Lecce Fashion Weekend 2013

Al Museo Ferroviario di Puglia di Lecce sabato 22 e domenica 23 novembre 2013.

Lecce, capitale della moda con LFW

Puntare sulla bellezza per uscire dalla crisi? perché no. Dopotutto la cultura e la promozione del territorio passano anche dalla moda. E la passerella di Lecce Fashion Weekend, giunta quest’anno alla sua undicesima edizione, avrà una location d’eccezione il Museo Ferroviario di Puglia di Lecce.

Presentata stamane l’iniziativa, in programma sabato 22 e domenica 23 novembre, organizzata dall’agenzia “Alta Voce”, diretta  da  Elisabetta Bedori e Vincenzo Longo che promettono un’edizione di LFW che verrà ricordata come una di quelle a più alto tasso di fashion ed ospiti illustri di tutta la sua storia. 

 

Gli stilisti in passerella, pugliesi e no,  rispondono infatti ai nomi e (ai brand) di Paola Zezzi Veri (Melendugno), Antonio Monopoli (Carovigno), “Polvere di stelle” (Porto Cesareo), “Missmayd gioielli” (Bitonto), Dilaine Alvez Rodrigues (Roma), Francesco Cecchini (Fano-Pesaro-Urbino), “Maledette Femmine” (Matino), Gino Longo (Cursi), Maria Ancona (Martina Franca), Annarosa Cardignan (Lecce), Michele Gaudiomonte (Castellaneta),   (Casamassella), Cristel Carrisi “Crisberry” (Cellino San Marco), Valentina Caramia (Laterza) e gli stilisti della “Scuola Moda Calcagnile”,  tra cui Dolores Mauro (Aradeo).

E mentre si mettono a punto gli ultimi dettagli – e sorprese – è stato reso noto il prestigioso parterre di personaggi fashion in arrivo a Lecce per la rassegna, ormai nota agli addetti ai lavori di tutta Italia (e non solo) per aver lanciato nuovi stilisti e creato opportunità di mercato importanti. A partire da Beppe Angiolini, presidente della Camera Italiana dei Buyer della Moda, che quest’anno ha voluto essere personalmente presente in prima fila per valutare le proposte degli stilisti e delle aziende che parteciperanno alla due giorni di moda made in Puglia. Una piacevole conferma, invece, la presenza della giornalista e critica di moda Mariella Milani, della manager Alta Roma e top model Simonetta Gianfelici, della regista Meri Marabini, del capoufficio stampa della Maison Gattinoni Edoardo De Giorgio. E ancora il direttore artistico di Go Coppola Mauro Situra e la pierre fashion Francesca Romana Secca mentre dai Paesi Bassi, sono attesi giornalisti di moda e buyer come Filomena E. A. Uffing, Toenke Berkelbach, Willemijn Van Dijk.

Svelato anche lo staff che opera dietro le quinte e rende ogni anno la manifestazione un’evento degno di nota:  Fabiana Saquegna (per i make up) e Roberta Apos (per le acconciature).

Nelle due serate, condotte dalla giornalista Cinzia Malvini, con la regia di Rossano Giuppa (sotto la direzione artistica di Elisabetta Bedori) sfileranno le creazioni di giovani stilisti e nuovi brand perchè il successo di LFW è il suo porsi quale trampolino di lancio per i talenti emergenti della moda pugliese. “Non a caso  – ha aggiunto la stessa Bedori – gli stilisti di questa undicesima edizione sono volti nuovi del fashion: la nostra mission è dare a questi ragazzi e a questi giovanissimi brand la possibilità di farsi conoscere. Il che non vuol dire che Lecce Fashion Weekend non dia spazio anche ai nomi importanti della moda pugliese: accanto a noi per esempio, ancora una volta, la Scuola di Rosanna Calcagnile, sempre sulla cresta dell’onda. E una new entry che ci fa molto piacere:  “Le Costantine”, che si lanciano in questa avventura della moda con la collezione “Abbi” e l’abito “Te ‘mbrazzu”, dedicato alla loro presidente Maria Cristina Rizzo”. Tra i partecipanti il ritorno di Cristel Carrisi che ha ricordato ““il mio debutto nel mondo della moda è stato qui, e mi ha portato molta fortuna” . E ancora una volta a Lecce presenterà la sua nuova collezione di leggins e t-shirt dal gusto americano, ma molto gradite anche ai ragazzi italiani (grazie a LFW sono approdate infatti in uno showroom di Milano).

Non è mancato il plauso del Sindaco di Lecce Paolo Perrone, compiaciuto anche per la scelta della location, il Museo Ferroviario di Puglia di Lecce, una struttura, oggi prima nel suo genere nel Sud Italia,  istituita – ha voluto ricordare – quando ero assessore ai Lavori pubblici grazie alla Misura 5.1, ed è gestita dal sodalizio numero 1 del nostro registro delle associazioni. LFW  – ha concluso – è un appuntamento più che significativo del nostro ideale cartellone delle iniziative culturali, e per vari motivi. In primis perché si valorizza la creatività di Lecce, del Salento e della Puglia: molte delle aziende e degli stilisti che hanno iniziato con questa  manifestazione continuano a lavorare, e siccome questo territorio ha la capacità di creare bellezza può salvarsi dalla crisi puntando proprio su questo settore, strettamente attiguo alla cultura e dunque in grado di supportare positivamente una comunità come Lecce, che ha bisogno di attrarre viaggiatori e che dunque non può che compiacersi di questo fermento”. (an.fu.)

 

 

 

 

 

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)