Birra e Sound 2015

Appuntamento dal 3 al 9 agosto presso l’area mercatale di Leverano

Birra, musica e motori. Ai nastri di partenza il Festival di Mebimport

 

Sarà il rombo delle le Harley del gruppo Indian Bikers Mc Taranto a siglare l’inizio della festa, l’undicesima del Birra e Sound Festival di Leverano, attesissimo appuntamento dell’estate salentina nel segno delle bollicine. Le spumeggianti bollicine delle oltre 200 birre da ogni angolo del mondo che sarà possibile degustare nei sei giorni del festival europeo della birra creato da Mebimport. Tutto è pronto per i preparativi della serata inaugurale, il 3 agosto, presso l’area mercatale di Leverano.

L’intento come sempre è la promozione della cultura birraia con particolare attenzione alle produzioni artigianali e qualità, declinata attraverso le vie del gusto, dello spettacolo, della voglia di stare insieme. Dal 3 al 9 agosto, tantissimi stand per degustazioni di altissima qualità “con attenzione anche alla gastronomia, con gli stand che ci racconteranno l’Italia a tavola, da nord a sud dello stivale, e Beef and Beer, un’altra gustosa novità. La birra unisce, è una cultura. Che va conosciuta, approfondita, studiata. Per questo avremo esperti e mastri birrai negli spazi di Birrarte, pronti ad accompagnare i presenti in questa fantastica spumeggiante dimensione” ha anticipato il patron Maurizio Zecca.

Tantissime le novità, in primis, Birrarte un progetto che si rivolge ad appassionati e neofiti, realizzato in collaborazione  con numerosi partner, finalizzato a diffondere la cultura birraia nel sud Italia. Ogni giorno, per tutta la durata dell’evento, workshop con esperti e mastri birrai e degustazioni guidate.

Dal 3 al 9 agosto si alterneranno in diverse fasce orarie, nell’ordine: Interbrau, azienda italiana; Founders, birrificio di prodotti artigianali americani; birrificio agricolo Antoniano;  birrificio Nursia che sorge in un monastero; birrificio Baladin nato come brewpub; birrificio artigianale del Ducato, il micro birrificio italiano più remiato al mondo; birrificio artigianale Sorà Lamà, situato a Vaie in Val di Susa; il birrificio pugliese Birranova; il gioiello dei monaci trappisti belgi Chimay; birrificio Birra del Borgo da Borgorose; micro birrificio Malatesta, di Lecce; Birra Salento.

Non solo birra. Con Beef and Beer si potranno degustare birre accompagnate da burger preparati con le carni più pregiate della gastronomia italiana ed estera e con Bikkiamoci, il programma itinerante promosso con lo staff di Radio Salentuosi, trasmesso ogni giorno su Telerama si punteranno le telecamere sulle marine leccesi: Sabato 25 le telecamere saranno sulle spiagge di Gallipoli tra Rivabella, Baia Verde e Punta della Suina dalle 16, dalle 20 invece tutti nel centro di Gallipoli. Domenica 26,  dalle 14.30, tappa a Porto Cesareo, Torre Lapillo e Santa Caterina; dalle 16 ci si sposta nel centro di Porto Cesareo con la banda e, alle 20, tutti a Lecce città.

E per il Sound due palchi per altrettante aree concerto che animeranno il festival con i tantissimi ospiti tra i quali gli Africa Unite, che si esibiranno nella serata inaugurale, e tanti altri gruppi per un vero e proprio attraversamento nei generi musicali: dalla tradizione popolare salentina al divertentismo, al reggae e molto altro con Salento Calls Italy.

Sui social network, inoltre, è attiva la pagina ufficiale di Birra e Sound Mebimport Beer Festival, per essere protagonisti in tempo reale e per partecipare al fotocontest e ai concorsi. “Scatta, condividi e vinci il tuo peso in birra” è solo uno dei concorsi organizzati per BeS 2015. Le foto più simpatiche saranno premiate con decine di chili di…birra. Durante i 7 giorni dell’evento, infine, i visitatori potranno dire la loro nella “camera box-confessionale” allestita nell’area mercatale. (an.fu.)

 

 

programma workshop e degustazioni

LUNEDì 3
21:00 BIRRiFICIO FOUNDERS
Birrificio artigianale di birre Americane.
Birre da degustare: ALL DAY IPA- PALE ALE- PORTER. 3 birre diverse tra loro ed uniche nel proprio genere, ma con un filo conduttore, un complesso mix di aromi che le renderà immediatamente distinguibili.

Esperto: Angelo Monaco, responsabile Interbrau Sud Italia

22:30. BIRRIFICI ANTONIANO E NURSIA

Il Birrificio Antoniano è un birrificio agricolo. Coltiva il proprio orzo e sta sviluppando un progetto sperimentale con l’Università degli Studi di Parma per selezionare la prima varietà di luppolo italiano. Il birrificio, inoltre, collabora con Veneto Agricoltura per cercare un lievito autoctono delle zone rurali vicino a Padova.

