Una vita meravigliosa, l’incanto della musica di Diodato

Sensibile, autentico, talentuoso. Un nome. Diodato e poche frasi per raccontarsi. «Ho cominciato negli anni ’90, suonando nella cantina del mio amico batterista, ma si allagava spesso e allora pian piano sono passato ai locali e poi, trovando le persone giuste, ho scritto e registrato dischi, suonato su palchi sempre più prestigiosi, partecipato a due Festival di Sanremo, messo il cuore nell’UnoMaggioTaranto e fatto della musica la mia vita, per provare a riempire di musica la mia vita. Ci sto lavorando.»


Con queste parole semplici si presenta ai suoi fan Diodato, vincitore al 70° Festival di Sanremo con il brano “Fai rumore”. Un brano perfetto nella musica e nel testo che ha saputo interpretare magistralmente conquistando il pubblico sanremese e non solo. Perché Diodato riesce a trasmettere quando canta tutto il suo amore per la musica. E non poteva scegliere data diversa per l’uscita del suo nuovo album “Vita meravigliosa” ed è lui stesso a raccontarsi e a raccontarlo.
«Non credo di essere mai stato così tanto me stesso, d’essere mai stato in grado di mettere così a fuoco il mio vissuto e tutte le sensazioni che mi hanno portato a dare questo titolo prima a una canzone e poi a questo album. Ero pronto a condividere, a raccontare questa condizione di perenne viaggiatore, navigante felicemente disperso, di osservatore talvolta malinconico, talvolta disincantato, di eterno bambino innamorato di questa giostra folle.» Un inno alla vita, all’amore e alla voglia di continuare a sperimentare e rinnovarsi. Undici brani, tra i quali quello vicitore di Sanremo, nello stile inconfondibile della sua musica capace di entrare nella testa e nel cuore di chi la ascolta. Il tour di presentazione partirà da Roma il 15 febbraio e lo porterà progressivamente a Firenze, Bologna, Milano, Torino, Napoli, Salerno, Bari, Brindisi (22 febbraio) fino ad arrivare alla sua Taranto il 23 febbraio.
www.diodatomusic.it

Arte e Luoghi | febbraio 2020

Please follow and like us:
Tweet 20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)