Pianeta città

Arti cinema musica design nella Collezione Rota 1900-2021 alla Fondazione Ragghianti di Lucca fino al 24 ottobre 2021

Il tema della città e della trasmissione della conoscenza, analizzato prevalentemente attraverso gli innumerevoli pezzi – della collezione, eccezionale e unica, dell’architetto Italo Rota, tra i più noti progettisti del nostro tempo. Si intitola “Pianeta città. Arti cinema musica design nella Collezione Rota 1900-2021” la mostra, curata da Aldo Colonetti e Italo Rota, organizzata da Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti di Lucca. Una mostra interdisciplinare che intende creare un racconto del Novecento e del primo ventennio del Duemila attraverso la visione della città – la sua rappresentazione nelle arti, nel cinema, nella musica, nel design –  e l’evoluzione dell’oggetto libro. 


Antonio Sant’Elia, Progetto per la Nuova stazione di Milano, 1914, matita nera e colorata su carta, 15 x 28 cm
Collezione privata
Thea von Harbou Metropolis [edizione inglese] 1927 volume a stampa 19 Å~ 13 cm, Milano, Collezione Italo Rota

“La mia collezione – racconta Italo Rota – è stata raccolta secondo una ricerca incrociata con il mio lavoro e si basa su interessi precisi che vanno alla radice dei problemi e sono scavi nel sapere del XX secolo. Dopo quarant’anni di collezionismo e lavoro intrecciati si tratta di un archivio di beni comuni rispetto al tema città, che nell’insieme servono per immaginare il futuro. Per il visitatore la mostra è un invito a riflettere sul modo in cui vivremo: il presente di oggi è fatto dai lavori del passato. Uno slogan potrebbe essere: «Se tutto questo vi ha interessato, nulla sarà più come prima». La mostra è imperniata sulla relazione tra umani quando si riuniscono in alta concentrazione, il 70% dell’umanità vive in città, è la storia della migrazione verso punti precisi del pianeta”.

Un percorso espositivo articolato in dieci sezioni, che presentano al proprio interno diversi macro temi: Primo ’900: l’alba della contemporaneità; L’utopia delle avanguardie e la città nuova; L’orrore del nazismo; Maestri dell’architettura; Visioni fantascientifiche; Gli anni del boom; La rivoluzione della cibernetica: tecnologia, arti, musica e città; Immaginare il futuro; Abitare alla scandinava; Nuove prospettive. Una mostra che unisce la qualità scientifica e culturale alla spettacolarità, piacevole e affascinante per il grande pubblico.

La mostra è realizzata con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, la sponsorizzazione di Banco BPM e la sponsorizzazione tecnica di SAIB.

Complesso monumentale di San Micheletto Via San Micheletto 3 I – 55100 Lucca Tel. +39 0583 467205

www.fondazioneragghianti.it – info@fondazioneragghianti.it

Orari di apertura: dal 1° settembre al 24 ottobre dal martedì alla domenica dalle ore 11 alle 19. Biglietto d’ingresso: 7 euro; Biglietto ridotto (4 euro) per: – dipendenti di Banco BPM e relative famiglie; – possessori del biglietto cumulativo del Complesso Museale e Archeologico della Cattedrale di Lucca; – soci del Club UNESCO Lucca; – soci COOP; gruppi superiori alle 15 unità;

Lascia un commento

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)