L’Università del Salento rende omaggio a Shakespeare

Lunedì 23 maggio nella biblioteca dipartimentale aggregata di Scienze dell’Economia, Complesso Ekotecne, Monteroni (Lecce)

Shakespeare and company. Piazza del sapere per un giorno, Biblioteca per sempre. Nel 400° anniversario della morte di William Shakespeare

 

Sensibilizzare gli studenti alla lettura dei classici, promuovere la conoscenza delle arti, fornire occasioni di incontro e socializzazione nella “Piazza del sapere” della propria biblioteca: è l’obiettivo della nuova iniziativa promossa nell’ambito del ciclo “2016 Non di soli libri” delle Biblioteche dell’Università del Salento, in programma lunedì 23 maggio 2016 alle ore 10, nella Biblioteca dipartimentale aggregata di Scienze dell’Economia – Sezione Settore Economico (complesso Ecotekne, via per Monteroni, Lecce), sul tema “Shakespeare and company. Piazza del sapere per un giorno, Biblioteca per sempre. Nel 400° anniversario della morte di William Shakespeare”. L’evento rientra anche nella campagna nazionale “Il Maggio dei Libri”.

Dopo i saluti del Prorettore con delega al Sistema Bibliotecario e al Sistema Museale Antonio Lucio Giannone e del Preside della Facoltà di Economia Amedeo Maizza, l’iniziativa sarà presentata da Maria Pia Metrangolo, Direttrice della Biblioteca Settore Economico. Con il coordinamento di Marisa Saracino, Associata di Lingua inglese, si succederanno quindi gli interventi:
Calibano: l’americano di Shakespeare – David Lucking, Professore Ordinario di Letteratura Inglese
Roma e Britannia nel Cymbeline – Maria Luisa De Rinaldis, Professoressa Associata di Letteratura Inglese
Shakespeare e l’economia – Manuela Mosca, Professoressa Ordinaria di Storia del Pensiero Economico
Tutto il mondo è un palcoscenico: face to face with Shakespeare – Antonella Calogiuri, Ricercatrice Lingua Inglese; Traci Ricciardo, Lettrice di madre lingua Inglese; Maria Grazia Ungaro, Lettrice di Madre lingua inglese; con la partecipazione degli studenti di corso
Verrà infine proiettato “Romeo e Giulietta Di PëTr Il’ič ČAjkovskij”, tratto dalla trasmissione televisiva “Che Fuori Tempo Che Fa”.

«La figura del drammaturgo inglese, attraverso le opere a noi giunte, rappresenta una delle espressioni più alte dell’arte occidentale», sottolinea Maria Pia Metrangolo, Direttrice della Biblioteca Settore Economico, «per la straordinaria capacità del Bardo di indagare a fondo l’animo umano e i suoi bisogni. I suoi personaggi – Amleto, Romeo e Giulietta, Machbeth, Falstaff, il Mago Prospero – sono diventati metafora della vita umana perché esaltano le sfumature della natura filosofica e psicologica del potere, dell’amore, del tradimento, dei conflitti interiori che ogni uomo si trova a vivere. Shakespeare and Company richiama la famosa libreria parigina fondata nel 1919, situata nel quartiere latino, ancora oggi punto di riferimento per la vita culturale di Parigi. Parigi negli anni Venti è il centro della cultura internazionale, crocevia per grandi scrittori europei ed espatriati americani come Ezra Pound e Ernest Hemingway, Jean Prévost, Francis Scott Fitzgerald, Paul Valéry, André Gide, Gertrude Stein, James Joyce che la menzionerà nel romanzo “Festa Mobile” (1964). La libreria ha fatto da sfondo ad alcuni film come Before Sunset di Richard Linklater e Midnight in Paris di Woody Allen. Shakespeare and Company rappresenta l’immagine di come dovrebbe essere la biblioteca e “Piazza del sapere per un giorno, Biblioteca per sempre” vuole essere un programma: la Biblioteca è luogo di promozione della cultura, di libera consultazione del sapere, di partecipazione, di condivisione della sua comunità. La Biblioteca, come una piazza, deve farsi punto di aggregazione e promotrice di eventi».

(fonte: comunicato stampa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)