Franco Battiato. “Jonia me genuit”

La mostra Antologica di Franco Battiato a Palazzo del Broletto a Pavia dal 1 al 15 settembre 2013

“Jonia me genuit”

Cantautore, regista, compositore, artista. Franco Battiato si racconta a tutto tondo in una singolare antologica a Pavia dal 1 al 15 settembre 2013. Singolare come il titolo “Jonia me genuit” espressione coniata in latino e che sintetizza le sue origini: la città di Jonia in provincia di Catania dove nacque nel 1945. E dalla sua amata Sicilia di sicuro ha ereditato l’energia vulcanica con la quale si espresso in ogni campo della creatività.

La sua carriera musicale è costellata di successi e di dischi che hanno fatto la storia della musica italiana. Nel 1981, La voce del Padrone, resta al vertice della classifica italiana per un anno vendendo oltre un milione di copie e Battiato diventa un “caso”, materia di studio per gli intellettuali e fonte d’ ispirazione per i musicisti. Ma non si ferma al pop. Con l’opera “Genesi” debutta al Teatro Regio di Parma (1987) cui seguitrà la seconda opera lirica, Gilgamesh, che debutta con successo al Teatro dell’Opera di Roma nel 1992. Scrive “Il cavaliere dell’intelletto”, su richiesta della Regione Sicilia per l’ottavo centenario della nascita di Federico II di Svevia, l’opera viene rappresentata nella Cattedrale di Palermo e vede l’inizio della sua collaborazione con il filosofo Manlio Sgalambro, col quale collabora ormai da diversi anni. Infine su commissione del Comune di Cosenza/Teatro Rendano ha composto Telesio, la sua nuova opera, con libretto di Manlio Sgalambro.

Non solo opere liriche per i più prestigiosi teatri italiani. Battiato compone anche per il cinema scrivendo nel 1990 la colonna sonora per il film Benvenuto Cellini – Una vita scellerata. PERDUToAMOR è il suo film d’esordio scritto con Manlio Sgalambro, e riconosciuto d’Interesse Culturale Nazionale, che narra il percorso formativo di Ettore, prima bambino poi giovane adulto, nella Sicilia e nella Milano degli anni ’50 e ’60 e gli vale il Nastro d’Argento come miglior regista italiano esordiente.  Seguono Musikanten (2005) e Niente è come sembra (2007).

Compone musica per il balletto teatrale “Campi magnetici”. Negli anni ’90 compone “Messa Arcaica”.

La mostra “Jonia me genuit” allestita nelle sale di Palazzo del Broletto metterà in evidenza la sua straordinaria capacità di spaziare sempre ad altissimo livello nei vari campi della cultura. Dalla musica, al cinema, al teatro, alla pittura: agli inizi degli anni ’90 comincia un nuovo percorso sperimentale dedicandosi alla realizzazione di dipinti su tavola a fondo oro. Le opere figurative prodotte sono circa ottanta, tra tele e tavole dorate realizzate prediligendo la tecnica ad olio e mediante uso di terre o pigmenti puri. Tra queste figurano anche le copertine di Fleurs e Ferro Battuto, e il libretto dell’opera Gilgamesh, che sono state realizzate dallo stesso Battiato che ‘firma’ i suoi dipinti con lo pseudonimo Süphan Barzani. Parallellamente all’attività di musicista, dal ’93 ad oggi ha esposto i suoi lavori in diverse mostre personali tra Roma e Catania, Stoccolma, Miami, Firenze e Goteborg. Nel 2009 la Banca Popolare di Lodi gli ha dedicato una importante mostra antologica nello spazio espositivo realizzato da Renzo Piano , documentata da un ricco catalogo per le “Edizioni Skira”.

Per la mostra è stata messa a disposizione l’ importante collezione di Mario Angelo D’Addezio e Vincenzo Viscuso riguardante il lavoro dell’artista, composta dalle produzioni discografiche che vanno dagli esordi fino alle ultime composizioni, con rarità discografiche, poster dei concerti nazionali ed internazionali, produzione dei dipinti realizzati in multiplo, libri e pubblicazioni a lui dedicati. Materiali che confluiscono anche nel catalogo realizzato dalle Edizioni della Bezuga che documenta la lunga attività di Franco Battiato corredato da testi inediti riguardanti le varie sezioni della mostra. E dulcis in fundo, nell’ambito della mostra si terranno le  proiezioni dei film “Perduto amor”, 2002, “Musikanten”, 2005, “Niente è come sembra”, 2007, “Auguri Don Gesualdo” 2010. (an.fu.)

 


 

Scheda tecnica

Mostra Antologica di Franco Battiato
“Jonia me genuit”
Discografia leggera, Discografia classica, Filmografia, Pittura.
Palazzo del Broletto – Piazza della Vittoria – Pavia
Inaugurazione domenica 1° settembre ore 18,00
Sarà presente l’Artista
1 – 15 settembre 2013
Orario di apertura:
Dal lunedì al venerdì 16,00-19,30 e al mattino su appuntamento
Sabato e domenica 10,30-13,00 e 16,00-19,30

Catalogo prenotabile presso info@labezuga.com. Prezzo di copertina Euro 30,00 (edizione in brossure) più spese di spedizione.
Edizione rilegata in cofanetto contenente nei primi 100 esemplari un’opera di grafica numerata e firmata da Franco Battiato Euro 150,00 più spese di spedizione.
 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)