di Beatrice Rana.

“ClassicheFORME vuole essere l’occasione per ascoltare i grandi nomi del panorama musicale internazionale e i talentuosi giovani che ne rappresentano l’avvenire – dice Beatrice Rana.  Il Festival è un itinerario incantevole che unisce la bellezza della grande musica allo splendore e al fascino della storia di antiche e nobili residenze come quella del Palazzo Bacile di Castiglione a Spongano: l’unicità del nostro territorio ci stimola a fare sempre di più e meglio attraverso la musica, perché è incommensurabile il beneficio che essa reca agli uomini e duraturo è il benessere che rende al territorio.

In genere molti sono i motivi che conducono all’idea di proporre un evento musicale. Il virtuoso territorio pugliese offre stimoli di varia natura per la realizzazione di quell’idea che si basa su due aspetti principali: uno è la considerazione del ruolo fondamentale che occupa la Musica nella vita interiore o ideale delle persone, l’altro è il riscontro materiale che essa genera in virtù del suo rilievo artistico – continua la venticinquenne Direttrice Artistica. Il Festival è solo alla sua seconda edizione ma, in questo breve periodo di tempo, è diventato punto di riferimento sul nostro territorio per tutti gli amanti della grande musica, di cui molti sono turisti provenienti da altre regioni italiane e nazioni estere”.

Il Festival è organizzato dall’Associazione Musicale “Opera Prima”.

L’edizione 2018 si realizza anche grazie ai fondi della Regione Puglia – Assessorato all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, nella persona di Loredana Capone, al Borletti Buitoni Trust. Da quest’anno può vantare la collaborazione anche dell’Università del Salento e del Conservatorio Tito Schipa di Lecce. Tra gli sponsor anche Fondazione Puglia.

Media partner di grande rilievo è RAIRadio3 che già nella scorsa edizione ha trasmesso le 3 serate del Festival in un’apposita rubrica dedicata ai più rappresentativi Festival Italiani.

Altri partner sono FAZIOLI Pianoforti, che fornisce lo strumento per l’occasione, e il FAI – Sezione di Lecce.
Durante il Festival è possibile acquistare il CD ClassicheFORME 2017 (prodotto da Opera Prima, registrazione e tecnico del suono Christian Ugenti), con i live dell’8 e 9 luglio scorsi.

(fonte: comunicato stampa)

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)