La ragione degli altri

 

Venerdì 23 marzo al Teatro Paisiello di Lecce per la stagione di prosa 2012

Luigi Pirandello e la ragione degli altri


Va in scena domani venerdì 23 marzo alle ore 21.00, un altro appuntamento di grande qualità della stagione di prosa del Comune di Lecce e Teatro Pubblico Pugliese “La ragione degli altri“, di Luigi Pirandello, diretto da Giovanni Anfuso.

La vicenda è quella di un giornalista, Leonardo Arciani, che, a causa della sterilità della moglie Livia, intreccia una relazione con una vecchia fiamma, Elena, dalla quale ha una figlia. La moglie vorrebbe riavere il marito, ma ritrovandolo padre di una bimba, sostiene di dover portare via, ad Elena, non solo l’amante, ma anche la piccola…al fine di offrire alla piccola una famiglia ricca e “in regola”.

Con “La ragione degli altri” compare per la prima volta una tematica costante in Pirandello: l’annullamento di sé per la felicità dell’altro, la cancellazione della propria personalità per la personalità degli altri, delle proprie ragioni per le ragioni degli altri.

Ambientato nella Roma d’inizio secolo, “La Ragione degli Altri” è il primo lavoro in tre atti dell’agrigentino; lavoro che risente pesantemente dell’ambiente culturale dell’epoca. E proprio in quell’ambiente, decisamente restio a tutte le novità che non siano celebrative del regime, Pirandello si “inserì” andando a scardinare la società italiana dal suo interno. Infatti, laddove il naturalismo metteva al centro della sua indagine “il fatto” qual era, Pirandello decentrando “il fatto”, metteva al centro della sua indagine le reazioni psicologiche dei personaggi.

Egli non aveva mai creduto in un teatro che intendesse impartire rigorose lezioni di politica e di morale, destinate a mutare le coscienze dello spettatore, ma soltanto in un teatro senza aggettivi, senza altra qualifica che se stesso. Per questo affidò proprio al teatro il tormento dell’uomo che vede intorno a sé una realtà in cui non è possibile comunicare, cioè fondare un vero rapporto di comunione di valori e verità tra due persone; soprattutto in una società fondata su convenzioni che si volevano eterne anche nell’ingiustizia e nell’errore.

Ecco perché la protagonista Livia, progettando la più grande delle vendette: il perdono! (l’accoglienza del marito – traditore –  e della figlia di lui), e stimolando la composizione di una famiglia “illegittima”, pone a noi il suo tormento: “Voi che avete biasimato una figlia nata da un donna non moglie, non biasimerete una figlia che vive con una donna non madre!”.

 

Giovanni Anfuso, il regista, è di Catania ed è cresciuto a “pane e Pirandello”, dunque tiene particolarmente a questo spettacolo per far ricredere gli spettatori sull’attualità e l’ironia del grande autore agrigentino. Regista di trentennale esperienza che ha collaborato con grandi nomi quali Giorgio Strehler, Lamberto Puggelli, Glauco Mauri e diretto attori del livello di Paola Gassman, Sebastiano Tringali e Lello Arena, ritiene che la vera difficoltà di questo testo fosse farlo funzionare credendo davvero nella propria ragione, ricercandone le motivazioni profonde per riuscire a convincere il pubblico, che si troverà spaesato e confuso, non sapendo a chi conferire la giusta ragione. Tutti e nessuno avranno ragione, ma questo è Pirandello.

Ridotti i tre atti originali in un’ora e venti, non sarà certo uno spettacolo rilassante. Ogni reazione sarà portata a estreme conseguenze in un vortice concitato di passionali emozioni. Dopo il debutto nel 2009 a Buenos Aires e una tournèe nazionale che ha toccato i maggiori teatri italiani, “La ragione degli altri” si appresta a stupire il pubblico leccese.

 

LA RAGIONE DEGLI ALTRI

di Luigi Pirandello

regia Giovanni Anfuso

con Liliana Randi, Cristina Caldani, Carlo Vitale, Maurizio D’Agostino, Raffaello Lombardi, Tommy Marconi.

 


INFO

tel.0832.246517  – Numero Verde: 800.215259

www.comune.lecce.it, www.teatropubblicopugliese.it/leccecomune

teatropaisiello@gmail.com

prevendita presso Castello Carlo V – via XXV Luglio, Lecce

 

I PREZZI DEI BIGLIETTI

 

 

PLATEA

 

€ 20,00

PALCHI

 

€ 15,00

PALCHI RIDOTTO

 

€ 10,00

LOGGIONE

 

€ 7,50

riduzioni

 

I biglietti ridotti saranno concessi esclusivamente ai ragazzi fino a 18 anni, agli studenti universitari, alle persone di oltre 65 anni, ai giornalisti iscritti all’ODG Puglia ed ai possessori di IKEA FAMILY CARD, Carta Socio Coop estense, Carta Più La Feltrinelli, Puglia University Card, AgisCard. I documenti attestanti il diritto alla riduzione dovranno essere esibiti all’atto della prenotazione e, a richiesta, al personale di sala. Le riduzioni non sono cumulabili.

Vendita dei biglietti

La prevendita di biglietti si terrà presso il Castello Carlo V (via XXV Luglio – tel. 0832.246517) tutti i giorni dalle 9,30 alle 13,00 e dalle 16,30 alle 20,00. Il giorno di spettacolo la chiusura della prevendita sarà alle ore 19,00. Il botteghino del Teatro Paisiello sarà aperto la sera di ogni spettacolo a partire dalle 19,45.

Biglietteria online su www.teatropubblicopugliese .it (acquisto dal secondo spettacolo in poi) e punto self-service Libreria Liberrima, Lecce.

 

Info

 

Castello Carlo V

via XXV Luglio, Lecce

Tel. 0832.246517

Numero Verde 800.215259

teatropaisiello@gmail.com

www.comune.lecce.it

(fonte: comunicato stampa)

 

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)