I cento anni della Società Operaia

Parte il 4 gennaio il calendario dei festeggiamenti a ricordo della Fondazione della Società Operaia di Mutuo Soccorso e della sottoscrizione del primo Statuto del 1914. Prevista una funzione religiosa (dalle ore 18), la cerimonia commemorativa nella storica sede sociale di piazza Regina Margherita e varie testimonianze, tra cui il ricordo della centenaria novolese Luigia Valzano.

Venti lustri e tanti eventi. Novoli in festa

Con una doppia cerimonia, organizzata in sinergia con Proloco Novoli e con la collaborazione di Comune di Novoli, Immaginario XII e Scuola Superiore di Musica Harmonium, venerdì 4 gennaio si svolgerà il Primo Centenario della Società Operaia di Mutuo Soccorso di Novoli. Ricordare, custodire, tramandare. Sono le basi del programma dei festeggiamenti che si terrà all’interno della Chiesa Matrice dedicata a Sant’Andrea Apostolo prima e, successivamente, nella sede sociale dello storico Sodalizio di piazza Regina Margherita.

Fin dalla sua nascita e nel corso di questi cento anni – spiega il presidente Costantino Antonuccila Società Operaia ha rivestito un ruolo di fondamentale importanza per lo sviluppo economico e sociale del nostro paese, garantendo un futuro a intere generazioni. Per questo vogliamo celebrare non solo l’evento centenario, ma coinvolgere le associazioni e le giovani generazioni per ricordare, custodire e tramandare tutti insieme la storia della nostra Comunità. In questo senso – conclude Antonucci – rientra anche la testimonianza della centenaria Luigia Valzano (102 anni, moglie del defunto socio fondatore Francesco Frassanito), che insieme ai nostri Soci, ricostruirà e racconterà le origini della Società Operaia e il suo ruolo centrale nel contesto sociale, economico e culturale di Novoli”.

 

 

La serata si articolerà in due momenti aprendo un lungo cartellone di eventi collaterali, che continueranno lungo tutto il 2014, a partire già dai prossimi festeggiamenti in onore del patrono Sant’Antonio Abate: alle ore 18 l’arciprete Don Cosimo Vetrugno presiederà una solenne concelebrazione eucaristica alla presenza delle autorità civili, militari e religiose, mentre alle 19 è attesa la cerimonia di apertura del Centenario con i saluti istituzionali degli intervenuti, con la scopertura di una targa a ricordo della Fondazione e della sottoscrizione del primo Statuto (sottoscritto il 05 gennaio 1914, ndr) e con la commemorazione dei Soci caduti durante le guerre. Nell’occasione, infine, sarà riproposta anche la mostra “Saluti da Novoli”, una raccolta di cartoline storiche e vedute delle più importanti realtà urbane, paesaggistiche e sociali del territorio novolese curata dall’Associazione Culturale “Il Parametro” e visitabile gratuitamente fino al 18 gennaio prossimo.

 red. Arte e Luoghi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)