Il birrificio NURSIA sorge dentro le millenarie mura del Monastero e ogni fase della lavorazione viene eseguita da un ristretto team di monaci sotto l’attenta guida del mastro birraio, Frater Francesco, garantendo una birra piacevole nel gusto e in grado di soddisfare lo spirito.

3 Birre da degustare: ANTONIANA SCUDATA-NURSIA BIONDA- NURSIA EXTRA

Esperto: Angelo Monaco responsabile Interbrau Sud Italia

MARTEDì 4

21:00 ORE – BIRRIFICIO BALADIN

Il birrificio Baladin nasce come brewpub (produzione e mescita diretta) nel 1996 a Piozzo, piccolo paese nelle Langhe in provincia di Cuneo, per opera del suo fondatore e mastro birraio Teo Musso.
Il primo impianto, autoprodotto in Belgio da Teo con l’amico Jean-Luis Dits della Brasserie à Vapeur (Pipaix – Belgio) e installato in un garage “occupato” quasi abusivamente a fianco della birreria, era stato realizzato utilizzando delle vasche per la lavorazione del latte.

3 Birre da degustare: OPEN WHITE, GOLD, AMBER

Open è un progetto innovativo elaborato da Teo Musso “per dare una scossa forte al mondo delle birre artigianali italiane”. Open, come open source, si basa sul concetto di condivisione. Nasce inizialmente come birra, la Open Gold che nel 2008 si propose come la prima birra italiana open source. La ricetta, dimensionata per una produzione homebrewer, fu pubblicata per tutti sul web. Sul concetto di Open sono anche nati dei locali dedicati alla diffusione del bere artigianale nazionale.

Esperti: Matteo responsabile commerciale Baladin sud italia e Ciko Direttore commerciale

22:30 BIRRIFICIO ARTIGIANALE DEL DUCATO

Nato nel 2007, il Birrificio del Ducato è oggi il microbirrificio italiano più premiato al mondo. Da Roncole Verdi, nella Bassa Parmense, luogo di nascita di Giuseppe Verdi. Grazie alle capacità e all’impegno di Giovanni Campari, passato da homebrewer e laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari, birraio radicale e visionario, e Manuel Piccoli, artigiano dei numeri. Cinque medaglie vinte, la conferma di una presenza ormai stabile tra i più importanti produttori italiani di birra artigianale ma, soprattutto, il suggello a una costanza qualitativa dei prodotti e a una politica di crescita che sta consolidando la presenza del birrificio artigianale di Roncole Verdi (Pr) in Italia e sui più importanti mercati internazionali.

3 Birre da degustare: Freeride ipa – Victoria light ipa – Machete

Esperti: Da confermare

MERCOLEDì 5

21:00 BIRRIFICIO ARTIGIANALE SORALAMA’

Il birrificio artigianale SORALAMA’ è situato a Vaie, in Val di Susa, provincia di Torino. La birra SORALAMA’ si contraddistingue per la purezza dell’acqua di montagna, per l’utilizzo di materie prime naturali di prima qualità tipiche del territorio circostante (spezie, castagne, mele, cereali…).
Viene prodotta unicamente birra cruda, viva, non pastorizzata, caratterizzata per una grande fragranza, bevibilità e digeribilità.

3 Birre da degustare: Splash- wow- slurp

Esperti: Davide Zingarelli. titolare Sorá Lamà

22:30 ORE – BIRRIFICIO BALADIN

Il birrificio Baladin nasce come brewpub (produzione e mescita diretta) nel 1996 a Piozzo, piccolo paese nelle Langhe in provincia di Cuneo, per opera del suo fondatore e mastro birraio Teo Musso.

Il primo impianto, autoprodotto in Belgio da Teo con l’amico Jean-Luis Dits della Brasserie à Vapeur (Pipaix – Belgio) e installato in un garage “occupato” quasi abusivamente a fianco della birreria, era stato realizzato utilizzando delle vasche per la lavorazione del latte.

3 Birre da degustare: OPEN WHITE, GOLD, AMBER

Open è un progetto innovativo elaborato da Teo Musso “per dare una scossa forte al mondo delle birre artigianali italiane”. Open, come open source, si basa sul concetto di condivisione. Nasce inizialmente come birra, la Open Gold che nel 2008 si propose come la prima birra italiana open source. La ricetta, dimensionata per una produzione homebrewer, fu pubblicata per tutti sul web. Sul concetto di Open sono anche nati dei locali dedicati alla diffusione del bere artigianale nazionale.

Esperti: Matteo responsabile commerciale Baladin sud italia e Ciko Direttore commerciale

GIOVEDì 6

21:00 Birrificio Birranova

Il Birrificio Birranova nasce nel 2007 ed è uno dei primi birrifici Pugliesi a produrre birra artigianale di qualità. A portare avanti questo progetto è il birraio Donato Di Palma, non solo “appassionato” di birra, ma un vero innamorato di questo prodotto. Così, dopo anni di sperimentazioni da homebrewer e di esperienza accanto a storici birrai italiani e tedeschi, ha deciso di fondare il suo Birrificio Birranova. Birranova, infatti, racchiude nel suo cuore la terra pugliese grazie all’utilizzo – in diverse etichette – di materie prime tipiche del terriorio, riscoperte e valorizzate.

