Quando la Storia va a Teatro

A Marzo, tour nel Trentino per lo spettacolo di Leonardo Casalino e Marco Gobetti

Carlo, Ettore, Maria e la Repubblica

Dal libro al teatro. Per dar voce alla Storia. Carlo, Ettore, Maria e la Repubblica è il titolo della drammaturgia liberamente ispirata al volume “RACCONTARE LA REPUBBLICA | Storia italiana dal 1945 a oggi: sette testi da interpretare a voce” (http://www.seb27.it/content/raccontare-la-repubblica) che si appresta ad un interessante tour nel Trentino. Presentano lo spettacolo, ideato da Leonardo Casalino e Marco Gobetti, la Presidenza del Consiglio della Provincia Autonoma di Trento, il Coordinamento Teatrale Trentino e l’Associazione culturale Compagnia Marco Gobetti.

Autori del volume così come del copione dello spettacolo lo storico Leonardo Casalino e l’attore Marco Gobetti e narra la vita di una famiglia, attraverso gli ultimi 70 anni della nostra storia nazionale.
Ettore, il padre: è un ex partigiano che, finita la guerra, vive ricattando gli ex fascisti, pistola alla mano.
Maria, la madre: quando Ettore la incontra, nel 1946, fa la prostituta in una casa chiusa di Torino.
Il loro amore, la passione di Maria per il cinema e la letteratura, le loro lotte, i loro vecchi mestieri e quelli nuovi, il loro riscatto sociale… una storia piccola e paradigmatica, però, del tentativo nella grande storia, di formare una società civile capace di un rapporto maturo con il potere politico.
Che cosa resta di quel tentativo?
La risposta spetta a Carlo, figlio di Ettore e Maria, la cui vicenda affonda le radici nel presente che viviamo e nei settant’anni che lo precedono.
Un intreccio di biografie di pura invenzione che lascia emergere la nascita e storia della Repubblica Italiana.
Un racconto che, evocando la storia di Italia dal 1945 a oggi, intende farsi strumento di ricordo, ma anche di apprendimento, sogno, coraggio, pensiero e azione.

Il tour partirà il 1° marzo nell’auditorium del Conservatorio a Riva del Garda, il 2 marzo una matinè riservata agli studenti di Tione di Trento (ore 10,50, auditorium scuole superiori); il 4 marzo al Teatro San Carlo di Trento (10:30 e 21); il 5 marzo al Centro Piné 1000 di Balsega di Pinè. Ancora due matiné il 9 marzo il all’Auditorium Ite di Predazzo ( ore 10,45) e il 10 marzo all’ Auditorium Enzo Zeni Weisse Rose a Cavalese  (10,45), infinte, 11 marzo all’Auditorium Tullio Garbari a Pergine Valsugana (ore 21) e il 12 marzo al Teatro San Sisto a Caldonazzo (ore 20:45).

 

Sul palco  Marco Gobetti (recitazione, co-direzione) e Beppe Turletti (musica, co-direzione) allestimento, disegno luci e suono, co-direzione Simona Gallo e direzione Anna Delfina Arcostanzo.

Lo spettacolo, per la sua duttilità di allestimento, può essere realizzato in qualunque spazio: dalla sala al piccolo e grande teatro, alla piazza. La peculiarità di questo spazio deve essere semplicemente quella di poter consentire una partecipazione significativa da parte del pubblico, affinché esso possa riconoscersi quale co-protagonista dell’accadimento.

Approfondimenti: www.raccontarelarepubblica.wordpress.com
www.compagniamarcogobetti.com

 red. Arte e Luoghi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)