UNA PIOGGIA DI PREMI ARCHIVIA LA XII EDIZIONE DEL FESTIVAL DEL CINEMA EUROPEO

UNA PIOGGIA DI PREMI ARCHIVIA LA XII EDIZIONE DEL FESTIVAL DEL CINEMA EUROPEO DI LECCE

GRAN FINALE AL MULTISALA MASSIMO

Con un parterre d’eccezione, in sala erano presenti, tra gli altri, Toni Servillo e i fratelli Carlo Luca e Silvia Verdone, il produttore Paulo Branco, il giornalista Morando Moradini l’attrice Piera degli Esposti, il regista Emidio Greco l’attore Giuseppe Battiston  tutti applauditissimi da un pubblico numeroso che ha sfidato un sabato uggioso per assistere alla premiazione della XII edizione del Festival diretto da Cristina Soldano e Alberto La Monica. Un festival che è cresciuto notevolmente e che quest’anno ha fatto un salto di qualità a detta di tutti, dagli ospiti agli addetti ai lavori, premiando gli sforzi organizzativi dell’associazione “Art Promotion”.

Felici di riunirsi a Lecce, i fratelli Verdone hanno premiato con lo splendido “ciak” creato dal designer Gianni De Benedittis del brand “futuroRemoto” Aureliano Amadei per il suo “20 sigarette” con Carolina Crescentini e Vinicio Marchioni. Ennesimo successo per il film d’esordio del giovane regista che, all’ultima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, si era aggiudicato, sempre con questa pellicola, la sezione Controcampo italiano.
La pellicola vincitrice, tratta dal romanzo “Venti sigarette a Nassirya” è arrivata nelle sale cinematografiche lo scorso settembre. Ambientata nel 2003 racconta la storia di Aureliano (Giorgio Colangeli), un 28enne precario nel lavoro e negli affetti, che all’improvviso riceve l’offerta di lavoro davvero imperdibile.
Partire come aiuto regista alla preparazione di un film che si svolge in Iraq con il regista Stefano Rolla (Vinicio Marchioni). Aureliano non fa in tempo a finire un pacchetto di sigarette che si ritrova protagonista della tragedia dell’attentato alla caserma di Nassirya del 12 Novembre 2003. E’ l’unico “civile” sopravvissuto di una strage che ha ucciso ben 19 italiani.
Con parole e immagini, il regista riesce a raccontare al pubblico la storia di questi due protagonisti e la intreccia con la vera storia d’Italia. Un modo per vedere il nostro mondo e raccontare a occhi aperti le vicende degli italiani impegnati nelle varie missioni all’estero.

Sulla scelta del vincitore, Carlo Verdone ha commentato: «Abbiamo scelto 20 sigarette perché lo abbiamo ritenuto di forte attualità. È un film con un linguaggio diverso, la cui chiave vincente è da trovare in una regia snella e in un’interpretazione di Vinicio Marchioni che ha fatto la differenza. È un attore in progressione, lo abbiamo visto sempre nel ruolo di burbero ma in questo film mostra candore e leggerezza. Si sta rivelando un attore completo».

Alla lettura della motivazione : “Il premio è stato attribuito ad Amadei perché riesce a bilanciare la cronaca di un recente tragico episodio di storia nazionale con una storia privata di crescita generazionale, dimostrando che tutti gli avvenimenti della Storia con la ‘S’ maiuscola riguardano profondamente anche le nostre singole storie personali” davvero toccanti sono state le parole del regista che ha voluto dedicare a Vittorio Arrigoni “non perché era un italiano ma perché era un innocente”.

La giuria internazionale composta da Alberto Barbera, Paulo Branco, Giuseppe Battiston, Elizabeth
Missland e Marina Sanna hanno assegnato i seguenti premi:
Premio Ulivo D’Oro al film serbo – tedesco The Woman with a Broken Nose di Srdan Koljevic
Premio per la Miglior Sceneggiatura
For 80 Days (Spagna) di Jon Garaño e José Mari Goenaga
Premio Speciale della Giuria è assegnato ex aequo a:
Amnesty (Albania, Grecia, Francia) di Bujar Alimani
Erratum (Polonia) di Marek Lechki
Con la seguente motivazione: “La grande qualità dei film in concorso ha convinto i giurati ad assegnare ex
aequo a due film il Premio speciale della giuria in quanto eliminarne uno significava fare comunque un torto,
anche perché il Premio per la Fotografia ha minore importanza. In questo modo si è potuto onorare entrambi
i film”.
La giuria FIPRESCI composta da Alberto Castellano, Jean-Max Mejean, Diana Nenadic è stato assegnato
a: a Amnesty (Albania) di Bujar Alimani
Premio SNGCI (Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici) al migliore attrice/attore europeo è stato
assegnato a Merab Ninidze per il film The Camera Murderer (Austria, Svizzera, Ungheria) di Robert Adrian
Pejo.
Con la seguente motivazione: “A Merab Ninidze protagonista del film The camera murderer di Robert
Adrian Pejo per un’interpretazione perfettamente in sintonia con una sceneggiatura che tiene alta, anche
grazie all’impegno del cast, la tensione non solo emotiva del racconto”.
Premio Officine LAB al Miglior attrice/attore non protagonista è stato assegnato a Piera Degli Esposti per
il film I bambini della sua vita (Italia) di Peter Marcias.
Premio Cineuropa a Amnesty di Bujar Alimani
Con la seguente motivazione: “Per aver ritratto l’intensa storia di una società persa nella transizione,
attraverso una storia d’amore destinata ad una tragica fine”.
Premi Puglia Show, consistenti nel Premio Nazionale del Cortometraggio e nel Premio Augustus
Color, assegnati dalla giuria composta da Vincenzo Camerino, Giuliano Capani e Alessandro Valenti, vanno
entrambi a:
Il signor H di Mirko Dilorenzo con Alessandro Haber
Con la seguente motivazione: “per la capacità di analisi introspettica del personaggio coniugata con una
visionarietà registica”.
Una Menzione speciale è stata attribuita invece a: Darkness within James Kendall
Con la seguente motivazione: “per la ricchezza delle soluzioni registiche, specialmente nella tenuta tecnico
figurativo”.

 

Ulivo d’Oro a The Woman with a Broken Nose di Srdan Koljevic
Premio Mario Verdone a Aureliano Amadei per 20 sigarette
Premio SNGCI al migliore attore europeo Merab Ninidze per il film The Camera Murderer di
Robert Adrian Pejo
Premo Officine LAB a Piera Degli Esposti per il film I bambini della sua vita di Peter Marcias
Premio FIPRESCI a Amnesty di Bujar Alimani
Premio Cineuropa a Amnesty di Bujar Alimani
Premio Rotary International a Man at sea di Constantine Giannaris

Premi Puglia Show a Il signor H di Mirko Dilorenzo e Darkness Within di James Kendall)

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)