Nona Giornata del Contemporaneo

Sabato 5 Ottobre 2013. IX Giornata del Contemporaneo

Arte contemporanea. I Musei AMACi e 800 luoghi aprono gratuitamente le loro porte

Edizione numero nove per la Giornata del Contemporaneo, il grande evento annuale promosso dall’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani. L’evento, in simultanea in tutta Italia,  si svolgerà sabato 5 ottobre 2013  con i musei AMACI e circa 800 luoghi in Italia dedicati all’arte contemporanea che apriranno al pubblico gratuitamente i loro spazi per un giorno.

 

L’iniziativa promossa da AMACI ha visto una progressiva crescita negli anni del numero degli aderenti: dai 207 del 2005 ci si è stabilizzati sugli 800 del 2012, che hanno coinvolto, nell’arco di sole ventiquattro ore, oltre 230.000 visitatori stimati su tutto il territorio nazionale. Quest’anno si riconfermano circa 800 i musei, le gallerie, le associazioni e i luoghi d’arte pubblici e privati che hanno già confermato la loro apertura gratuita, per presentare artisti e nuove idee attraverso mostre, laboratori, eventi e conferenze: un programma multiforme che regala l’imperdibile occasione di vivere da vicino la vivacità e la ricchezza dell’arte contemporanea e di sperimentare l’importante ruolo che essa svolge nello sviluppo culturale, sociale ed economico del nostro Paese.

A snocciolare dati e presentare il ricco programma della nona edizione sono intervenuti a Roma, presso la Sala Molaioli del Complesso Monumentale di San Michele a Ripa, Beatrice Merz, Presidente AMACI, Maria Grazia Bellisario, Direttore del Servizio architettura e arte contemporanee | Direzione Generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee, e Marzia Migliora l’artista che quest’anno i direttori dei 26 musei associati hanno scelto per ideare l’immagine guida della Giornata.

Come nelle passate edizioni, infatti, AMACI ha affidato l’ideazione dell’immagine guida della Giornata del Contemporaneo a un artista italiano di fama internazionale. Dopo Michelangelo Pistoletto (2006), Maurizio Cattelan (2007), Paola Pivi (2008), Luigi Ontani (2009), Stefano Arienti (2010), Giulio Paolini (2011) e Francesco Vezzoli (2012), quest’anno è la volta di Marzia Migliora che propone Aqua Micans, uno scatto fotografico che ritrae alcune portatrici d’acqua mentre attraversano il Grande Cretto di Alberto Burri a Gibellina. Protagoniste dell’azione sono un gruppo di donne di Gibellina – discendenti di coloro che abitavano le case distrutte dal tragico terremoto del 1968  – che con rituale solennità ripetono un gesto antico e uguale in tutto il Sud del mondo: trasportare un’anfora sul capo o sulle spalle, percorrendo un paesaggio duro e desolato. L’acqua, bene comune per eccellenza, diventa nell’immagine di Marzia Migliora elemento di vita, sopravvivenza e salvezza, mentre la figura della portatrice d’acqua si fa simbolo di un atto di cura. Per la Nona Giornata del Contemporaneo l’artista ha quindi fatto leva sull’equivalenza tra acqua e cultura, necessario nutrimento per l’uomo, e tra portatrici d’acqua e operatori culturali del contemporaneo, portatori a loro volta di un bene prezioso e insostituibile da cui dipende la crescita e il benessere della società.

La Giornata del Contemporaneo, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, si avvale del sostegno della Direzione Generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, del patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, del Ministero degli Affari Esteri, della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, dell’Unione Province d’Italia, dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, di ICOM Italia.

red. Arte e Luoghi


AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani è un’associazione non profit che riunisce 26 tra i più importanti musei d’arte contemporanea del nostro Paese.

Nata nel 2003 con lo scopo di sostenere l’arte contemporanea e le politiche istituzionali legate alla contemporaneità AMACI si propone di consolidare, ogni anno di più il suo ruolo di realtà istituzionale e di punto di riferimento per la diffusione dello studio e della ricerca artistica contemporanea in Italia e all’estero.


 

Musei associati ad AMACI:                      

Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea (Rivoli – Torino)

Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci (Prato)

CeSAC – Centro Sperimentale per le Arti Contemporanee (Caraglio – Cuneo)

Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee – Madre · Museo d’Arte contemporanea Donnaregina (Napoli)

Fondazione Musei Civici di Venezia – Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro (Venezia)

Fondazione Pescheria – Centro Arti Visive (Pesaro)

Fondazione Torino Musei – GAM, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea (Torino)

Galleria Civica di Modena (Modena)

Galleria d’Arte Moderna Achille Forti (Verona)

GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo (Bergamo)

GNAM – Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea (Roma)

Istituto Nazionale per la Grafica (Roma)

MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma (Roma)

MAGA – Museo Arte Gallarate (Gallarate – Varese)

MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna (Bologna)

MAN_Museo d’Arte Provincia di Nuoro (Nuoro)

Mart – Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto (Rovereto – Trento)

MAXXI – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo (Roma)

Merano Arte (Merano – Bolzano)

MUSEION – Museo d’Arte Moderna e Contemporanea (Bolzano)

Museo del Novecento (Milano)

Museo Marino Marini (Firenze)

MUSMA – Museo della Scultura Contemporanea Matera (Matera)

PAC – Padiglione d’Arte Contemporanea (Milano)

Palazzo Fabroni, Arti Visive Contemporanee (Pistoia)

Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Napoli – Castel Sant’Elmo (Napoli)

                                                                                 

 

AMACI:                                                      

Via San Tomaso, 53

24121 Bergamo

tel. +39 035270272 – fax +39 035236962

info@amaci.org

www.amaci.org

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)