Border ballads. Luigi Massari ai Cantieri Koreja

Dal 5 dicembre 2013 al 5 gennaio 2014 a Lecce nei Cantieri Teatrali Koreja

Senso Plurimo. Fotografie, scritture, disegni e strumenti musicali

 Senso Plurimo, la rassegna dei Cantieri Teatrali Koreja curata dalla giornalista e critica Marinilde Giannandrea  giunge alla sua quinta edizione. Quest’anno la rassegna si occuperà non solo di artisti. Saranno, infatti, le nuove professionalità che cominciano a definirsi anche nel nostro territorio a fare da filo conduttore all’edizione 2013-2014. Tutti gli autori, inviati a confrontarsi con il box progettato da Rune Ricciardelli, hanno sviluppato una pluralità di linguaggi e di azioni che testimoniano l’esistenza di una dimensione multipla in cui la ricerca visiva si fonda più in generale con quella culturale e progettuale.  Partono dalla Puglia ma si muovono frequentemente in spazi internazionali mettendo in campo relazioni, sinergie e interazioni tra diversi campi e discipline. 

 

Inaugurazione e performance giovedì 5 dicembre alle ore 18.30 per LUIGI MASSARI in mostra fino al 5 gennaio con Border ballads Il metodo del confine (INGRESSO LIBERO) figura eclettica di artista e operatore culturale. L’esistenza da nomade lo spinge a connettere le ballate, composte nel XV secolo lungo il confine che divide l’Inghilterra e Scozia (The Border), con la musica popolare del Sud Italia in un progetto musicale e performativo  che si costruisce  parallelamente ad un archivio visivo fatto di frammenti di viaggi, percorsi, storie.

 

[…] Il box che dà un lustro accoglie gli interventi degli artisti di Senso Plurimo è panorama prima di tutto: segna colpi d’occhio, perimetri, divergenti varietà. Crea scambi, confronti, shock termici tra resa formale e teoria.

Voci distinte ne scandiscono tempi e occasioni. Nella maggior parte dei casi si nutre di misure spaziali complesse e unità di calcolo, in cui il tempo si è fatto pratica, misura, linguaggio. Una statura che si ritrova anche in Border ballads di Luigi Massari, somma di esperienze attinte a piene mani alle dimensioni biografica e performativa  in grado di creare una sorta realtà aumentata che, scarnificata dalle derive tecnologiche, diventa luogo di accumulazione del vissuto, oggetti trovati e transiti nella relazione soggetto-ambiente. Per questo Massari veste le pareti della scatola progettata da Rune Ricciardelli per il foyer dei Cantieri Koreja di fotografie, scritture, disegni preparatori e strumenti musicali. Ne fa casa, rifugio temporaneo, accampamento intimo per un alfabeto universale che, alla forza centrifuga dell’omologazione, risponde con la ricerca di un humus comune alle steppe dell’Asia, agli altipiani sardi e al bacino mediterraneo, tracciando in forma di immagini e parole una cartografia fisica e mentale di quello che Nico Vascellari definirebbe tranquillamente un territorio fantasma, in cui non esiste periferia, poiché impossibile definirne il centro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come nel mito, in Border ballads la frattura tra reale e immaginario è minima: concept installativo e performance si calibrano nel tempo e nello spazio, segnano il passo tra dentro e fuori, rifuggono dalla musica come evasione o sottofondo per approdare alla dimensione più pura del suono, nella sua accezione primordiale di rito.  Il limite è labile, crocevia prima d’ogni cosa. È spazio sacro. Zona di fragilità, faticosa ricomposizione. Invasione e ritirata, mappa d’ordine e disordine. È già storia, è ovunque […] Valeria Raho.

 

 

Luigi Massari, nasce aBari nel 1978. Si diploma in Pittura e laurea in Pedagogia e Didattica dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce. La sua pittura, visionaria ed evocativa dai toni apocalittici e magmatici, rifiuta la stereotipia delle immagini e si distende in un immaginario caotico e primordiale.

Nel 2011 in collaborazione con l’artista Carlo Spiga fonda Terzo Fuoco, gruppo musicale sperimentale connesso alla ricerca artistica e performativa. Nel 2012 con Andrea Lacarpia e Diego Cinquegrana crea a Milano “Dimora Artica”, associazione culturale e spazio operativo per la promozione dell’arte contemporanea. Vive e lavora tra Milano e Modena. http://luigi-massari.blogspot.it/

 

 

 

Ingresso libero

Sarà possibile visitare le mostre nelle serate di spettacolo e dal lunedì al venerdì dalle ore 15.30 alle ore 18.00. Bus urbano linea 28

Info: Cantieri Teatrali Koreja, via Guido Dorso, 70

tel. 0832-242000 / 240752

e-mail: info@teatrokoreja.itwww.teatrokoreja.it;            

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)