Un premio per ricordare il Professore

Premio Maurizio Donati: bandita l’edizione 2012

Informazioni e regolamento sul sito ufficiale della manifestazione

 

Torna il Premio Maurizio Donati; e lo fa, come sempre, con l’obiettivo – anzi, ancor meglio, il desiderio – di offrire ai ragazzi la possibilità di liberare creatività, emozioni, idee, pensieri. La stessa voglia che, nei tanti anni d’appassionato insegnamento, il Professor Maurizio Donati cercava di stimolare nei suoi allievi, costruendo con loro un rapporto umano, prima che professionale.

Un esempio, Maurizio Donati, che non ha ispirato soltanto generazioni di colleghi e studenti, ma che – grazie all’opera del Premio – diventa un riferimento anche per le generazioni attuali. E sarà, come ogni anno, la signora Lidia – moglie del Professore – ad applaudire, a fine maggio, i vincitori, selezionati dalle giurie già pronte a valutare le opere.

È stato pubblicato in questi giorni il bando per l’edizione 2012, che prevede oltre alle due “classiche” sezioni di narrativa, anche quella destinata ai fotografi, che tanto successo ha riscosso negli ultimi anni. Prova ne è il sito internet ufficiale della manifestazione < www.mauriziodonati.it >, la cui grafica si basa proprio su alcuni degli scatti partecipanti degli scorsi anni e che, nel corso dei mesi, ospiterà man mano nuove gallerie d’immagini nonché alcuni estratti dei brani che, negli anni, hanno vinto il Premio.

 

Riservato ai ragazzi d’età compresa tra i 14 ed i 25 anni, il Premio nominerà tre vincitori – uno per la fotografia e due per la narrativa, sezione in cui i partecipanti sono suddivisi in due fasce d’età – che saranno protagonisti della cerimonia finale, prevista a Tarquinia per la fine di maggio. I partecipanti hanno tempo sino al 20 di aprile per inviare le proprie opere: da quel momento, spetterà alle giurie l’arduo compito di selezionare le migliori produzioni.

 

Nato nell’ambito del Liceo Scientifico “G. Galilei” di Tarquinia – l’istituto dove il Professor Donati ha insegnato per anni – il Premio ha man mano esteso i suoi confini, raggiungendo un ambito ormai nazionale ed un numero di partecipanti davvero lusinghiero. Solo lo scorso anno sono stati circa cento i ragazzi che hanno inviato le loro creazioni, e la qualità media delle opera è risultata altissima, con grosse difficoltà della giuria nell’opera di decisione.

Il Premio Maurizio Donati, ideato dall’omonima associazione, è organizzato da La Ripa Associazione Culturale, in collaborazione con l’I.S.I.S.S. di Tarquinia e con il patrocinio della Provincia di Viterbo, del Comune di Tarquinia e dell’Università Agraria di Tarquinia. Come da anni, inoltre, la manifestazione ha un partner speciale nell’amico Gabriele Piva, il cui Toto’s Cafè sostiene, con passione ed affetto, l’organizzazione dell’evento.

 

 


 

Il Professor Maurizio Donati
Il professor Maurizio Donati, scomparso nel 1992, è stato docente del Liceo Scientifico di Tarquinia fin
dalla sua fondazione: amato e stimato, ha rappresentato una guida per gli studenti e per i colleghi, capace
di lasciare – in chi ha avuto il piacere di condividerne momenti di vita, scolastica e no – una traccia
indelebile per passione, dedizione e doti umane.
Nel 1998, in occasione del trentesimo anniversario dell’istituzione del Liceo Scientifico a Tarquinia, per
iniziativa di alcuni insegnanti ed ex studenti del Liceo stesso e sotto la guida della prof.ssa Cristina
Ripamonti, è nata l’Associazione culturale che ne porta il nome e che sin dal suo primo anno di vita
promuove il Premio Maurizio Donati.
Nato come evento esclusivamente letterario, il Premio si è nel tempo aperto a nuovi ambiti, come
cortometraggio e fotografia, e nel corso delle sue dieci edizioni ha visto partecipare decine di giovani
talenti.
La Ripa Associazione Culturale ha, nel 2010, offerto la propria collaborazione a portarne avanti
l’organizzazione, facendosi carico – grazie al decisivo contributo dell’Università Agraria di Tarquinia –
della pubblicazione dell’antologia “Premio Donati – Dieci anni di storie”, che raccoglie i racconti
premiati nelle prime dieci edizioni del concorso e la cui avvenuta realizzazione è stata festeggiata, nel
corso di una piacevole cerimonia, il 18 dicembre 2010.

 


 

