Il tempo dei giganti apre il Festival del cinema europeo

In anteprima assoluta la pellicola di Davide Barletti e Lorenzo Conte, che narra le vicende legate alla xylella e alla morte degli ulivi , dà il via alla ricca programmazione della XXIII edizione del festival diretto da Alberto La Monica

La XXIII edizione del Festival del Cinema Europeo, diretto da Alberto La Monica, prende il via sabato 12 novembre, alle ore 20.30, con la proiezione in anteprima assoluta del film d’apertura “Il tempo dei giganti” di Davide Barletti Lorenzo Conte prodotto da Dinamo Film Fluid Produzioni con il contributo di Apulia Film Commission.

Una sequenza del film di Davide Barletti e Lorenzo Conte


Il film narra il viaggio di Giuseppe che torna nella terra del padre, la piana degli ulivi monumentali in Valle d’Itria, minacciata dall’avanzata del batterio Xylella, per raccontare all’anziano contadino ciò che ha visto in Salento, dove è in corso la più grave emergenza fitosanitaria del secolo: la Xylella Fatidiosa, infatti, sta uccidendo milioni di alberi d’ulivo. Contro questo attacco ancora non esiste una cura e l’epidemia avanza verso nord. Gli ulivi ricoprono il 60% del territorio salentino e il loro disseccamento stravolge paesaggio, economia e relazioni umane, minacciando il rapporto di simbiosi che l’uomo coltiva con questi giganti dalla notte dei tempi.

Un grido d’allarme e di dolore di una terra ferita che ha costruito la propria identità sul simbolo della pianta d’ulivo.

Le vicende che raccontano il territorio e una comunità sociale hanno sempre contraddistinto i nostri film e la Puglia è stata costantemente il teatro privilegiato per ambientare queste storie – dichiarano i registi Barletti e Conte- È stato chiaro fin da subito quello che stava avvenendo sotto i nostri occhi: l’arrivo in Salento di una malattia così devastante come la Xylella sarebbe stato uno shock e avrebbe repentinamente cambiato un intero territorio e la sua comunità.

Il tempo dei giganti può essere una possibilità per il grande pubblico di conoscere quello che sta avvenendo in Puglia. La vicenda della Xylella coinvolge il delicato equilibrio tra uomo e natura, tra globalizzazione e diversificazione, tra una vecchia concezione dell’economia agricola e nuove pratiche virtuose. E mentre gli uomini si separano ulteriormente, discutendo sulle colpe e mantenendo le proprie rigide posizioni, l’ulivo lentamente muore.”

Proiezione Multisala Massimo, sala 2, ore 20.30. A seguire l’incontro coi registi e con il produttore Ivan D’Ambrosio.

Il musicista Cesare Dell’Anna

Per Festival Off, che rende il Festival del Cinema Europeo sempre più diffuso nella città offrendo al pubblico una serie di eventi ad ingresso gratuito, a partire dalle ore 22.30 è prevista la festa di apertura presso le Officine Cantelmo con il concerto di Cesare Dell’Anna Quintet featuring H.E.R.

Un’inedita e nuovissima formazione con un live ricco di melodie semplici e affascinanti, nutrite da un tappeto elettronico apprezzato anche da addetti ai lavori e estimatori della pura improvvisazione e di un Jazz ben temperato e di grande livello tecnico.

Questo grazie alla batteria del Maestro Fabio Accardi, al sax di Giovanni Chirico, uno dei giovani più promettenti in patria e ben oltre i confini nazionali e al super groove inconfondibile del Fender Bass di Stefano Valenzano (da 25 anni al fianco del Maestro Dell’Anna), una colonna portante della musica sana in Puglia. Alla chitarra il virtuoso Marcello Zappatore, il potente Andrea Doremi al trombone e graditissima ospite, eccezionalmente per il Festival del Cinema Europeo, la violinista cantante romana H.E.R., unica, affascinante e virtuosa, di rara potenza tecnica, scenica e umana.

Sound a cura del Fonico producer Fabrizio Giannone.

Dj set a seguire.

Ingresso gratuito.

(fonte: comunicato stampa)

Lascia un commento

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)