L’ARLECCHINO DI STREHLER CON FERRUCCIO SOLERI

 

 

 

Al Teatro Duni di Matera il 23 e 24 novembre nell’ambito di “Milano a Matera”

Mercoledì 23 e giovedì 24 novembre, Matera ospita un grande evento culturale nell’ambito della stagione teatrale 2011/2012 “Teatri Uniti d’Italia”, per la sezione “Milano a Matera”, organizzata dall’Associazione Culturale Incompagnia. Il palcoscenico del Teatro Duni (sipario ore 21:00) si animerà con la rappresentazione della commedia di Carlo Goldoni “Arlecchino, servitore di due padroni” per la regia di Giorgio Strehler e la produzione del Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa. Da più di 60 anni questo spettacolo continua a vivere senza variazioni, anche dopo la morte del regista e del suo primo protagonista e, con la recita del 2 novembre scorso a Milano, ha raggiunto quota 2765 rappresentazioni.

I motivi di questo strepitoso successo sono da ascrivere innanzitutto al suo autore, per aver gettato uno sguardo attento e profondo alla realtà sociale del suo tempo, accompagnandolo con uno spessore poetico oggi indiscusso; poi al grande regista,Giorgio Strehler,che mandò in scena la commedia per la prima volta nel 1947; infine all’attore Ferruccio Soleri che dal 1963 interpreta il ruolo di Arlecchino, ogni anno in scena a Milano e in tournée in Italia e nel mondo.

Un’occasione unica, dunque, per gli amanti del teatro per assistere alla rappresentazione di un capolavoro della Commedia dell’Arte, in cui Arlecchino gioca sugli equivoci diventando servo di due padroni per raddoppiare la soddisfazione dei suoi bisogni e dando origine ad una serie esilarante di situazioni che sono precisi riferimenti della cultura della borghesia del XVIII secolo.

Una commedia in cui tuttii personaggi sono buoni e semplici, privi di angosce e delle dolenti problematiche della vita quotidiana; anche i problemi sono semplici e in più c’è la volontà da parte di tutti di risolverli e tutto ha una felice conclusione per tutti.

Lo spettacolo è messo in scena da Ferruccio Soleri e dall’aiuto regista Stefano de Luca. Le scene sono di Ezio Frigerio, i costumi di Franca Squarciapino, le luci di Gerardo Modica, le musiche di Fiorenzo Carpi, movimenti mimici di Marise Flach, le maschere di Amleto e Donato Sartori.

Gli altri attori sono Enrico Bonavera, Giorgio Bongiovanni, Francesco Cordella, Alessandra Gigli, Stefano Guizzi, Pia Lanciotti, Sergio Leone, Tommaso Minniti, Katia Mirabella, Eugenio Olivieri, Stefano Onofri, Annamaria Rossano. I suonatori sono Gianni Bobbio, Paolo Mattei, Francesco Mazzoleni, Elisabetta Pasquinelli, Celio Regoli.

 

 

Particolarmente nutrita è la serie di eventi che si affiancheranno alla pièce teatrale: fino alle date degli spettacoli, nel foyer del Teatro Duni è già stata allestita una mostra dedicata alla rappresentazione, curata dal Piccolo Teatro di Milano: vi sono esposti i costumi storici dell’allestimento strehleriano che nelle sue dieci diverse edizioni sono stati disegnati dai più noti costumisti italiani: Ebe Colciaghi, Ezio Frigerio, Franca Squarciapino e Luisa Spinatelli. Si tratta di un percorso che presenta i personaggi della commedia dell’arte e ne illustra i caratteri, arricchito dalle foto dei loro interpreti storici.

Inoltre, sono previsti due incontri gratuiti dedicati ad “Arlecchino servitore di due padroni” e alla commedia dell’arte come momenti di preparazione alla visione dell’allestimento del Piccolo Teatro. L’obiettivo di queste attività è di creare occasioni di contatto diretto con il pubblico, gli studenti, gli allievi delle scuole di teatro. Oltre all’incontro con Ferruccio Soleri e la compagnia è in programmata un’attività dedicata ai giovani: il seminario-spettacolo e i workhop su Arlecchino e la commedia dell’arte.

Mercoledi 23 novembre, alle ore 17.30, nel foyer del Teatro Duni, Stefano De Luca(nella foto), aiuto regista dello spettacolo, conduce un  workshop sulla storia della commedia dell’arte e, in particolare, sull’Arlecchino di Giorgio Strehler. La durata è di un’ora e 30 minuti.

Giovedi 24 novembre, alle ore 17.30, sempre nel foyer del Teatro Duni, l’interprete di Arlecchino, Ferruccio Soleri, terrà un seminario-spettacolo dedicato alla rappresentazione in programma. La durata è di due ore.

Giorgio Strehler si forma culturalmente a Milano, dove si diploma presso l’Accademia dei Filodrammatici, e fonda nel 1947 con Paolo Grassi e Nina Vinchi, il Piccolo Teatro. In oltre cinquant’anni di spettacoli e di attività ha perseguito un teatro come forma d’arte per tutti, in un continuo rapporto di scambio con gli altri teatri europei. Oltre duecento gli spettacoli che portano la sua firma, tra regie di prosa e regie liriche. è scomparso la notte di Natale del 1997.

Ferruccio Soleri nasce a Firenze, e si diploma attore all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico di Roma. Il debutto teatrale è nel 1958 al Piccolo Teatro di Milano con un’opera di Pirandello, cui seguono Goldoni, Lorca, Babel, Ibsen, Brecht, Shakespeare, Molière, Marivaux e Gogol, sotto la direzione di registi come Strehler, Chéreau, Huston, Squarzina, Guicciardini, Puggelli e Vitez. Nel 1972 esordisce anche come regista di teatro. è entrato nel Guinness dei primati come l’attore che più di tutti ha recitato lo stesso ruolo nella vita.

Per prenotazioni ed informazioni si può contattare l’Associazione Culturale Incompagnia ai numeri 0835/337220 e 0835/331812; come di consueto, tutte le informazioni sulla rassegna teatrale sono disponibili su internet sul sito dell’associazione www.incompagnia.com.

 

(fonte: comunicato stampa)

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)