Le giornate del Cinema europeo per il Premio Lux del Pubblico

Al Multisala Massimo di Lecce tre appuntamenti con il cinema d’autore per votare i tre finalisti

LECCE. Con Aprile tornano le “Giornate del Cinema Europeo”, evento di anticipazione della XXIII edizione del Festival del Cinema Europeo, che si svolgerà a Lecce nel prossimo autunno, realizzato in collaborazione con il Parlamento Europeo.


«Con questo appuntamento – spiega il direttore artistico Alberto Lamonica – il Festival del Cinema Europeo rinnova il suo impegno alla diffusione del cinema europeo ed alla formazione del pubblico, favorendo percorsi di approfondimento con una partecipazione attiva. L’evento, infatti, prevede la presentazione dei tre film finalisti concorrenti al Premio Lux del Pubblico 2022, riconoscimento istituito dal Parlamento Europeo per promuovere il cinema europeo e per rafforzare i legami tra la politica e i cittadini, invitando gli spettatori europei a diventare protagonisti attivi votando i loro film preferiti.


Le giornate in programma sono complessivamente 8 (5 dedicate esclusivamente alle scuole del territorio e 3 aperte al pubblico) e prevedono la presentazione, la proiezione ed il dibattito finale di approfondimento dei tre film finalisti della seconda edizione del Premio Lux del Pubblico, annunciati durante la cerimonia tenutasi l’11 dicembre scorso a Berlino: “Quo Vadis, Aida?” di Jasmila Žbanić, “Great Freedom” di Sebastian Meise, “Flee” di Jonas Poher Rasmussen.
Le pellicole selezionate sono ispirate a eventi reali, parlano di vulnerabilità e divisioni, ma anche del potere curativo della tolleranza e della compassione.
Di seguito gli appuntamenti per il pubblico leccese che si svolgeranno presso la Sala 2 del Multisala Massimo, con un biglietto di ingresso di 3 euro.
Si parte mercoledì 27 aprile ore 20:30 con la proiezione di “Quo Vadis, Aida?” di Jasmila Žbanić .La protagonista è Aida, una traduttrice delle forze di pace, arrivate nell’estate 1995 a Srebrenica. La sua famiglia è tra le centinaia di civili in cerca di un rifugio nel campo delle Nazioni Unite. Aida scopre che un terribile destino attende la sua famiglia e il suo popolo, ma potrà fare qualcosa per fermarlo?
Mercoledì 4 maggio sarà la volta di “Great Freedom” di Sebastian Meise il racconto, ambientato nella Germania del dopoguerra, delle vicende di Hans imprigionato più volte per la sua omosessualità. Il protagonista viene sistematicamente privato della propria libertà, per aver infranto l’articolo 175 del Codice penale tedesco. L’unica costante nella sua vita diventa Viktor, il suo compagno di lunga data in cella, un assassino condannato per omicidio.
Mercoledì 11 maggio si potrà assistere alla proiezione di “ Flee” di Jonas Poher Rasmussen. La storia è quella di Amin, bambino rifugiato afgano, che arriva in Danimarca da solo. Nel film, il protagonista prova a fare pace col suo passato, ma anche con se stesso e con i segreti che ha dovuto continuare a nascondere.
«Il pubblico che seguirà le “Giornate del Cinema Europeo” potrà contribuire alla scelta del film vincitore, partecipando alla più grande Giuria d’Europa, esprimendo il proprio giudizio sulla piattaforma di voto https://luxaward.eu/it#voting fino al 25 maggio 2022 con la possibilità di vincere il biglietto per la Cerimonia del Premio LUX del pubblico che si terrà l’8 giugno 2022 presso il Parlamento Europeo a Strasburgo».- spiega lo stesso La Monica.
Il nuovo premio nato dalla sinergia fra il precedente Premio LUX (istituito nel 2007 come simbolo dell’impegno del Parlamento europeo a favore della cultura) ed il People’s Choice Award (il premio della European Film Academy assegnato dagli spettatori) continuerà a creare ponti culturali in tutta Europa, mettendo in risalto le pellicole che si collocano al centro del dibattito pubblico europeo. Un cenno a parte meritano i 5 appuntamenti dedicati agli studenti delle scuole superiori (IIS Oriani-Tandoi, IISS Federico II Stupor Mundi e ITET Tannoia di Corato, Liceo Tedone e ITET Tannoia di Ruvo di Puglia) che saranno in grado di arricchire il programma di studi dal punto di vista storico-sociale e artistico-culturale e di animare un proficuo dibattito sulle tematiche attuali, portando il cinema direttamente nelle scuole.

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)