Tutti i numeri della Taranta…

Quindici date, un ricchissimo programma con tantissimi ospiti e il palermitano Sollima alla guida dell’Ensemble per il Concertone

Un virtuoso del violino per la Notte della Taranta numero 16

di Antonietta Fulvio

Svelati tutti i numeri de La Notte della Taranta 2013, il più grande festival itinerante di musica popolare che attraversa l’intera Grecìa Salentina. Quindici in primis, quante le più belle piazze del Salento che toccherà. A partire da piazza Vittoria di Corigliano d’Otranto dove partirà la sedicesima edizione. Sarà poi un crescendo di note, emozioni e colori: la Taranta inonderà con il suo ritmo Sternatia (7 agosto), Zollino (8 agosto), Cursi (9 agosto), Martignano (10 agosto), Soleto (11 agosto), Carpignano Salentino (12 agosto), Sogliano Cavour (13 agosto), Lecce (14 agosto), Castrignano dei Greci (16 agosto), Alessano (17 agosto), Cutrofiano (18 agosto),  Calimera (19 agosto), Galatina (20 agosto), Martano (21 agosto). Un lungo itinerario che vede come trama e ordito intrecciarsi musica e cultura, tradizione e innovazione facendo puntare ogni anno i riflettori sul Salento.

 

Quindici volte compreso il concertone, come sempre a Melpignano, nel piazzale dell’ex Convento degli Agostiniani, con la prova generale del 23 agosto la finale del 24 agosto, riuscendo a radunare oltre 100.000 persone da tutta Italia e dall’estero. Dai Balcani alla Sicilia. Dopo il compositore Goran Bregovic il testimone di maestro concertatore passa al compositore palermitano Giovanni Sollima docente dell’Accademia di Santa Cecilia a Roma, dove è anche accademico effettivo, e della Fondazione Romanini di Brescia.  Impegnato a creare nuovi repertori per uno strumento straordinario come il violoncello  di recente la prestigiosa Chicago Symphony Orchestra gli ha commissionato un concerto per due violoncelli, per se stesso e il M° Yoyo Ma e la prima si terrà nella Symphony Hall di Chicago nel Febbraio 2014. Nato a Palermo da una famiglia di musicisti, Sollima ha studiato violoncello con Giovanni Perriera e Antonio Janigro e composizione con il padre Eliodoro Sollima e Milko Kelemen. Fin da giovanissimo ha collaborato con musicisti quali Claudio Abbado, Giuseppe Sinopoli, Jörg Demus, Martha Argerich, Riccardo Muti, Yuri Bashmet, Katia e Marielle Labèque, Ruggero Raimondi, Bruno Canino, DJ Scanner, Victoria Mullova, Patti Smith, Philip Glass e Yoyo Ma. 

Sarà, dunque, un virtuoso del violoncello – il suo è un  “Francesco Ruggeri” fatto a Cremona nel 1679 – a dirigere quest’anno l’Ensemble a unire nel segno dei ritmi mediterranei, a reinterpretare i “classici” della tradizione musicale concertando la diversità dei suoni e delle melodie che sono la ricchezza e la cifra di questo festival pronto a raccogliere sempre nuove sfide. E a superarsi.

Nato nel 1998, il Festival La Notte della Taranta è ormai divenuto il più grande festival d’Italia e una delle più significative manifestazioni sulla cultura popolare in Europa. Anche per questa sedicesima edizione sono attesi complessivamente circa 300.000 spettatori, confermandosi quale esempio vincente di come la creatività e il patrimonio culturale possano essere i più forti
motori di crescita ed espressione su cui puntare.   Un format collaudato capace ii creare ogni volta nuove sinergie affascinanti e rinnovare da una parte  il richiamo ancestrale dei canti di tradizione dall’altra la voce e il suono della contemporaneità.

Il Festival  – spiega il coordinatore artistico Sergio Torsello –  vedrà protagonisti  i gruppi più importanti della scena della pizzica salentina, molti dei quali porteranno sul palco ospiti diversi, così da realizzare progetti speciali immaginati ad hoc per la manifestazione. Fra questi si segnalano l’incontro fra la pizzica e il reggae il 6 agosto con Kamafei ospiti Mama Marjas e Miss Mykela, il percorso sonoro con cui il Canzoniere Grecanico attraverserà la musica di tutta la Puglia in un ensemble allargato di quattordici musicisti (19 agosto) e la reunion dell’Ensemble “La Notte della Taranta” che in una qualche modo incontrando Marina Rei e reinterpretando con lei i brani della tradizione locale (14 agosto a Lecce) anticiperà il modulo del Concertone che chiuderà  il festival, il 24 agosto, nella notte magica di Melpignano.


CALENDARIO FESTIVAL ITINERANTE “LA NOTTE DELLA TARANTA” 2013

6 AGOSTO 2013 – ORE 21.30 – CORIGLIANO D’OTRANTO Tarantarte, Tamburelli di
Torre Paduli, Kamafei ospiti Mama Marjas e Miss Mykela

7 AGOSTO 2013 – ORE 21.30 – STERNATIA
Ghetonia, Dario Muci, Rione Junno

8 AGOSTO 2013 – ORE 21.30 – ZOLLINO
Fonarà, Mario Incudine

9 AGOSTO 2013 – ORE 21.30 – CURSI
Madreterra, Su’D’Est, Zimbaria

10 AGOSTO 2013 – ORE 21.30 – MARTIGNANO
Asteria, Insintesi feat. Fimmene in dub

11 AGOSTO 2013 – ORE 21.30 – SOLETO
Menamenamò, Epifani Barbers

12 AGOSTO 2013 – ORE 21.30 – CARPIGNANO SALENTINO Kaìlia, Antonio Amato
Ensemble, Bandadriatica

13 AGOSTO 2013 – ORE 21.30 – SOGLIANO CAVOUR Orchestra Sparagnina,
AriaCorte, Antico Gruppo Agricolo di Villa Castelli

14 AGOSTO 2013 – ORE 21.30 – LECCE
Arakne Mediterranea, Ensemble “La Notte della Taranta” ospite Marina Rei

16 AGOSTO 2013 – ORE 21.30 – CASTRIGNANO DEI GRECI Cardisanti, Stella Grande
e Anime Bianche, Nidi d’Arac

17 AGOSTO 2013 – ORE 21.30 – ALESSANO
Malicanti, Petrameridie

18 AGOSTO 2013 – ORE 21.30 – CUTROFIANO
Masha Valentino e Sciamaballà, Kalàscima, Officina Zoè

19 AGOSTO 2013 – ORE 21.30 – CALIMERA
Tamburello Cafè, Enza Pagliara, Canzoniere Grecanico Salentino in “Puglia”

20 AGOSTO 2013 – ORE 21.30 – GALATINA
Calanti, Anna Cinzia Villani, Mascarimì

21 AGOSTO 2013 – ORE 21.30 – MARTANO
Jazzabanna, SalentOrkestra, Antonio Castrignanò

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)