Cambiare il punto di vista. Con Ergo Sum

Dal 3 al 6 dicembre 2015 a Cavallino. In arrivo ospiti di fama nazionale tra gli altri Paolo Crepet, Catena Fiorello, Gian Franco Svidercoschi, Roberto Gervaso, Luca Bianchini

Ergo Sum. Ritorna il festival della letteratura. Presentazioni, reading e dibattiti

“Se non cambi punto di vista non puoi sapere qual è il tuo punto di vista”. Con un concept rivoluzionario ritorna a Cavallino, dal 3 al 6 dicembre 2015,  “Ergo Sum” il festival della letteratura, che taglia il nastro della ottava edizione. L’ideatrice e art director del festival, Alessandra Pizzi, ha messo insieme un programma di imperdibili incontri. Autori di spicco e, soprattutto, tanti libri con le loro storie da ascoltare, i personaggi che animano le pagine proponendo insoliti e diversi sguardi che possono aiutarci a comprendere le cose, magari riguardandole da un’altra prospettiva. E perché no, a cambiare il punto di vista.

 

In arrivo  Paolo CrepetCatena FiorelloIvana CastoldiGian Franco SvidercoschiRino MaenzaMarco MarsulloSimona TomaStefano Centonze,  Guido RispoliGiorgio GavinaMassimo LaghezzaRoberto GervasoGiuseppe SemeraroMatteo GrecoValeria BlancoRosario Priore e Gabriele ParadisiLuca BianchiniBeppe Convertini

Per scoprire dove e quando ecco il programma del festival

“Ci sono libri ‘dai quali non si torna indietro’, libri che attivano riflessioni, emozioni, che avviano domande, che facilitano risposte, che segnano percorsi, che aprono orizzonti, che chiudono porte, che segnano nuove strade, che aiutano ad andar via, che spiegano come e perché restare. – racconta la direttrice artistica del festival anticipando –  I libri dell’VIII ed. del Festival Ergo Sum  presentano storie percepite attraverso diversi punti di vista: pensieri raccontati attraverso le immagini; un classico che diventa un fumetto; racconti a volte tristi a volte felici; storie rilette; grandi e piccole conversioni, ma soprattutto segnano il punto del nuovo cambiamento; nuove conoscenze; nuovi saperi; l’ovvio mai detto e lo straordinario taciuto; il coraggio di essere nell’istante dopo. Perché lo scopo di un libro è di traghettare oltre, oltre i confini del proprio pensiero, alla scoperta di nuove Il verità”. 

Tra le tante novità di questa edizione la presentazione, in anteprima nazionale, del libro “Il Capitale Passione – come trasformare un’idea in un’impresa (di successo)” di Alessandra Pizzi, un originale manuale per districarsi nel mondo della new economy.  In copertina una bellissima illustrazione di Valentina D’Andrea  e completa il volume, edito da Il Raggio Verde, un approfondimento  sul mondo delle start up innovative e gli incubatori certificati a cura di Dario de Vitis


La presentazione del libro “Il Capitale Passione” si terrà venerdì 4 dicembre alle ore 17:30 nella sala consiliare Mario Gorgoni, l’incontro sarà preceduto in mattinata però alle 10:00 nella sala conferenze Michele Paone, Centro polivalente ex Campo Bisantida un road show esclusivo dedicato alle nuove imprese culturali e creative per condividere con i nuovi imprenditori (e aspiranti tali), la moderna visione d’impresa incentrata sul capitale umano, sulle nuove concezioni di marketing e di comunicazione e sull’utilizzo degli strumenti fiscali e tributari con cui fare impresa nella società 4.0.
 

Due le location degli eventi del festival, la sala conferenze Michele Paone, Centro Polivalente ex Campo Bisanti – Castromediano e la sala consiliare Mario Gorgoni – Palazzo Ducale, naturalmente a Cavallino, la città che dal 2012 ha adottato la kermesse perché in linea con il desiderio di cambiamento che deve necessariamente partire dal puntare tutto sulla cultura. Lo ha ribadito in conferenza stampa l’on. Gaetano Gorgoni e il sindaco Michele Lombardi insistendo sulla programmazione culturale perseguita dalla propria amministrazione che è ben lieta di accogliere anche quest’anno gli autorevoli ospiti del festival. Un palmares che va arricchendosi sempre più, nelle passate edizioni sono arrivati, infatti, a Cavallino tra gli altri Giancarlo De Cataldo, Mario Martone, Enrico Vaime, Salvo Sottile, Magdi Cristiano Allam, Franco di Mare.

Sarà il noto sociologo e psichiatra ad aprire, giovedì 3 dicembre ore 17.00, Paolo Crepet con  Il caso della donna che smise di mangiare (Ed. Einaudi). Dialogherà con l’autore Maria Grazia De Donatis.

A seguire ore 18.30, la giornalista Daniela Pastore incontra l’autrice Simona Toma che presenterà Mi chiamano Ada (Ed. Sperling & Kupfer) mentre per la sezione la rivoluzione dei creativi alle 19:15 il reading di Matteo Greco autore del libro C’era infinite volte il Sud con Elisa Maggio. Sarà presente anche Marco Cito che ha realizzato le illustrazioni del volume, in doppia lingua, edito da Il Raggio Verde edizioni. Conclude la prima giornata del festival Massimo Laghezza che presenterà il suo libro Tu Forse non ti immagini tutto il bene che ti voglio (Ed. Lupo). Dialogherà con l’autore Matteo Tangolo (an.fu.)


Programma

 

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)