Sardegna Chi_Ama Puglia

Sabato 1 marzo nel Teatro Politeama Greco di Lecce

Per amore e per passione. Quando la musica incontra la solidarietà

Sardegna Chi_Ama Puglia approda a Lecce, sabato 1 marzo, nel Teatro Politeama Greco.  Nato da un’idea di Paolo Fresu il concerto-spettacolo coniuga musica e solidarietà a favore dei comuni di Bitti e Terralba, colpiti dall’alluvione che ha devastato parte della Sardegna lo scorso 18 novembre.

Sul palco, start alle 21, grandi protagonisti della scena musicale pugliese e non solo.

Alla resident band Puglia Jazz Factory composta da Raffaele Casarano (sax e coordinamento artistico), Gaetano Partipilo (sax), Marco Bardoscia (contrabbasso ), Fabio Accardi (batteria), Mirko Signorile (piano), si affiancheranno oltre a Paolo Fresu (tromba e flicorno) anche Cesare Dell’Anna (tromba), Daniele di Bonaventura (bandoneon), Vertere string quartet, Sud Sound System, RadioDervish, le cantanti Erica Mou, Mama Marjas e Carla Casarano. Hanno aderito all’iniziativa anche il regista Edoardo Winspeare, i Cantieri Teatrali Koreja, Alessandra Amoroso e Caparezza.

Il logo dell’evento, creato da Beppe Chia di Chialab e rappresentante il famoso bronzetto sardo rielaborato in chiave moderna, è stato disegnato in occasione della manifestazione Sardegna Chi_Ama Bologna con l’intento che possa essere “prestato” a tutte le iniziative dello stesso tipo ospitate nel resto d’Italia. Una sorta di “marchio doc” per patrocinare le iniziative, con l’intento anche di aiutare e poter dare indicazioni su dove destinare i fondi, in maniera trasparente, senza intermediazioni, individuando direttamente le situazioni nelle quali è possibile intervenire.

L’evento è organizzato dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Lecce con Locomotive Jazz Festival, Apulia Jazz Network, Bass Culture e Cool Club.

red. Arte e Luoghi


 

sabato 1 marzo – ore 21.00
Politeama Greco – Lecce
Ingresso 20 euro + dp
Prevendite circuito BookingShow
Info locomotive@locomotivejazzfestival.it – 3459219407

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)