La poesia ai tempi del Coronavirus

Riceviamo e pubblichiamo la videopoesia di Cosimo Renna, scrittore e poeta

Ecco il testo

L’acqua di Dio.

L’acqua
non toccò i fiori
del pesco grande e dei meli
profumavano gli agrumi
al delicato passaggio di quel fresco
fatto di piccole gocce non salate
che sulla pelle scivolano fino al mare.

L’acqua
abbeverò gli animali
che si riappropriarono
della natura
della libertà sottratta
da incendi e deforestazioni.

Dio
toccò solo l’uomo
lo avvertì
lo redarguì
lo incoraggiò a invertire il passo.

L’uomo restò sordo
al richiamo di Dio.

Allora
sparse la pioggia
a goccioline invisibili
inaspettate
dov’era l’arsura
dell’anima.

Dio è solo.

L’uomo è solo.

Acqua
che lava
le nefandezze della specie umana
e
sul capo di ognuno
fa pesare la corona di spine
del suo unico figlio
immolato sulla croce
per l’uomo di ieri.

Fino all’ultima goccia
fino a quando
non si desterà
dal sonno
l’uomo di domani.

Cosimo Renna
27 marzo 2020

#poesia,#poesiaaltempodelcoronavirus,#arteeluoghi,#ilraggioverde #cosimorenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)