Gioielli d’artista al Castello Carlo V di Lecce

Dal 22 aprile al 3 maggio 2015 al Castello Carlo V di Lecce

L’antica arte orafa incontra la Storia

Il Castello Carlo V di Lecce, scrigno di tesori, diventa custode della nuova linea di gioielli realizzati dall’artista orafa Roberta Risolo.
Dal 22 Aprile al 3 Maggio 2015 si potrà visitare la mostra proposta all’interno del calendario di eventi  della manifestazione Itinerario Rosa 2015 a cura dell’Assessorato alla Cultura, Spettacolo e Turismo del Comune di Lecce.

Ogni gioiello, ricco di storia sprigiona senza indugio a chi l’osserva il forte legame con il territorio, il Salento.
La materia diviene protagonista nelle linee realizzate in legno d’ulivo e perle, mentre le architetture della città diventano gioielli da indossare.

La Collana Queen Mary  è ispirata alla storia di Maria d’Enghien, Contessa di Lecce, mecenate e donna molto amata dal popolo e inoltre alla Basilica di Santa Caterina d’Alessandria a Galatina, sublime esempio di bellezza dell’arte romanica e gotica in Puglia, realizzata per volere del Conte Raimondello Orsini del Balzo e terminata dalla moglie Maria d’Enghien. Tra le nuove collezioni che saranno presentate durante la mostra, immancabile sarà la presenza
della collezione Legno d’ulivo e perle, oltre al restyling della linea Fico d’India, molto apprezzata sin dal primo esordio
al pubblico, nell’estate 2012 al Castello Aragonese di Otranto.

I gioielli, creazioni esclusive, sono frutto della ricerca stilistica combinata alla tecnica orafa acquisita negli anni di studio e lavoro dell’artista a Vicenza, città nota come “patria dell’oro”.

Chiara espressione di un’interpretazione del gioiello come ricchezza non tanto perchè legata al metallo “prezioso” quanto al prezioso patrimonio artistico, storico e culturale che rappresenta.

red. Arte e Luoghi


22 Aprile – 3 Maggio 2015

Castello Carlo V – Lecce

Ingresso libero

su prenotazione:  laboratorio dimostrativo gratuito sul design del gioiello

per info.

Tel: 338-5429780

Please follow and like us:
Tweet 20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)