Birre da degustare: LINFA- ABBOCCATA- NEGRAMARA

Esperto: Donato di Palma, Titolare Birranova

22:30 CHIMAY

Durante l’estate del 1850, un gruppo di monaci trappisti s’insedia sul selvaggio altopiano di Scourmont, in prossimità di Chimay, una piccola località belga. È con il sudore della loro fronte che vi costruiscono un’abbazia cistercense, trasformando a poco a poco il suolo ostile di questa regione in un fertile terreno agricolo. Divenuto superfluo il loro ruolo di pionieri, i monaci hanno delegato ad alcuni laici le responsabilità essenziali legate alla gestione dell’attività birraria: il centro d’imbottigliamento e spedizione, come pure gli uffici amministrativi, sono stati spostati a qualche chilometro dal monastero. Ma la fabbricazione della birra si fa sempre all’interno dell’abbazia sotto l’attenta supervisione dei monaci.

Birre da degustare: CHIMAY TAPPO ROSSO, TAPPO BIANCO, TAPPO BLU

Esperto: Alessandro Bonin, Responsabile del birrificio trappista per l’Italia.

VENERDì 7

21:00 Birra del Borgo

Il birrificio Birra del Borgo nasce nel maggio 2005 a Borgorose, 730 metri s.l.m., piccolo paese in provincia di Rieti, al confine tra Lazio ed Abruzzo. Leonardo di Vincenzo ne è il fondatore, la cui competenza ormai è riconosciuta non solo entro i confini nazionali: le sue birre sono infatti già apprezzate, oltre che in Italia, anche in Inghilterra, Danimarca e negli USA.

La produzione è legata tutta alla alta fermentazione, con rifermentazione in bottiglia, “influenzata dalle tradizioni brassicole inglese e belga, quelle a lui più affini. L’esperienza, se l’è fatta girando per l’Europa; la formazione, oltre che dagli studi in biochimica, gli deriva dalla frequentazione di mastri birrai tedeschi, belgi ed inglesi; la pratica, oltre che dalle prime produzioni casalinghe, dalla sostituzione per un lungo periodo di Mike Murphy, birraio del birrificio romano Starbesse. Produce stabilmente una decina di tipologie a cui si aggiungono altrettante prodotte stagionalmente.

Birre da degustare: DUCHESSA- RE ALE- MY ANTONIA

Esperto: LEONARDO DE VINCENZO, Titolare birra del borgo

SABATO 8

21:00 Degustazione Micro Birrificio Malatesta

Nuovissimo Micro-birrificio artigianale tra la fine del 2014 e gli inizi del 2015. Situato nel centro di Lecce, a due passi da Porta Rudiae. V per Vittoria, Kritical Weiss, Capricci e Wooly Bully sono le birre finora prodotte, non filtrate e sopratutto non pastorizzate.

Birre da degustare: WOOLY BULLY- CAPRICCI- VITTORIA

Esperto: STEFANO CHIRONI, titolare Malatesta

22:30 Birrificio Soralamà

Il birrificio artigianale SORALAMA’ è situato a Vaie, in Val di Susa, provincia di Torino. La birra SORALAMA’ si contraddistingue per la purezza dell’acqua di montagna, per l’utilizzo di materie prime naturali di prima qualità tipiche del territorio circostante (spezie, castagne, mele, cereali…).
Viene prodotta unicamente birra cruda, viva, non pastorizzata, caratterizzata per una grande fragranza, bevibilità e digeribilità.

3 Birre da degustare: Splash- wow- slurp

Esperti: Matteo, responsabile commerciale Baladin sud italia e Ciko Direttore commerciale

DOMENICA 9

21:00 Birra Salento

Con l’inizio del nuovo anno verrà inaugurato il birrificio “Birra Salento”, un birrificio di 50 hl dedicato a tutti gli appassionati di birra artigianale.

3 Birre da degustare: Beggia, Pizzica e Taranta. Sono gli emblemi della birra artigianale salentina, ognuna con caratteristiche diverse ma tutte adattabili ai diversi gusti.

Esperti: Andrea de Luca, responsabile produzione Birra Salento

22:30 Birra Salento

Con l’inizio del nuovo anno verrà inaugurato il birrificio “Birra Salento”, un birrificio di 50 hl dedicato a tutti gli appassionati di birra artigianale.

3 Birre da degustare: Beggia, Pizzica e Taranta. Sono gli emblemi della birra artigianale salentina, ognuna con caratteristiche diverse ma tutte adattabili ai diversi gusti.

Esperti: Andrea de Luca, responsabile produzione Birra Salento

Posti limitati (40 persone)
Prezzo: 22 Euro online
Prezzo: 25 Euro prezzo intero
Le birre saranno accompagnate di assaggi gastronomici.

Per maggiori info: http://www.birraesoundfestival.com/nasce-birrarte-il-nuovo-progetto-di-cultura-birraria-promosso-da-mebimport/

PER MAGGIORI INFO: info@Birraesoundfestival.com o chiamare al n Verde: 800911699

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)