Rocco Nigro e Giorgio Albanese. Gran finale per SoundMakers

La quarta edizione del festival interamente progettato per una cultura accessibile si conclude con la prima assoluto del concerto dei due fisarmonicisti

SoundMakers, gran finale a Copertino

Dopo una settimana di musica, cinema, teatro, incontri e workshop sul tema della pace, domenica 7 settembre (ore 21.30 – ingresso gratuito) nella Chiesa di Santa Maria di Casole a Copertino (Le), per mantenere saldo il legame con il comune nel quale il festival è nato, si conclude la quarta edizione di SoundMakers.

Per concludere il suo percorso di ricerca creativa e cultura accessibile, il festival ospiterà il concerto-incontro in prima nazionale dei fisarmonicisti Giorgio Albanese e Rocco Nigro con servizio di interpretariato in Lingua dei Segni Italiana e l’utilizzo dei palloncini. Tenendoli tra le mani o tra le gambe, i non udenti potranno sentire e percepire i suoni tramite le vibrazioni prodotte dalla musica. Il duo si pone come obiettivo la ricerca e la sperimentazione musicale vista dal punto di vista creativo tramite il mezzo dell’improvvisazione, intesa come composizione estemporanea ma anche come dejavù melodico dei più bei temi tradizionali del bacino del mediterraneo oltre che la riproposizione di alcuni temi originali dei due fisarmonicisti.

Giorgio Albanese, laureato in Musica Jazz al Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari, ha incontrato e collaborato con numerosi musicisti di calibro nazionale ed internazionale. Dal 2006 è attivo con vari progetti musicali che vanno dal jazz contemporaneo all’improvvisazione radicale, dalla world music al tango moderno, collaborando trasversalmente con vari ambiti artistici multidisciplinari (teatro, danza, cinema) ed esibendosi in tutto il mondo. Rocco Nigro è un fisarmonicista e compositore che partendo dalla tradizione del sud Italia ha esplorato i territori musicali del tango, della musica balcanica, klezmer e sefardita, arrivando, nella sua costante ricerca, fino alla musica contemporanea. Ha composto varie musiche per film e cortometraggi, vanta una cinquantina di partecipazioni discografiche e numerose esibizioni in festival internazionali.

SoundMakers 2014 è ideato e organizzato da Arci Lecce, Poiesis, Calliope – Comunicare Cultura, CoolClub in collaborazione e a sostegno di Lecce a Capitale Europea della Cultura 2019, è promosso in collaborazione con ITU, Agenzia delle Nazioni Unite specializzata in tecnologie dell’informazione, e con il progetto HBB4ALL della Commissione Europea e si realizza con la collaborazione di Regione Puglia, Comune di Lecce, Comune di Copertino, Apulia Film Commission, Arci Rubik, Master in Accessibility to Media, Arts and Culture, Laboratori Musicali, Banca di Credito Cooperativo di Leverano, I Sotterranei, Associazione Volontari Fra’ Silvestro da Copertino, L’Auramente, Saietta Film, Istituto per Ciechi Anna Antonacci, Istituto di Culture Mediterranee della Provincia di Lecce, Must – Museo Storico Città di Lecce, Fondo Verri. Poiesis dedica i propri sforzi alla promozione dei diritti di accesso all’arte da parte di tutti e ha fatto parte del gruppo di lavoro nazionale che ha portato alla stesura del “Manifesto Nazionale della Cultura Accessibile”.
 
SoundMakers – cha fa parte della rete di festival “Social Sounds” promossa da Puglia Sounds – Po Fesr Puglia 2007/2013 Asse IV – nelle edizioni precedenti ha portato nel Salento e collaborato, tra gli altri, con Gianmaria Testa, Moni Ovadia, Antonio Prete, Nanni Angeli, Nada, Fausto Mesolella, Tenores de Orosei, Mirko Signorile, Claudia Ignoto, Evgen Bavchar, Redi Hasa, Capitolo Italiano della Royal Photographic Society.
 
Info e programma su www.soundmakersfestival.it

(fonte: comunicato stampa)

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)