Scarpetta a più voci. Alla Biblioteca Nazionale di Napoli

Una conversazione con Mariolina Cozzi Scarpetta e il regista Francesco Saponaro per scoprire episodi poco noti del commediografo e attore napoletano. Martedì 14 giugno alla Biblioteca nell’ambito della mostra “Napoli in scena”

Gli incontri con “I protagonisti” del teatro Napoletano proposti dalla mostra Napoli in Scena​ proseguono alla Biblioteca Nazionale il 14 giugno ore 16.00 con una serata dedicata a Scarpetta a più voci: Francesco Cotticelli incontra Mariolina Cozzi Scarpetta, la studiosa/discendente che ha riportato in auge la figura di Vincenzo Scarpetta e che rivelerà curiosità ed episodi poco noti, mentre dell’artista e del suo repertorio parlerà con il regista Francesco Saponaro.

Particolare allestimento mostra “Napoli in scena”, foto di Lydia Tarsitano

La conversazione si soffermerà sull’originalità di Scarpetta, un autore, non ancora pienamente valutato, che ha rinnovato la tradizione napoletana attraversando Patroni Griffi (In memoria di una signora amica) ed Eduardo (Pericolosamente e Dolore sotto chiave). Dalla mostra in corso attraverso testi e documenti emerge la capacità dell’autore di attraversare diversi registri e canoni essenziali della tradizione teatrale napoletana del tempo. L’incontro sviluppa il dibattito su tematiche attuali ricordando la querelle Eduardo Scarpetta- Gabriele D’Annunzio ( ‘A causa mia) che si conclude con l’affermazione del diritto di parodia, per parlare infine de “La donna è mobile” la straordinaria commedia musicale di Vincenzo Scarpetta che propone le parodie di famose arie di opera lirica. che Francesco Saponaro ha riportato in scena al Teatro Trianon recentemente. Il ritratto che ne viene fuori, è di un autore ironico, di grande interesse antesignano della drammaturgia del novecento.

Il fitto cartellone di testimonianze di protagonisti del teatro che  accompagna il percorso della mostra  “Napoli in Scena” fino a settembre è preceduto dalla visita guidata alla mostra.

(fonte: comunicato stampa)

Lascia un commento

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)