A Sud del Sud

Domenica 29 aprile 2012, ore 19 nella sala Maria D0Enghien del Castello Carlo V di Lecce

Omaggio a Bodini

 

A Sud del Sud, metti una sera a Lecce Bodini e altre lune…. è il titolo suggestivo per l’evento dedicato all’opera del grande poeta salentino.

“L’obiettivo – ha spiegato Alessandra Pizzi, curatrice del progetto – è quello di andare oltre le iniziative spontanee, seppur interessanti, per puntare ad attività mirate al fine di divulgare l’opera di questo grande poeta. Vogliamo allargare la sua conoscenza ad un pubblico più vasto, coinvolgendo soprattutto i giovani”.

La manifestazione prevede la presentazione di 2 inediti. A cominciare dal volume Sud come Europa, il carteggio di Leonardo Sciascia e Vittorio Bodini (edizioni Besa), curato da Lucio Giannone e Fabio Moliterni.

La collaborazione tra i due è di vecchia data. “Il filo conduttore –  ricorda il professor Lucio Giannone, uno dei più fervidi e sagaci studiosi del poeta salentino – è la letteratura spagnola. Bodini è uno die maggiori  ispanisti del Novecento. E’ colui il quale ha tradotto il Don Chisciotte di Miguel de  Cervantes Saavedra.  Bodini e Sciascia, inoltre, lanciano assieme il Programma di Cospirazione provinciale, quasi a rimarcare l’importanza della provincia e del suo territorio rispetto alle grandi città e alle metropoli. E i due furono tra i primi a parlare di Mediterraneo, sottolineando il ruolo e l’importanza strategica,  con la collana denominata Biblioteca Mediterranea, portata avanti poi dallo scrittore siciliano”.

I percorsi intellettuali di Vittorio Bodini e Leonardo Sciascia occupano un posto di primo piano nella storia della cultura (non solo meridionale) del Novecento. Quello che emerge dal loro carteggio è l’affascinante profilo di due scrittori curiosi e poliglotti, poeti e narratori di talento e dalle letture sterminate, con una tensione mai dismessa verso la mappatura di esperienze poetiche e letterarie che dalla provincia del Sud approdano in Europa e arrivano fino al mondo arabo-ispanico. Forse le pagine più rivelatrici dell’epistolario sono proprio quelle incentrate sulla attività di traduzione e promozione editoriale; in particolare sui progetti portati a compimento e su altri mai realizzati, come un’antologia della poesia spagnola contemporanea o una collana dedicata alle scritture antiche e moderne del Mediterraneo. Intanto Sciascia e Bodini perfezionavano o completavano il rispettivo apprendistato letterario con la pubblicazione di opere fondamentali quali Le parrocchie di Regalpetra (1956), Dopo la luna (1956) e la traduzione del Chisciotte di Cervantes (1957).

L’ iniziativa vedrà la presenza di Giuseppe Giacovazzo, amico e compagno di studi di Bodini.

E dalle parole alla musica quella del gruppo musicale romano Ecovanavoce che presenterà le nove canzoni del cd La luna dei Borboni.

A Sud del Sud, metti una sera a Lecce Bodini e altre lune…., avvia il tour estivo del gruppo Ecovanavoce, rappresentato da Fabio Lorenzi, che porterà nelle Piazze d’Italia il canto suggestivo di Vittorio Bodini.

L’evento, dedicato a Vittorio Bodini e al suo rapporto con il Sud, è stato organizzato dal Comune di Lecce.

(red. Arte e Luoghi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)