Il Gospel come terapia. Evento live a Lecce con Olga Szwajgier

LECCE. Un live con la soprano Olga Szwajgier ospite a Lecce il prossimo 2 novembre alle Officine Cantelmo per “Stereotip…Io” – Dalla Stereotipia Vocale al Gospel. 

Da più di trenta anni  docente alla Scuola Nazionale di Teatro di Cracovia (dal 1974) e dell’ Akademie Internationale für Neue Musica a Schwaz, in Austria, Olga Szwajgier è tra le più grandi soprano al mondo e ha ideato il proprio MetodoVocale Olistico  grazie al quale ha sviluppato la propria estensione vocale, dai 3 a 6 ottave.

Compositrice e cantante lirica dirige i suoi concerti e tra i tanti si ricorda l’esibizione della sua compozione “Julius” nel 2002 al Carnegie Hall a New York . Il suo repertorio spazia tra le composizioni di Ives, Stockhausen, Risset, Penderecki, Stachowski, Łuciuk, Lutosławski, Mozart, Bach. Ha inciso per radio, televisione, film e teatro. Una brillante carriera artistica costellata da numerosi  titoli e riconoscimenti, tra i quali si ricordano la Laurea honoris causa dottorato The Cultural Doctorate in Philosophy dalla World University Roundtable Benson (Arizona) nel 1989, e il titolo Woman of the Year dall’International Biographical Center a Cambridge nel 1991 e nel 1992. Nel 2000 è stata invitata a Stuttgart al Congresso Internazionale di Musica come “Das Phanomen Stimme” (“Il Fenomeno della Voce”). Nel 2005 a Berlino, all’ interno della celebrazione Einstein Year 2005 ( anno mondiale della fisica) ha cantato l’ Opera “The Speed of Light” che i compositori Christian Steinhäuser e Mathias Baumhof  hanno scritto ispirandosi alla teoria della relatività di Albert Einstein e alle acrobatiche possibilità vocali di Olga Szwajgier. La soprano austriaca sarà protagonista dell’evento live legato al progetto sociale di ricerca “Stereotip…Io” – Dalla Stereotipia Vocale al Gospel ideato da  Tyna Maria Casalini MusicArTerapeuta (metodo Guerra Lisi) autrice, compositrice e cantante già direttrice artistica della Black on White G.C.

Con “Stereotip…Io” si intende valorizzare la stereotipia vocale come sapiente strategia di sopravvivenza, i suoni vocalici apparentemente insensati come tracce-storia di un vissuto vibrazionale e psicofisico profondo, e dar voce alle “parole mute” di chi non ha il linguaggio verbale o inevitabilmente tende a perderlo per via della malattia, riscoprendole come preziosa risorsa dell’estremo comunicativo che pro-muove ad ogni costo la persona nel suo diritto a vivere e comunicare.

A promuoverlo è la JUST4JESUS – Percorsi Corali di Promozione alla Vita nel campo della Vocalità e del Linguaggio, sviluppata sin dal 2003 da Tyna Maria  in collaborazione con l’Università Popolare di MusicArTerapia di Roma e l’Associazione Alzheimer Lecce. Obiettivo della JUST4JESUS  è rispondere all’invito evangelico di promozione del valore della vita attraverso il linguaggio delle Arti e della Musica. In particolare attraverso la musica Gospel promuove una “Cultura dell’Uomo” attivando percorsi creativi di cura sociale e difesa dei diritti e valori umani, anche in campo terapeutico. Perché come insegna il soprano Olga Szwajgier “Si può estendere la scala della voce, si può anche cambiare una “brutta” voce con una voce che suoni incantevole, si può guarire una voce malata, si può… si può… si può… utilizzando: la pazienza, l’intuizione, la forza di volontà, la visualizzazione, l’autostima e l’amore per quello che si sta facendo, si può superare la stessa fisiologia …”

All’evento live del 2 novembre seguirà una masterclass con  Olga Szwajgier,  in programma il 3 e 4 novembre. Il corso di formazione conferisce 30 crediti per chi opera in questo campo e sarà illustrato in occasione della manifestazione del 2 novembre.

Infotel:  3283085578 e info@just4jesus.it

red.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)