La Ripa Associazione Culturale
La Ripa è un’Associazione culturale senza scopo di lucro costituita a Tarquinia il 12 marzo 2006.
Come stabilito dallo statuto dell’Associazione, lo scopo dell’attività sociale de La Ripa, individuato dai
diciassette fondatori, è “promuovere, progettare e realizzare, sia direttamente che in collaborazione con
Enti pubblici o privati, attività tese a sostenere lo sviluppo culturale della popolazione, accrescerne la
sensibilità verso il patrimonio comune e verso le potenziali risorse esistenti, umane e materiali, al fine di
salvaguardarne vocazioni e prospettive”; in tale ottica, l’Associazione si propone di “promuovere,
organizzare, coordinare e/o realizzare iniziative negli ambiti delle arti, della cultura, dell’editoria, del
turismo, dell’informazione, dello spettacolo e dell’ambiente”.
La più impegnativa e nota iniziativa finora sostenuta da La Ripa è la redazione, dal mese di maggio del
2006, del mensile d’informazione, cultura e costume L’extra e del relativo supplemento on-line
lextra.info. Non vanno dimenticate, però, iniziative di successo quali concerti, eventi pubblici e mostre
con cui l’Associazione si è guadagnata, a Tarquinia e non solo, l’apprezzamento di un crescente numero
di sostenitori.
Sempre in tema di narrativa, l’Associazione, con il patrocinio dell’Amministrazione Provinciale di
Viterbo e dell’Università Agraria di Tarquinia, realizza e promuove anche il laboratorio di scrittura
creativa “Il Gattopardo”, i cui corsi sono tenuti da Luigi De Pascalis e Pietro Riccioni.
Dal 2010, La Ripa ha raccolto dall’Associazione Culturale “Maurizio Donati” l’eredità organizzativa
dell’omonimo Premio Letterario giovanile, facendosi subito carico di editare l’antologia dei racconti
vincitori delle prime dieci edizioni del Premio. Il volume, dal titolo “Premio Donati – 10 anni di storie”,
stampato grazie al finanziamento dell’Università Agraria di Tarquinia, è stato presentato il 18 dicembre
2010.
L’attuale presidente de La Ripa è Stefano Tienforti.

 

 


La Scuola
L’Istituto Statale d’Istruzione Superiore, istituito nel 1997, comprende il Liceo Classico e Scientifico
‘Galileo Galilei’ e l’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri ‘Vincenzo Cardarelli’.
La sede centrale è collocata in uno spazio di circa 10000 mq, occupati per 4000 mq dall’edificio, che si
sviluppa in un unico piano, per 6000 da verde e parcheggi. L’edificio ‘Cardarelli’, che attualmente accoglie
il liceo classico, il tecnico commerciale e per geometri, risale agli anni ’60 e nasce come sede della Scuola
Professionale per l’Agricoltura, dipendente dall’Istituto del Pino di Roma. Esso è ubicato lungo la strada
provinciale di Porto Clementino, che collega Tarquinia al Lido. Lo spazio verde che circonda la scuola
durante l’intervallo è a disposizione degli studenti, che vi possono effettuare le lezioni di educazione fisica
nei mesi primaverili.
La succursale di Tarquinia Lido, ristrutturata nel 1999, è costituita da una palazzina e da ampi spazi
verdi, tra cui la pineta nell’ex Colonia Marina provinciale. Attualmente ospita il liceo scientifico.
Il Liceo scientifico è stato istituito nell’a.s.1968/69 come sezione staccata del L.S. “Ruffini” di Viterbo.
Divenne autonomo nell’a.s. 1980/81 con il nome di “Galileo Galilei”. Il Liceo classico è stato istituito
nell’a.s.1994/95 come sezione annessa al Liceo scientifico. L’Istituto tecnico per geometri è stato istituito
nell’a.s. 1972/73 come sezione staccata dell’ITG “Nicolai” di Viterbo. L’Istituto tecnico commerciale è
stato istituito nell’a.s. 1976/77 come sezione staccata dell’ITC “Savi” di Viterbo. L’Istituto tecnico ottenne
l’autonomia e la personalità giuridica nell’a.s. 1979/80 ed assunse la denominazione ITCG “Vincenzo
Cardarelli”.
Gli inevitabili disagi derivanti dall’accorpamento del ‘Galilei’ con il ‘Cardarelli’ (curricoli diversi,
formazioni professionali dei docenti eterogenee) sono divenuti efficaci punti di forza: l’Istituto è diventato
pressoché l’unica scuola statale del territorio in grado di offrire all’utenza un ampio ventaglio di
opportunità, proprio in virtù della ricchezza di risorse professionali diverse e di possibili utilizzazioni
trasversali all’interno dei diversi corsi. Alcune esperienze in tal senso sono state già fatte e hanno dato
risultati più che soddisfacenti.
Con l’a.s.2004/2005 sono stati attivati il corso serale dell’ITC e il nuovo indirizzo di studi tecnico
turistico. Con i piani di studio aggiornati in base all’autonomia scolastica le classi prime dell’indirizzo
tecnico turistico e del’ITC IGEA da quell’anno hanno assunto rispettivamente la denominazione di Liceo
Economico Turistico e Liceo Economico Comunicazione e Marketing. Dall’anno scolastico 2008/2009 è
stato istituito il nuovo corso per Programmatori.
Nel corso del 2005 e del 2006 la sede centrale ha ottenuto l’accreditamento come sede formativa dalla
Regione Lazio per l’orientamento, per la formazione continua, per la formazione superiore. L’Istituto,
frequentato da alunni provenienti da diversi Comuni, è particolarmente sensibile e impegnato a ridurre
gli inevitabili disagi del pendolarismo; è collegato in modo abbastanza soddisfacente con la città da un
servizio di autobus urbani che trasportano gli studenti all’inizio e al termine delle lezioni. Durante gli
intervalli è in funzione all’interno della sede scolastica un servizio di ristoro per gli studenti, fornito da
ditta esterna autorizzata e convenzionata con l’Istituto nonché da distributori automatici..
Dalla fine del 2006 una parte dell’edificio è stata data al Centro di Formazione Professionale (istituzione
formativa della Provincia di Viterbo) con il quale l’Istituto ha avviato relazioni di collaborazione e di
partenariato.

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)